FINANZE - NEWS http://www.finanze.net NEWS it info@finanze.net info@finanze.net FINANZE RSS Feed Generator Jackson Hole, Fulcro dello Scontro Tra Trump e Fed Venerdì parlerà Powell a Jackson Hole, in un iunione che viene spesso considerata di indirizzo per la politica della banca centrale americana. Oramai le banche centrali vengono considerate dalla politica come loro estensioni, di indipendenza non vi è molto ad essere rimasto (come per la Yellen, Trump potrebbe revocare Powell, in Europa la Bce prende ordini dai Tedeschi) ma certo vi sono motivi per dubitare che la forza dell'economia americana duri oltre gli effetti concreti dei dazi. Inoltre in questa buona analisi McBride  https://www.calculatedriskblog.com/2018/08/a-few-comments-on-labor-force.html spiega perchè il tasso di partecipazione al mercato del lavoro tornerà a scendere perché l'effetto delle politiche di Trump in tema di immigrazione è quello di ritrovarsi con una popolazione più anziana. Powell potrebb dunque essere più prudente del solito sull prospettive dei tassi, non per compiacere Trump, l'uomo sembra sufficientemente autonomo, ma perché l'economia ha probabilmente raggiunto il suo picco. L'effetto netto è che il dollaro tornerà ad indebolirsi anche se i tempi sicuramente sono più lunghi di quelli che ci aspettavamo.   http://www.finanze.net/news-Jackson_Hole_Fulcro_dello_Scontro_Tra_Trump_e_Fed-5331.html Tue, 21 Aug 2018 08:48:00 GMT Cina, Il Governo Ordina Più Credito Agli Esportatori Evidntemente la domanda d prodotti cinesi èpiù forte deidazi, soprattutto negl Stati Uniti se gli esportatori ricevono direttamnente dal governo un aiuto in termini di maggiori finanziamenti. Riteniamo probable che il quadro sia alla fine molto meno ocnflittuale di quanto Trump abbia manifestato in questi lunghi mesi di campagna,più che altro elettorale. Grande valore al nostro portafoglio emergenti, mentre al portafoglio mondiale aggiungeremo titoli non americani Se il quadro dei rapport dovesse distendersi il dollaro tornerebbe facilmente verso uno e venti contro euro http://www.finanze.net/news-Cina_Il_Governo_Ordina_Pi_Credito_Agli_Esportatori-5330.html Mon, 20 Aug 2018 08:04:00 GMT Borse, Probabile Rimbalzo Delle Aziende Solide Equivalente di un avviso di garanzia per i vertici di Tesla ieri sera il provvedimento della Sec, risultati oggi di Nvidia, potrebbero portare in mercati che crediamo rimbalzeranno, a una rotazione dai titoli tecnologici a quelli con buoni fondamentali di cui sono pieni i nostri portafogli. Le responsabilita’ Italia di Atlantia sono tutte da accertare, esiste evidentemente una distinzione tra manutenzione ordinaria e straordinaria che potrebbe più probabilmente inguaiare alcune amministrazioni pubbliche; soprattutto nei portafogli emergenti e mondiali grandi opportunità d’acquisto. http://www.finanze.net/news-Borse_Probabile_Rimbalzo_Delle_Aziende_Solide-5327.html Thu, 16 Aug 2018 07:34:00 GMT Turchia, Ora Davvero un Problema Europeo Siamo arrivati al punto in cui i nodi di una politica ipocrita di molti anni vengono al pettine. Da quando dopo le elezioni Erdogan ha messo i parenti nei posti chiave, pure alla banca centrale, la Turchia è diventata a tutti gli effetti una dittatura ed è sterile continuare ad ignorare il problema. L'atteggiamento della Bce ieri che diffonde un comunicato allarmato sulla esposizione delle banche europee alla Turichia, oltre a non servire a niente perché tardivo, manda l'euro stamane sotto uno e quindici. La tendenza delle autorità è sempre quello di parararsi da ogni responsabilità nel caso le cose vadano per il peggio, (anche Consob "vigila" sulla situazione di Carige, forse doveva vigilare prma che succedsse). Chi ha obbligazioni in Lira Turca, se emesse da Bei o altri organsmi sovranazionali può rischiare di tenere perchè l'emittente è solido, anche se mediamente la perdita in valuta si aggirerà intorno al cinquanta per cento. Ch ha rischio emittente turco o obbligazioni strutturate, le banche ne hanno vendute montagne ai sottoscrittori perché le commissioni erano alte, dovrebbe forse consderare di portare a casa quello che rimane, il rischio di default ora è molto alto. http://www.finanze.net/news-Turchia_Ora_Davvero_un_Problema_Europeo-5315.html Fri, 10 Aug 2018 07:32:00 GMT Banche Italiane, Mai Cosi' Mal Messe Chi ha il conto a Carige dovrebbe iniziare a pensare a delle alternative, mentre dai risultati di Banca Ifis è chiaro che la capacità di Unicredit e Intesa di scaricare pacchetti di sofferenze sui risparmaitori è oramai liimitata. Intesa fa un terzo dei risultati con l risparmio gestito e chiunque abbia un conto onlin con Banca Intesa può verificare le condizioni, su una operazione sull'estero sull'obbligazionario, la banca si intasca tra commissioni evidenti e non spesso oltre l'uno per ceno. Siamo alla fine di un sistema che tra polizze, fondi e Pir trasferisce da anni il costo dei buchi fatti dalle banche su input della politica sui rsparmiatori finali. http://www.finanze.net/news-Banche_Italiane_Mai_Cosi_Mal_Messe-5314.html Thu, 9 Aug 2018 10:42:00 GMT Borsa Cinese, Mai Così a Buon Mercato Davvero buone occasioni, per chi può attendere su alcune società cinesi primarie quotate in America, in settori, come trasporti e ricettivo che non risentono certo della guerrra dei dazi, se tale è veramente, tra Cina e Stati Uniti. Certo l'amministrazione americana non può ottenere allo stesso tempo un dollaro debole, che favorisce le esportazioni e mantenere una politica dei dazi nell'economia con il più grosso deficit commerciale al mondo. Diamo tre mesi ancora di vita a queste sparate di Trump: poi o i Repubblicani manterranno il controllo delle due Camere alle elezioni di metà mandato o i Democratici bocceranno larga parte delle misure protezionistiche. In entrambi i casi vi è da attendersi che la retorica scemerà e il dollaro inzierà a svalutarsi. http://www.finanze.net/news-Borsa_Cinese_Mai_Cos_a_Buon_Mercato-5310.html Mon, 6 Aug 2018 07:43:00 GMT Manovra di Autunno, Pochi Margini di Flessibilità Daremo un giudizio sui conti di Leonrdo in qualche giorno, perché ci viene difficile capire cosa possa essere davvero milgorato da gustificre un salto del titolo dle dieci per cento. Nel frattempo per la manovra di autunno mancano ventidue mliardi, prima d qualsiasi intervento su Fornero, Reddito di Cittadinanza, Flat Tax. La commissione UE è in scadenza dunque debole, difficile che Tria possa negoziare grandi flessibilità aggiuntve. Due elementi nuovi sono un costo del servizio del debito di tre miliardi circa superiore all'anno scorso e un rallentamento nel Pil, ben sotto le stime di governo dell'anno scorso. Delle tre bandiere del contratto di governo nessuna possibilità che ne venga adottata una sola. Anche per le banche la situazione è in peggiornamento, in media gli analisti stimano un impatto hegativo di circa tre milairdi sui conti di quest'anno, per effetto della caduta nel corso dei titoli di stato.     http://www.finanze.net/news-Manovra_di_Autunno_Pochi_Margini_di_Flessibilit_-5308.html Wed, 1 Aug 2018 08:41:00 GMT Accordo Usa Eu, Ora Man Legate Per la Bce Accordo di intenti per tariffe azzerate tranne che sull'automobilstico, ceh è davvero dove l'industria europea, tra demagogie sul diesel e scarsa innovazione sui motori di moda, ibridi ed elettrici, rischia di schiantarsi, come mostrano i conti Fiat di ieri. E' davvero un pessimo accordo di facciata quello raggiunto da Juncker, che inoltre mette oggi la Bce nella condizione di non poter facilmente riaprire ad un riallungamento dei progrmmi di acquisto titoli; uniti i dati di manifattura tedesca questi elementi ci portano ad immaginare che la rivalutazione dell'euro sia molto vicina. http://www.finanze.net/news-Accordo_Usa_Eu_Ora_Man_Legate_Per_la_Bce-5304.html Thu, 26 Jul 2018 10:34:00 GMT Faang, Sempre più Difficili da Puntellare Certo i conti di Facebook sono buoni, ma la società inizia a sembrare una società matura, come accadde in passato a Microsoft e ora sta accadendo a Apple; e le società mature vendono a multipli più bassi, diciamo che a trenta volte sono già sopravvalutate; se oggi Facebook apre come da indicazioni del preborsa intorno a 175 venderà ancora a 36 volte e certo non è a buon mercato. Le altre due società citate, Tesla e Netflix, hanno invece conti disastrosi e i titoli stanno dove stanno solo perché gli analisti sperano di piazzare altri bidoni agli investitori. Ora però sembra che il bluff inizi ad essere difficile da sostenere: tutte queste società sono uscite con trimestrali peggiori delle aspettative (che vengono di solito tenute basse dal management per incassare lauti bonus sulla "sorpresa"). Prossima verifica su Nvidia il sedici agosto, se i conti fossero non buoni, sicuramente la vendita di schede grafiche per bitcoin è scesa, potrebbe essere la fine di questa colossale bolla.  La unica società ad avere sorpreso in positivo è Google, che però anche lei prima o poi con le normative dovrà fare i conti. http://www.finanze.net/news-Faang_Sempre_pi_Difficili_da_Puntellare-5302.html Thu, 26 Jul 2018 09:34:00 GMT Corte dei Conti, No ad aggiustamenti sulla "Fornero" Quelli che vogliono far sapere che parlano l'Inglese dicono confidente in Italiano per intendere fiducioso, ma la sostanza rimane comunque la stessa: la UE, che fa di tutto per non creare un problema Italia richiede un aggiustamento di dieci miliardi per il 2019, molto meno del necessario e l'unico elemento negoziale del governo è la questione clandestini. I deci miliardi vengono prima di qualsiasi provvedimento, flat tax, reddito di dignità, revisione della Fornero, che impatterebbe negativamente i conti dello stato. I fondi strutturali sottratti all'Ungheria potrebbero arrivare in Italia ma se ci teniamo il mezzo milione di immigrati irregolari già sul territorio. Altri spazi di negoziazione per lo sforamento del deficit l'Italia non li ha, perché non vi è nssun aggiustamento della spesa pubblica. Se la negozizione è già difficile così, l'Italia tenterà di aumentare le stime di Pil per il 2019, la discussione concreta di uno solo di quei punti porterebbe a nuove elezioni: che è probabilmente quello che si augurano la Lega e Forza Italia. http://www.finanze.net/news-Corte_dei_Conti_No_ad_aggiustamenti_sulla_Fornero_-5294.html Fri, 13 Jul 2018 07:46:00 GMT Petrolio. Sostegno Artificiale Al di fuori della tecnologia questo è il settore su cui ci sono pù opportunità di vendita allo scoperto, soprattutto sui produttori e raffinatori americani. I przzi dl petrolio anche dopo la caduta di ieri non sono sostenibili. Sui rsultati delle trimestrali pubblcati in questo periodo vi sono senz'altro ottime opportunità di vendita. http://www.finanze.net/news-Petrolio_Sostegno_Artificiale-5293.html Thu, 12 Jul 2018 11:36:00 GMT Dazi, il Teatrino Sino alle Elezioni di Metà Mandato E' probabilmente un giocoa cui giocano entrambe le parti, nessuna delle quali ha interesse alla vera applicazione di queste tariffe. L'unica azienda ad averne preso nota è Tesla che ha umenato i prezzi del trenta per cento in Cina, dove per altro non vende ninente. E' un gesto simbolico che rientra nella strategia mediatica del suo proprietario. Le conseguneze per la borsa americana saranno probabilmente sentite sino a ottobre, perché Trump ha tutto l'interesse ha ergersi a dfensore dei mativi sino alle elezioni dimetà mandato; poi iniziranno a sentirsi gli effettiin mnore crescita della economia ma soprattutto dell'occupazione. In questa baraonda la borsa cnese rimane la più interessante.  http://www.finanze.net/news-Dazi_il_Teatrino_Sino_alle_Elezioni_di_Met_Mandato-5292.html Wed, 11 Jul 2018 09:47:00 GMT Borsa Inglese, Ora Non Più Interessante E' oramai consuetuidine, come si legge nella scorsa newsletter, che le decisioni degli elettori vengano completamnte stravolte da una politica sempre più l servizio delle lobby: è vero in Italia, dove del contratto d governo non è stata attuata una singola cosa rilevante (ammesso che il contratto di governo esprimesse il voto popolare) è vero nwl Regno Unito dove in questa versione di Brexit non rimane più neanche l'ombra. Le limitazioni alla libera circolazioni di capitali e persone saranno con ogni probabilità accettate dalla Unione Europea contro promesse di continui trasferimenti, senza i quali le già malridotte casse non consentiranno l'attuazione del bilancio comunitario. I settori interessanti erano pochi, soprattutto la chimica, l'editoria, il trasporto aereo. Adesso staremmo lontani dalla borsa inglese, che in qusto scenario sconta il peggio delle soluzioni possibili.     http://www.finanze.net/news-Borsa_Inglese_Ora_Non_Pi_Interessante-5291.html Tue, 10 Jul 2018 08:16:00 GMT Euro, In Rafforzamento Dopo l'Accordo Tedesco Alla fine la Merkel presental'accordo con il leader bavarese come un successo ma di fatto sancisce il principio secondo cui coloro che arrivano nel paese di prima accoglienza lì rimangono: con tutto il fumo che ha fatto Salvini, che non serve nel concreto ma gli porta voti, le navi della marina mlitare italiana continueranno a sbarcare profughi in italia, che verranno accolti al massimo in "centri di transito" in Germania qualora vi arrivassero dall'Austria (che ha una certa propensione a chiudere il Brennero). Con le mosse degli ultimi mesi l'Italia si troverà permanente più migranti di prima senza avere la capacità contrattuale per imporre una redistribuzone: i fondi che l'Unione, ma la Germania di fatto, ha sostanzialmente sottratto ad Orban per riallocarli a Italia e Grecia sono contro qualcosa: lo ha capito Tsipras, che collabora con la Germania grazie al recente "condono" sul debito greco, lo capirà Salvini quando proverà a imporrre la prima misura economica, tipo la flat tax che a costo zero non è. Ma l'euro a nostro parere ora è pronto per decollare, i mercati non ragionano su logiche di lungo periodo (e la posizione tedesca oggi è un chiaro segno di un' area euro in disfacimento), ma, come da dieci anni a questa parte, sulla capacità dei politici di rimandare, almeno formalmente, i problemi.  http://www.finanze.net/news-Euro_In_Rafforzamento_Dopo_l_Accordo_Tedesco-5287.html Tue, 3 Jul 2018 07:42:00 GMT Borse, Si Possono Solo Leggere le Agenzie Difficile immaginare che tipo di accordo possa trovare la Merkel, che tuttavia può contare sull'appoggio della riabilitata Grecia, dove i Tedeschi si sono comprati porti e infrstrutture a due lire, per spingere su un accordo che in qualche modo soddisfi i paesi mediterranei. La Merkel è attaccata a sinistra sui rinnovi dei contratti e a destra sui migranti e non bisogna dimenticare che in Parlamento è sbarcata una destra estrema. Italia ora in assoluto la borsa e il mercato del debito più rischiosi in Europa, da cui tenersi il più possible alla larga   http://www.finanze.net/news-Borse_Si_Possono_Solo_Leggere_le_Agenzie-5285.html Mon, 2 Jul 2018 08:51:00 GMT McKesson, Prezzo 134 McKesson fornisce le catene di distribuzione e si approvvigiona direttament dalle case quindi che el catne siano di Amazon o di chiunque altro non cambia niente. Ma in un mercato completamente acritico ieri sulla notiza il titolo eprde il sei per cento. Davveero buon valore ma con questi mercati dei buoi potrebbe rimanere tale ancora per parecchio http://www.finanze.net/news-McKesson_Prezzo_134-5284.html Fri, 29 Jun 2018 10:00:00 GMT Accordo Europeo,Solo di Facciata L'accordo prevede solo che, su base strettamente volontaria, i migranti in arrivo vengano smistati in centri di assistenza comune. Unito al sequestro delle navi ONG questo vuol dire che arriveranno meno migranti perché lasciati fuori dai confini europei. L'Italia così non può ottenere alcuna collaborazione per i seicentomila, quste le cifre ufficiali, che già stazionano nel paese e che s eprovano avarcare le frontiere verso nord vengono bloccati. Soprattutto se l'Italia come sembra dalle dchiarazioni di Di Maio spera che i soldi per il reddito di cittadinanza e la flat tax vengano dall'Europa se lo può scordare, Rimbalzi possibili sulla borsa italiana sono a nostro parere occasioni di vendita mentre senza dubbio la Germania offre del valore a questi lvelli     http://www.finanze.net/news-Accordo_Europeo_Solo_di_Facciata-5283.html Fri, 29 Jun 2018 09:38:00 GMT Dazi. Gli Stati uniti Dovranno Cedere alla Cina Meno cinque per cento contro dlollaro da aprle per lo yuan contro dollaro e la banca centrale cinese può operare ulteriori svalutazioni n questa guerra stupida che alla fine porterà l'amministrazion americana a dver cedere. Una svalutazione del cinque per cento equivale a dazi del cinque per cento e se le merci cinesi erano già sostanzialmente più a buon mercato d quelle americani anche dazi del 20% possono non bastare ad annullare il differenziale competittivo. Questa pagliacciata durerà con ogni probabilità al massimo sino all elezioni di metà mandato, poi che i Repubblicani perdano o mantengano la maggioranza alle due camere, si  smetterà con questo gioco al massacro, dove gli Americani comunque perdono.     http://www.finanze.net/news-Dazi_Gli_Stati_uniti_Dovranno_Cedere_alla_Cina-5282.html Thu, 28 Jun 2018 09:13:00 GMT Borsa Americana, Dalla Tecnologia al Tradizionale   Le borse nel loro complesso non hanno spazi di miglioramento ulteriore sensibile e in tuttti questi anni gli indici sono satati prevalentemente sostenuti dai titoli tecnologici, che con cinque  sei aziend fanno il venti per cento della capitalizzazione. Il capitalismo nato dopo i QE non è in grado di sostenere un grande crollo di borsa, le aziende tecnologiche hanno, con l'eccezione di Apple, blanci disastrosi che possono solo essere finanziati attraverso il piazzamento in borsa di ulteriori quote azionarie: se crolla al borsa crollano larga parte delle complicate costruzoni finanziarie delle cas di investimento. D'altra parte, nel bene o nel male, Trump ha un certo successo nel promuovere un rientro dell'industria tradizionale negli Stati Uniti; due giorni fa Marchionne, che attacca sempre i buoi al carro del vincitore, ha dichiarato che comprende le ragioni dell'amministrazione americana, mentre General Electric, per diventare più "americana" ha dovuto annunciare alcune dismissioni di cui all'articolo di ieri. Ci sono almno deci aziende sul listino americano che hanno poco debito sui libri, dividensi sopra il tre per cento e multipl sotto le dieci vlte che prima o poi verranno senz'altro rivalutate.   http://www.finanze.net/news-Borsa_Americana_Dalla_Tecnologia_al_Tradizionale-5281.html Thu, 28 Jun 2018 08:05:00 GMT Figli di un Dio Minore Flat tax e dscussioni sulla politica migratoria sono due punti che rendono impossibile il "piano" Macron Merkel per una maggiore armonizzazione del budget comunitario. Tra l'altro la discussione è sul punto meno dolente: quest'anno sono arrivate in Italia circa diciassette mila persone ma in campagna elettorale si è detto che seicentomila sono già nel nostro paese. Rimpatriarli ha un costo, che non possiamo sopportare, molto superiore a quello di accoglienza: semmai il tema è quello di riallocare queste persone in tutta Europa sempre che Francesi e Austriaci aprano i confini. Come per le separazioni familiari di Trump, l'idea di rimandre i barconi in Libia aumenterà invece che diminuire il flusso migratorio, perché chi là ritorna va a morire in un campo di concentramento. Sarebbe ora in Italia di occuparsi di cose credibili, come un taglio radicale della spesa pubblica, invece che fare un sacco di fumo su cose che non sono realizzabli. Mercati fnanziari italiani sempre più a rischio.     http://www.finanze.net/news-Figli_di_un_Dio_Minore-5279.html Tue, 26 Jun 2018 06:59:00 GMT Bitcoin, Se Nvdia Non SI Dimezza .... La bolla di Bitcoin è scoppiata molto prima, rispetto alle valutazione insane di Netflix, Nividia, Facebook. Tesla, Amazon perché le banche d'affari non guadagnano nulal se il prezo di Bitcoin sale. Il prezzo di alcune di quste criptovalute potrebbe tornare anche vicino a zero, visto che scambi commerciali veri dietro ad esse ve ne sono molto pochi. Nel corso dell' ultima trimestrale l'amministratore delegato di Nvidia aveva avvertito che la domanda di schede grafiche sarebbe crollata. Nessuna notizia da allora ma Nvidia tratta ancora vicino ai massimi storici. Tutte queste aziende hanno bisogno di piazzare azioni sul mercato dunque le banche di investimento ne spingono i prezzi e tengono alto il prezzo untario per azione, quasi impossible per il piccolo risparmiatore. Ma è quasi certamente questo gruppetto di aziende il responsabile del prossimo vero crollo di borsa. Se il deflusso dai fondi azonari continua a questo passo vi è ben poco che le banche di affari possano fare per sostenere le valutazioni. http://www.finanze.net/news-Bitcoin_Se_Nvdia_Non_SI_Dimezza__-5278.html Fri, 22 Jun 2018 10:49:00 GMT Grecia, Di Nuovo Sul Mercato, un Segnale Per l'Italia Si approssimava la scadenza finale del programma e dall'inizio era evidente che non sarebbe mai stato possibile per la Grecia conseguire il rimborso. Tuttavia con sacrifici enormi della popolazione oggi i numeri della Grecia sono di tutto rispetto, con un avanzo primario e un Pil che cresce all'1,8%, ben più che in Italia. L'austerità quindi non è la causa della mancata crescita in Italia, semmai si può discutere su come si compone. In Grecia hanno pagato troppo i poveri e poco i riccchi cui si sarebbero potute applicare maggiori imposizioni fiscali, ma il controllo della spesa pubblica è stato rigido. In Italia stamattina un articolo bizzarro del Sole dove in sostanza si suggerisce possibile che la Bce continui a rinvestire a scadenza nel debito pubblico italiano gli oltre trecento miliardi che ne detiene,  tirando un parallelo con il Giappone http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2018-06-21/monetizzare-e-cancellare-debito-paesi-che-fanno-e-come-funziona-172411.shtml?uuid=AE5ZfLAF. Vi è da auspicare che il giornalista dia fiato alle sue esternazioni e non già agendo su un input dell'attule governo che la proposta di cancellare il debito detenuto dalla Bce la aveva inserita nel contratto di governo iniziale. Innanzitutto la combinazione di politiche monetarie e fiscali funziona dove vi è una sola fiscalità a fianco all'autrità monetaria. Noi vorrremmo andare verso la flat tax che è il contrario del resto dell'eurogruppo e dunque non è nenache immaginabile che la Bce continui all'inifinito ad investire nel debito italiano, nel contesto dell'attuale contratto di governo. In secondo luogo non vi è alcun programma di contenimento severo della spesa pubblica a giustificare aiuti europei. Nssuno accorderà mai all'Italia, ad esempio, un piano di rientro dilazionato sul debito detenuto dslla Bce, se dall'altra parte non vi è un severo taglio alla macchina statale. Infine, la discussione sui migranti si arena sostanzialmente non già sulla distribuzione de migranti fra i vari paesi europei ma su come difendere i confini esterni all'Unione. Dunque o l'Italia se ne prende una quota maggiore o alla fine l'Europa taglierà i fondi che sono stati sottratti all'Ungheria e ora reindirizzati in area mediterranea. E' imbarazzante che il primo quotidiano economico italiano si presti ad alimentare aspettative impossibili  http://www.finanze.net/news-Grecia_Di_Nuovo_Sul_Mercato_un_Segnale_Per_l_Italia-5277.html Fri, 22 Jun 2018 08:21:00 GMT Commissioni Parlamentari, Ora l'Italia E' Veramente a Rischio Imbarazzante stamane lo stupore di Bagnai che in un inglese maccheronIco "twiita" sulla reazione negativa dei mercati alla sua elezione https://twitter.com/AlbertoBagnai/status/1009771311458111489 Sia Bagnai che Borghi esprimono posizioni totalmente europeiste, la chicca viene da Borghi che ha confermato possibile entro l'anno la flat tax.  Si tratta crediamo di propaganda elettorale che ha molto impatto sui pesi relativi al governo:  se il Movimento Cinque Stelle rimane in questo governo sarà punito duramente dal suo elettorato, se ne esce deve farlo velocemente perchè il consenso per politiche economiche autarchiche cresce nell'elettorato. I due personaggi non sono chiaramente nelle condizoni di argomentare poitiche economiche sostenibili e le commissioni, come mostra il recente caso di quella istituita per andare a fondo sul dissesto delle banche, non decidono assolutmente niente, semmai insabbiano; ma per l'Italia il segnale è davvero grave. Solo un esempio, l'idea di una finanza comune europea passa da una progressiva armonizzazione delle politiche fiscali: qui con la flat tax l'Italia farebbe il contrario di tutti gli altri stati membri. Può solo succedere se l'Italia viene spinta fuori dall'euro. Sicuramente ci sono molte cose che non vanno nella gestione della banca centrale e del bilancio UE: ma qui all'Italia il divorzio costerebbe molto, molto di più di quanto è costato il matrimonio. http://www.finanze.net/news-Commissioni_Parlamentari_Ora_l_Italia_E_Veramente_a_Rischio-5276.html Thu, 21 Jun 2018 18:34:00 GMT Borsa Italiana, Spread Ancora Rischi Se Salvini Parla di Economia La strategia è quella delineata nell'articolo di ieri ma quando si parla di numeri si possono gabbare milioni di elettori ma le promesse vane e ignoranti non si possono rispettare. Sulla migrazione, Francia e Germania minacciano la revisione sul bilancio comunitario che sottrarrebbe decine di milIardi all'ItalIa. Sulla Fornero il massimo su cui si può discutere è come viene calcolata l'aspettativa di vita dall'Istat, oggi ancora un feudo del PD, istituto abituato a confezionare numeri creativi per l'epoca Renzi, domani chissà. Se Salvini non si limita al suo ruolo di ministro degli Interni, che svolge già in modo estremamente pericoloso, e deborda in economia, facendo di fatto il presidente del consiglio, allora lo spread può tornare velocemente sopra 300 e le banche affondare sotto il peso di vendite massicce. Ieri mossa discutibile di Messina che, evidentemente preoccupato per il proprio ruolo, afferma che una ulteriore caduta in borsa di Intesa renderebbe la banca contendibile. L'altro elemento di negoziazione per l'Europa è la modifica dell'addendum Bce sulla contabilizzazione delle sofferenze bancarie che subito sarebbe irrigidito se l'Italia prendesse derive fanatiche. Ho visto Salvini al mio circolo di tennis due anni fa, circondato da ragazzini adoranti di sedici anni, quelli che vengono regolarmente rimandati o bocciati, prole di genitori disuniti e di nonni  che siccome loro hanno sofferto li giustificano a ogni costo (i professori sono sempre cattivi). La considerazione inquietante è che il sostegno a queste bullate, ma anche a quelle di Renzi  viene dai giovani della classe agiata, quelli che non lavoreranno mai, o che hanno lavori che continuano a pesare sulle loro famglie, ma che a critiche sono maestri.       http://www.finanze.net/news-Borsa_Italiana_Spread_Ancora_Rischi_Se_Salvini_Parla_di_Economia-5275.html Thu, 21 Jun 2018 09:22:00 GMT Takeda Pharmaceuticals Raro esempio di gruppo giapponese davvero multiculturale, l'ammnistratore delegato è un franceso e Shire è un gruppo britannico specializzato nelle malattie rare, Takeda è anche quotata a New York e vnde a modeste diciotto volte gli utili. Il campo delle malattie rare è quello di maggior potenziale per le aziende farmaceutiche perchè generalmente sfugge a lunghiprocessi autorizzativiper ottenere percorsi semplificati. In questi mercati di follia pura, sia politica che di gestione del rischio, Netflix è raddoppiat in alcuni mesi e a detta di tutt gl analisti continuerà a non fare cassa per almeno sette anni https://www.fiercecable.com/video/netflix-will-speed-up-cash-burn-2018-but-analysts-aren-t-worried il settore farmaceutico è un'ancora solida su cui basare le proprie strategie di investimento http://www.finanze.net/news-Takeda_Pharmaceuticals-5274.html Thu, 21 Jun 2018 08:55:00 GMT Politiche sulla Migrazione, il Grimaldello per Ottenere Consensi in Economia Dazi e poltiche anti immigrazione vanno di pari passo ngli Stati Unit, con Trump in pina campagna elettorale per le elezioni di metà mandato a novembre. Piano piano Salvini sugli stessi passi, ora spingendo su politiche protezionistiche in campo economico facendo leva sul grande consenso che riceve in tema di flussi migratori: la settimana scorsa l'intenzione di bloccare le importazioni di grano canadese. Come per tutti i fanatismi una base di verità a spingere queste esternazioni c'è: Farinetti ora il grano lo produce in Nord America, utilizzando molecole geneticamente modificate che portano a produzioni circa quadruple a quelle di un ettaro italiano: nessuno sa cosa succederà (o sta già succedendo data la crescente percentuale di tumori) mangiando cibo geneticamente modificato ma quello che è certo è che Eataly sta facendo quello che la Fiat ha fatto con le auto: la poltica ha ampiamente supportato entrambi e quando non è stato più possible ricevere aiuti ci si sposta all'estero. Ma l'Italia non è in grado di imporre politiche protezionistiche in materia economica, con l'enorme deficit energetico che sopporta: in economie interconnesse risulterebbe in ulteriori aggravi sull esportazioni italiane. Trump può portare avanti di pari passo politiche anti immigrazione e di protezionismo economico perché non ha una Unione cui rispondere. Le conseguneze sono per la borsa che le aziende che dipendono da una presenza diffusa soffrono pesantemente, ieri General Electric esce dall'indice di borsa più antico ed entra Walgreens, azienda farmaceutica il cui mentore è un imprenditore italiano, Pessina con una quantità pregressa di problemi con la giustizia. E che quelle che non possono essere soggette a dazi, prevalentemente aziende della tecnologia, trattano a prezzi folli. Questo atteggiamento acritico durerà ancora per qualche mese e potrà solo scemare se le elezioni di metà mandato non saranno favorevoli ai Repubblicani. Sulla borsa italiana, probabiel si estenda un rimbalzo ad altre banche italiane, dopo Ifis e Banco-Bpm: la BCE sarebbe orientata a torvare l'ennesimo cmpromesso sulle banche con la contabilizzazione delle sofferenze: tutte le volte che succede la borsa festeggia, non si capisce che così l'economia reale può solo peggiorare perché le banche non imprestano.  http://www.finanze.net/news-Politiche_sulla_Migrazione_il_Grimaldello_per_Ottenere_Consensi_in_Economia-5273.html Wed, 20 Jun 2018 11:17:00 GMT Petrolio, Fine dei Tagli Sono ancora gli Americani che dettano le regole in molti campi e dopo i tagli di Iran e Venezuele era logico che l'Arabiia desse una mano agli alleati American che tanto lii supportano nelal lotta contro l'Iran. Ora è ragionevole aspettarsi una forte caduta dei prezzi del greggio; interssanti tornano le linee aeree mentre i produttori di petrolo americani diventano estremamente rischiosi. http://www.finanze.net/news-Petrolio_Fine_dei_Tagli-5271.html Mon, 18 Jun 2018 07:23:00 GMT Euro, Reazione Isterica Avevamo chiuso le nostre posizioni lunghe in euro pochi minuti prima della riunione di ieri della BCE, ma crediamo la reazione sia stat davvero inaspettata alla stessa BCE, Gli elementi che hanno convntoa vendere euro sono il fatto che la BCE continuerà aa reinvestire quanto scde, ma lo fa anche la Fed e che Draghi ha detto i tassi rimarranno bassi per lungo tempo. Continuando a reinvestire quanto scade la BCE sottrae risorse alle imprese, il cui costo di finanziamento sale. Oggi inoltre Trump aannucia nuovi dazi alla Cina e viene indagato per le attività della sua fondazione. Mai come oggi siamo in una situazione di distorte valutazioni con i prezzi dei FAANG che nelle ultime due settimane hanno vsto una accellerazione illogica  e che ci fa pensare siamo molto vicini a una corrrezone notevolissima. Il ministro della agricoltura italiano rischia di far saltare l'accordo per il libero scambio con il Canada e isola il proprio governo dal resto della Unione. Terminata lA fase del QE è probabile che siano gli stessi Tedeschi a spingere per un euro più forte, preoccupati come saranno per il possibile riemergere dell'inflazione. Le aziende saranno csotrette ad alzare i prezzi per contrastare un maggior costo di finanziamento.       http://www.finanze.net/news-Euro_Reazione_Isterica-5270.html Fri, 15 Jun 2018 06:50:00 GMT Sud Corea, ora la Borsa Decisamente Più Interessante Le stime sulla dimensione dell'economia nordcoreana s aggirano intorno ai cinquanta miliardi di dollari di Pil, circa un quarantesimo dell'Italia contro approssimativamente centoventi per il Sud Corea. Trump non è certo un diplomatico ma ha sicuramente fiuto per gli affari: la brutalità con cui ha liquidato l'incontro canadese e l'esaltazione, questa mattina, dell'esito dell'incontro di Singapore, fanno capire dove gli Americani pensano stiano i loro interessi economici. Sul piano dei mercati, è verosimile una graduale integrazione delle due Coree, con la Corea del Sud che trova nuovo sbocco per i propri prodotti. Tra valutazioni, bassissime rispetto agli standard internazionali e maggiore interscambio con gli Stati Uniti, ci sembra l'area decisamente più promettente in cui investire. http://www.finanze.net/news-Sud_Corea_ora_la_Borsa_Decisamente_Pi_Interessante-5265.html Tue, 12 Jun 2018 07:46:00 GMT Italia, Marcia Indietro Sulle Misure Economiche Conferma Di Maio che prima verranno le misure, a questo punto rimane ben poco, a costo zero. Tria ribadisce che il debito deve scendere, mentre si punta a chiedere alla UE un sforamento del deficit di mezzo punto perchè non si inneschi l'aumento dell'Iva http://www.lastampa.it/2018/06/10/economia/lega-pronta-a-sforare-ms-frena-tria-avverte-il-debito-deve-scendere-XHAsF183bOMaIquBlRyGtM/pagina.html. Il quadro è molto meno rivoluzionario di quanto sia temuto all'estero, anche però purtroppo  sul piano della spesa pubblica. Il governo italiano sarà sempre più prudente nelle dichiarazioni, sprattutto in questi giorni che precedono la riunione della BCE. L'arma per tenere a bada l'esecutivo italiano è una chiusura già a settembre del programma di acquisto titoli di stato. E' solo rinnegando tutte, ma proprio tutte le promesse elettorali che otterrà l'assenso della Unione su uno sforamento del deficit più alto del previsto (del vincolo di pareggio previsto in Costituzione non si interessa nessuno) e un possibile allungamento del programma di acquisto sui titoli di stato. Sino a fine anno non ci aspettiamo dunque ulteriori pesanti cadute sul mercato italiano: ma in questi mesi, se non si vuole che a fine anno i rendimenti sui titoli di stato balzino al cinque per cento, bisognerà che il programma di governo sia ribaltato a trecentosessanta gradi:prima tagli consistenti alla spesa, poi eventualmente misure sulle pensioni e sul reddito di cittadinanza. Se si vuole rimanere nell'euro, della flat tax non rimarrà nenanche l'ombra. Il piano di armonizzazone fiscale, nei limiti dei rispettivi vincoli di bilancio, tra paesi dell'area euro non consente che l'Italia applichi un regime fiscale che nessun altro aderente applica. http://www.finanze.net/news-Italia_Marcia_Indietro_Sulle_Misure_Economiche-5263.html Mon, 11 Jun 2018 07:24:00 GMT Argentina, G7, Pochi Motivi di Ottimismo La dimensione della linea è voluta dal FMI per rasscurare i mercati ma d'altra parte crea un effetto di contagio su tutte le divise periferiche. Questi interventi poi saranno sempre più in discussione perché il FMI è finanziato anche dai paesi rientali che però non hanno quasi voce in captolo sulla gestione. A questo si aggiunge un G7 dove davvero non sappiamo cosa cerchi di andare a negoziare l'Italia,  i primi interventi di Conte in materia economica sono sconcertanti: nel discorso alla Camera l'affermazione, forse perché non trovava gli appunti, che l''Italia pensa di ridurre il rapporto stock di debito Pil aumentando il Pil (che non può aumentare molto se lo stock di debito non diminuisce prima: è quello che gli eocnomisti chiamano effetto di "crowding out", di competizione tra pubblico e privato per risorse scarse, il contributo della spesa pubblica alla crescita del Pil è davvero basso, per scarsa efficienza della spesa). Poi ci sarà la pressione di Macron per le tariffe ma ognuno penserà al suo, compreso il Canada. A nostro parere uno dei motli meeting inutili e costosissimi del  G7 che oltre che inutile rischia di diventare dannoso.  http://www.finanze.net/news-Argentina_G7_Pochi_Motivi_di_Ottimismo-5262.html Fri, 8 Jun 2018 08:47:00 GMT Italia, Autoflagellazione Davvero il nostro paese, che ha tante ottime università dovrebbe avere una scuola di politica perché comunque cambino le casacche siamo, sul piano economico, sempre in mano ad analfabeti. Non appena insediato il governo, da Weidmann a Praet si sono alzati i falch potenti della Bce a ricordare che il programma di acquisto titoli dovrebbe finre quest'anno: euro subito al rialzo e rendimento dei titoli di stato che ritorna a livelli quasi doppi di quelli della Spagna. Che iil prgramma debba finire è un dato di fatto, nonostante gli scandali politici il decennale spagnolo è arrivato, dopo un grosso rialzo dei tassi all'1,5% https://www.bloomberg.com/quote/GSPG10YR:IND, non molto più di metà del rendimento su quello italiano https://www.bloomberg.com/quote/GBTPGR10:IND: non si può contnuare un programma solo per sostenere il debito italiano, i programmi unilaterali si chiamano invece commissariamenti. Ieri Conte ha messo le mani avanti dicendo che la Costituzione viene prima del contratto di governo: speriamo vglia dire che ha capito che nessun provvedimento ad impatto eocnomico (Fornero, flat tax, reddito di cittadinanza) può essere attuato (le promesse per il 2020 non contano niente, sono ancora campagna elettorale). Tra l'alrto non vediamo come le clausole di salvaguardia per l'aumento dell'Iva automatico dal 2019 possano essere disinnescate: a meno che l'Italia prenda soldi dalla UE per i clandestini. Paradossalmente con il tipo di negoziazione che stiamo facendo forse arriveranno meno clandestini /rimpatriarne seicentomila è impossibile) ma l'immigrazione è destinata ad aumentare, perché coloro che arivano si fermeranno sempre più al Brennnero perchè l'Europa ci pagherà per fare da guardiano. Ci sonos enz'altro buone cose nel programma ma la negoziazione in campo eocnomico con la UE assorbirà gran parte delle energie disponibili.       http://www.finanze.net/news-Italia_Autoflagellazione-5261.html Thu, 7 Jun 2018 08:02:00 GMT Pressing della Bce sull'Italia Le proteste per ipoteticii minori acqustii di titoli di stato da parte della Bce assomigliano a quelle di Zaia quando chiedeva la secessione ma poi invocava aiuti di stato per le banche venete. E' chiaro che la Bce ora farà di tutto per mettere l'Italia nella condizione di non esaudire neanche una delle promesse elettorali, quelle con impatto economico negativo, almeno sintanto che l'Italia decide di rimanere nell'euro. E' questo il motivo per cui l'euro rimblaza stamane nonostante nuove pressioni sui titoli di stato http://www.finanze.net/news-Pressing_della_Bce_sull_Italia-5260.html Wed, 6 Jun 2018 11:34:00 GMT Facebook, Se Non Cade Ora.. https://www.bloomberg.com/news/articles/2018-06-05/facebook-discloses-data-sharing-deals-with-chinese-device-makers l'utilizzo dei dati da parte di Facebook non era confinato al caso di Cambridge Analitica ma riguarda anche apparentemente la condivisione di dati con alcuni produttori di materiale cinese, tra cui Huawei. E' ironico, perché Facebook è vietato in Cna ma le società cinesi ottenevano dati da Facebook evidentemente per i mercati dell'esportazione. Le valutazioni del titolo sono stratosfriche di per se e se tutte queste notizie non portano a pesanti risarcimenti da pate della società davvero il concetto di democrazia in Occidente è molto offuscato. Soprattutto dopo che Trump nei giorni scorsi ha affermato di avere i poteri per assolversi da solo https://www.vox.com/2018/6/5/17428860/ted-cruz-trump-self-pardon-audio http://www.finanze.net/news-Facebook_Se_Non_Cade_Ora_-5259.html Wed, 6 Jun 2018 07:58:00 GMT Italia, Non Più Rischio Sistemico Vero, Ma Poco Spazio Per la Borsa Flat tax per le famiglie al 2020, riforma Fornero applicabile solo se la quota 100 (anni lavorati più età) prevede almeno sessantaquattro anni d'eta. Dell'enorme buco che avrebbero creato i vari provvedimenti economici rimangono ora cinque miliardi di Fornero e dicissette di reddito di cittadinanza. Parliamo ora di venti miliardi e non ci sembra scontato che comunque tali provvedimenti ottengano fiducia dato che comunque le clausole di salvaguardia scatterebbero per l'aumento dell'Iva già a bocce ferme. La situazione italiana, per quanto grave, non ci sembra passibile ora di creare rischi sistemici: se il governo non perseguirà il folle progetto di affidare alla magistratura la risoluzione dei casi di sofferenza bancaria: il rischio sistemico più grosso per l'italia rimane quello delle banche. http://www.finanze.net/news-Italia_Non_Pi_Rischio_Sistemico_Vero_Ma_Poco_Spazio_Per_la_Borsa-5258.html Tue, 5 Jun 2018 03:40:00 GMT Unicredit-SocGen, le Fusioni che Danneggiano i Clienti Forse non così avanzato il progetto ma è ora chiaro, lo vediamo con il pressing continuo esercitato da Banca d'Italia sulle piccole banche, anche sane, per fondersi, andiamo verso un settore sempre più oligopolistico. Dubitiamo questa operazione possa realizzarsi se il rendimento dei titoli di stato italiani non torna a dove era qualche settimana fa, nessuno vuole fondersi con una istituzione, nel caso Unicredit, che ha in pancia enormi perdite, anche se non valorizzate a mercato. Il risultato, soprattutto nella gestione del risparmio, di questo gigantismo è che i clienti pagano commissioni sempre più importanti. L'idea, in assenza di una industria incapace di farsi pagare quando guadagnano anche i clienti, è quella di lasciare ai risparmiatori ben poche alternative.     http://www.finanze.net/news-Unicredit_SocGen_le_Fusioni_che_Danneggiano_i_Clienti-5257.html Mon, 4 Jun 2018 07:14:00 GMT Una Occasione Sprecata Davvero un peccato perchè si poteva uscire con un prgramma più equilibrato sul piano economico e investire delle cariche importanti, almeno all'Economia, figure in grado di condurre una negoziazione equilibrata.Ora di nuovo difficile immaginare, dopo questa conclusione mediocre, come la borsa possa trovare grande slancio. Trump non ha ora una controparte credibile nella battaglia sui dazi, la Merkel e Macron non riuscranno a trovare un punto di incontro sul tema di una gestione comune delle finanze con il nostro contratto di goveerno, mentre agli Esteri va Mlanesi è forse la figura più di peso dell'esecutivo, oltre che dei suoi omologhi in giro perl'Europa; quelli introdotti sull'acciaio impattano molto fortemente sull'industria europea, e, in Italia su società come Danieli ch pur se impegnata nell'impiantistica vedrà meno facilità ad operare con i paesi del Medio Oriente dove Trump farà di tutto per scoraggiare l'operatività europea nel settore da parte di società europee.   http://www.finanze.net/news-Una_Occasione_Sprecata-5256.html Fri, 1 Jun 2018 06:58:00 GMT Cottarelli Tranquillizza i Mercati, Non l'Economia Reale A giudicare dalla prima reazione dell'euro gli investitori esteri sono ora rassicurati sulla permanenza dell'Italia in area euro, mentre sono subito arrivate le manifestazioni di solidarietà ipocrite dei perdenti al capo dello stato, come a riguadagnarsi un posticino nel possibile formando governo di Cottarelli. Invece che perdere tutto questo tempo Mattarella, il cui discorso di ieri sera era pieno di inutili scarichi di responsabilità, avrebbe dovuto constatare da subito la incostituzionalità del programma sul vincolo di pareggio e evitare discussioni sulle persone. Con quel contratto di governo, Savona o meno, l'Italia sarebbe arrivata allo scontro frontale su accordi europei presi liberamente e non era quello su cui le forze che costituivano il formando governo avevano vinto le elezioni. Così la prima carica dello stato diventa attaccabilissima e francamente molto difficile che chi ha vinto le elezioni si coalizzi intorno a un tecnico che anche ha simpatie politiche opposte, immaginiamo, se ha servito sotto il governo Letta. Cottarelli, a parte avere sparato cifre di fantasia sul costo del governo Conte nei giorni scorsi, ma era campagna, è molto preparato ma come commissario alla spending review ha si identificato correttamente i capitoli di spesa da tagliare, ma poi non ha ottenuto nulla durante il suo mandato. I prezzi dei titoli di stato e la borsa probabilmente rimbalzeranno in questi giorni venturi; entrambe elementi su cui troppo si è concentrato il discorso di Mattarella. Quando si dice che il costo del debito è salito in questi giorni e che la borsa ha bruciato decine di miliardi si dice una stupidaggine perché si tratta di economia di carta. Come già ricordato la durata media del debito in Italia è sette anni per cui l'aumento dei rendimenti, che comunque avverrà non appena la BCE smette di comprare titoli di stato, impatta su emissioni che al massimo rappresentano un settimo del totale. Sulla borsa, il flottante è una frazione delle capitalizzazioni e soprattutto la detenzione diretta di azioni da parte dei privati è minima. Mattarella ha detto una schiocchezza. Anche se non si parla di euro i prezzi delle banche in borsa devono crollare e non ha a che fare con il programma di governo ma con la loro detenzione di titoli di stato e le pratiche scorrette di contabilizzazione delle sofferenze. Non c'era niente ieri nel discorso di Mattarella che ammettese questi squilibri, che niente hanno a che fare con i programmi di governo ma molto hanno a che fare con la pratica costante di nascondere favorita da tutti i precedenti governi recenti. Con il modo invece con cui si è messo fine al tentativo di governo, i sentimenti di antipolitica non possono che crescere. Su un eventuale rimbalzo liquideremmo dunque qualsiasi posizione azionaria in Italia, la credibilità delle istituzioni è ora ridotta al minimo. In attesa di vedere se Cottarelli coalizza una maggioranza politica vera intorno al suo programma: se questo accadesse la borsa, ma anche l'economia reale, ne beneficierebbero grandemente: la probabilità che accada oggi ci sembra molto limitata, anche se davvero sarebbe auspicabile.   http://www.finanze.net/news-Cottarelli_Tranquillizza_i_Mercati_Non_l_Economia_Reale-5249.html Mon, 28 May 2018 03:54:00 GMT Ora i Timori sull'Italia Sono Eccessivi La borsa italiana potrebbe rimanere sotto pressione in particolare sulle banche, dove si immagina che la flat tax possa far incassare allo stato dieci miliardi all'anno e su servizi di pubblica utilità, con i tassi che salgono, ma le preoccupazioni sulla composizione del consiglio sono del tutto fuorvianti. Per quanto debole sia l'intervento di Mattarella, la Costituzione sancisce un principio di pareggio di bilancio (che non rispettiamo mai)per cui se le misure proposte sono ex ante chiaramente ad aumentare il deficit, il Presidente della Repubblica non può approvarle, perché anticostituzionali. Ne segue che al di là della simbologia pubblica ben poco succederà sul lato delle misure economiche mentre è probabile che lato gustizia e conflitto di interesse, anche data la formazione dell'incaricato si faccia qualcosa. Questo implica una posizione di contrasto netto con il resto del centro destra che non è detto che regga a lungo. Ma anche ammettendo che così sia, sul piano del bilancio pubblico l'Italia non ha alcuna possiblità di implementare le misure previste dal piano di governo, Savona o meno all'Economia.   http://www.finanze.net/news-Ora_i_Timori_sull_Italia_Sono_Eccessivi-5248.html Fri, 25 May 2018 09:18:00 GMT Fed, Pochi Ulteriori Aumenti dei Tassi Ritorna nei verbali della Fed l'idea di guardare all'obettivo di inflazione in mdo simmetrico, ovvero di accettare eventuali superamenti del tetto del due per cento come funzionali ad un aggiustamento di lungo periodo introno a quel livello. Il messaggio è che se anche l'inflazione dovesse superare il tetto temporaneamnte la Fed non procederà ad aumenti nei tassi a ritmi accelerati. Crediamo che ora i tssi sul decennale americano tenderanno a stabilzzarsi sotto il tre per cento e che assisteremo ad un recupero piuttosto veloce della divisa americana: anche alla luce di un probabile governo italiano motlo meno "rivoluzionario" di quanto le promesse elettorali facessero pensare (o sperare). http://www.finanze.net/news-Fed_Pochi_Ulteriori_Aumenti_dei_Tassi-5247.html Thu, 24 May 2018 06:58:00 GMT Da Domani Probabile Rimbalzo (Forte) dell'Euro Mattarella aveva la possibilità di intervenire su punti del programma e c'è da sperare almeno che se non l'ha fatto molte dellecose impossibili da fare, flat tax, Formero, reddito di cittadinanza saranno rimandate a data da definire (nessuna scadenza è prevista nel contratto di governo per la loro attuazione). D'altra parte alla UE torna comodo un ruolo più forte dell'Italia nel controllo dell'immigrazione ed è probabilmente per questo che la commissione porta al 2019 le verifiche di bilancio (se dicono che mancano dieci milardi è perché pensano che nessuna delle cose sopra verrà fatta). I mercati finanziari probabilmente festeggeranno un'ennesimo cambiamento mancato.       http://www.finanze.net/news-Da_Domani_Probabile_Rimbalzo_Forte_dell_Euro-5246.html Wed, 23 May 2018 20:15:00 GMT Ora Per l'Italia E' Davvero Difficile Dunque convocato oggi pomeriggio questo yes-man del formando governo, nessuna cultura economica..A meno che Mattarella stupisca tutti convcandolo per congedarlo, ma ci sembra poco probabile. Anche dall' Europa, stamattina Moscovici dice la sua, si propende per lasciare che l governo si formi così su questi programma per poi impallinarlo sulla gestione del debito. In Italia, non si può discutere il ruolo della mamma, di Buffon e del Presidente della Repubblica, ma qui le funzioni in suo potere sono usate malissimo e per scaricarsi di qualsiasi responsabilità. http://www.finanze.net/news-Ora_Per_l_Italia_E_Davvero_Difficile-5245.html Wed, 23 May 2018 14:05:00 GMT Iran e Venezuela, Meno del Dieci Per Cento della Produzione Mondiale Prezzo del petrolio che schizza alle stelle sull'ipotesi ceh Trump metta altre sanzioni sull'import export di petrolio con il Venezuela (che importa dagli Stati Uniti greggio leggero per diluire il proprio al fine di renderlo esportabile). L' Arabia Saudita dovrà quasi certmaente uscire dal cartello dopo le sanzioni all'Iran per favorire gli alleati americani. I prezzi dei titoli del comparto sono molto alti, soprattutto quelli dei produttori di shale oil americani http://www.finanze.net/news-Iran_e_Venezuela_Meno_del_Dieci_Per_Cento_della_Produzione_Mondiale-5238.html Fri, 18 May 2018 08:34:00 GMT Senza Concreti Tagli alla Spesa, Impossibile la Negoziazione con Bruxelles Alla fine la via delle riforme in Italia si arena sempre sullo stesso punto: vi sono senz'altro ottime ragioni per rinegoziare con Bruxelles, cui l'Italia nel periodo Monti ha mandato sessanta miliardi di trasferimenti senza ricevere nulla in cambio, a differenza della Spagna, che messa allora più o meno come l'Italia, decise meno presuntuosamente di farsi commissariare e ricevette decine di miliardi di contributi per rimettere in sicurezza il sistema bancario. Ma una maggiore flessiblità, che comunque oggi non è più prevista all'interno del patto sulle clausole di salvaguardia, può essere strappata se maggiori uscite e maggiori entrate vengono proposte in modo almeno in parte coincidente. Ad esempio si potrebbero proporre realistici tagli di spesa, diciamo di sette miliardi per quest'anno e proporre un'applicazione postposta, se proprio ce ne è bisogno, di almeno una delle due misure.  Quello che spaventa di più è la flat tax perché nel concreto il reddito di cittadinanza lo prenderebbero molti meno di quanti si pensi: chi aspira a questo diritto dovrebbe iscriversi agli uffici di collocamento e non avere avuto successo con almeno tre proposte di impiego: la probabilità che arrivi solo a discuterle è vicino allo zero quindi prima di vedere uscire questi soldi passerebbero forse anni. Ma sulla flat tax il buco è subito dunque bisogna subito proporre tagli di spesa (con molta incisività si potrebbe appunto pensare alla cifra sopra indicata, che era grossomodo quello che aveva suggerito Cottarelli durante il suo mandato). Ma il governo nasce fragile dunque avere il sostegno, anche esterno, di parlamentari a cui si vogliono tagliare gli stipendi è quasi impossibile. Dunque di tagli di spesa veri per lo meno per quanto si legge sui giornali, nel contratto di governo si parla molto poco. La sicurezza con cui Salvini va all'attacco dei burocrati dei Bruxelles, pur con delle ragioni concrete, troverebbe forse sostegno anche da altri paesi come la Francia se fosse controbilanciata da un piano credibile di tagli alla spesa. Altrimenti è meglio rifare la legge elettorale e poi avere un governo con una maggioranza indiscussa che può fare quello che promette; a meno che davvero non si voglia uscire dall'euro.   http://www.finanze.net/news-Senza_Concreti_Tagli_alla_Spesa_Impossibile_la_Negoziazione_con_Bruxelles-5236.html Thu, 17 May 2018 07:43:00 GMT Borsa Italiana, Puntellata dai Fondi Non occorrono grandi intuzioni per osservare che la borsa è sostenuta dall'operato dei fondi che certamente in questo periodo fanno da sostegno unico al listino migliore da inizio anno. Sulle possibili reazioni dei clienti alla formazione dell'eventuale nuovo governo è chiaro che una posizione di confronto con Bruxelles genererebbe vendite da parte degli operatori esteri. Occorre fare molta attenzione a prendere la forza relativa della borsa italiana come fiducia da parte degli investitori, ed è il momento peggiore possibile per seguire le sirene dell'analisi tecnica. Se poi si innescano nuove tensioni politiche come sebra oggi succeda in Corea, allora la borsa italiana potrebbe subire due circostanze negative contemporanee         http://www.finanze.net/news-Borsa_Italiana_Puntellata_dai_Fondi-5235.html Wed, 16 May 2018 08:16:00 GMT Cessione Npl, Operazione Unicredit Destinata a Rimanere Isolata La cessione di un importante pacchetto di sofferenze era stato annunciato da Castagna al momento della fusione e mai realizzato. I conti presentati ieri sono chiaramente il rflesso di un piano azzardato, presentato per convincere a ogni costo i soci alla fusione. Ricordiamo che la cessione di NPL da parte di Unicredit è stata oggetto di critiche da parte della BCE così come la contabilizzazione degli strumenti convertibilii della banca qualche giorno fa. Nella cessione di Unicredit, la Bce contestava il fatto che si deconsolidasse il pacchetto, cedendo ad un veicolo partecipato al 49% pagando però al nuovo azionista commissioni che equivalgono al minor valore dei crediti in sofferenza che venivano acquistati a prezzi troppo alti. Non crediamo la BCE autorizzrà altre operazioni del genere: il che si riflette su un aumentato rischio di altri istituti, come Banco-Bpm, che su queste cessioni basavano l loro piano di rilancio. http://www.finanze.net/news-Cessione_Npl_Operazione_Unicredit_Destinata_a_Rimanere_Isolata-5231.html Fri, 11 May 2018 08:14:00 GMT Stati Uniti, l'Inflazione Non E' un Problema In mercati guidati dalla cassa mediatica si tende sempre a reagire eccessivamente a ogni notizia: all'inziio dell'anno l'euro era fortssimo perché uscivano dati economici (vecchi di alcuni mesi) che facevano riempire le testate finanziarie di giudizi entusiastici sulla ripresa europea, poi rivelatasi molto più debole del previsto. Ora la lettura sull'inflazione americana si attesta (linea verde del grafico) ancora sotto all'obiettivo della Fed, seppur di poco. In pochi minuti ieri il dollaro ha perso quasi l'uno per cento salvo poi fare un tentativo di recupero nel pomeriggio su ricoperture tecniche, da chi oramai si aspettava una discesa sino a 1,15. Inoltre Powell ha pù volte charito che se anche la linea verde passasse il due per cento riterrebbero il fenomeno destinato a rientrare.   http://www.finanze.net/news-Stati_Uniti_l_Inflazione_Non_E_un_Problema-5230.html Fri, 11 May 2018 07:42:00 GMT Italia, Con un Governo Politico si Può Tornare a Investire Invece che Speculare Non abbiamo sensibilità per materie politiche ma diremmo che le forze che hanno perso alle elezioni a questo punto hanno deciso avrebbero avuto ancora più da perdere da nuove elezioni. Reddito di cittadinanza o comunque lo si voglia chiamare e abolizione della Fornero costano molti miliardi e l'Italia è già sotto lo scacco della Commissione Europea per l'eventuale aumento dell'Iva conseguente alla attivazione delle clausole di salvaguardia. Altra parte delle risrse viene in realtà reperita, nll intenzioni dei Cinque Stelle aumentando la misura del Pil potenziale, dato che con il reddito di cittadinanza vengono considerati forza lavorativa un maggior numero di lavoratori. Questo è solo unartificio contabile, che speriamo non eviti misure immediate sulla spesa pubblica.  E' difficile prevedere le reaioni di borsa in mercati dove su quello americano, ad esempio le società che hanno fatto peggio in questi mesi sono paradossalmente quelle che hanno comunicato i migliori risultati https://www.marketwatch.com/story/dont-panic-when-the-stock-market-punishes-companies-for-good-earnings-2018-05-07 mentre contnuano a prosperare in borsa quelle con bilanci disastrosi come Tesla o Netflix. Diremmo però che le risorse verranno probabilmente reperite con una incisione significativa sulla spesa pubblica e qui pare che le due forze che sembra si apprestino a formare il governo sembrano essere d'accordo. E se così fosse soprattutto gli investitori internazionali guarderebbero con grande favore alla manovra.  Se così sarà, gli effetti principali si sentiranno sulla macchina delle partecipate, da cui lo stato incassa lauti dividendi. Meno spazio, se il governo fa sul serio per manipolazioni sul prezzo di titoli come Poste che vengono fatti salire solo perché lo stato deve piazzare in borsa altre quote e liberare CdP che ora partecipa alle due reti di Enel e d Tim, di alcune partecipazioni (dubitiamo molto che si interverrà con forza sui conflitti di interesse in capo al settore, qualche rassicurazione Berlusconi la avrà ottenuta). La razionaltà direbbe che da oggi l'euro si rafforzi e le piccole e medie capitalizzazioni, fuori da possibili rimescolamenti nel sstema di potere delle cassaforti dello stato, in particolare delle partecipate che fanno capo a Cdp (che forse a questo punto potrebbe non vedere rieletto il management in scadenza), facciano meglio del mercato. Ammesso appunto che le promesse elettorali siano mantenute. Certo per la borsa è comunque meglio ora avere un governo politico che un governo neutro, che avrebbe trascinato inutilmente questioni aperte. http://www.finanze.net/news-Italia_Con_un_Governo_Politico_si_Pu_Tornare_a_Investire_Invece_che_Speculare-5226.html Thu, 10 May 2018 06:24:00 GMT Iran, Spaccatura Insanabile tra Usa e Europa Passata ieri come una non notizia ieri su Unicredit le richieste di chiarimento di un fondo sulla contabilizzazione delle obbligazioni convertibili, questione che non è irrilevante e rigurada tre miliardi di titoli portati, secondo il fondo ingiustamente, a mezzi propri. Da lì la reazione negativa delle banche, anche quella di Intesa che pure è uscita con una buona trimestrale. Trump difende la scelta con quello che sta succedendo in Siria e l'influenza oramai dominante che l'Iran esercita sul paese. Per molti commentatori è oramai un dato di fatto cui non si può rimediare.  In aggiunta le richieste dell'Argentina al Fondo Monetario sono corpose, trenta miliardi e faranno inevitabilmente uscire le voci di chi è poco rappresentato nel consiglio del fondo, soprattutto gli Orientali. Possibile una fiammata sui titoli delle energie rinnovabili, se il petrolio rimane a questi livelli, ma difficilmente in questi momenti gli investitori fanno ragionamenti razionali. Interessante ora il nostro portafoglio obbligazionario, dove tra esposizione dollaro e brevi scadenze su Messico e Brasile si possono davvero spuntare buoni rendimenti.   http://www.finanze.net/news-Iran_Spaccatura_Insanabile_tra_Usa_e_Europa-5225.html Wed, 9 May 2018 07:02:00 GMT Borsa Italiana, Appesa a un Filo di Speranza Evidente stamane che l'potesi di un governo tcnico non piace alla borsa italiana. Si aggiungono l obiezioni di un fondo di investimento alla contabilizzazione di alcuni strumenti da parte di Unicredit, minimizzati dalla banca ma che possono senz'altro essere utilizzati dal fondo speculativo per abbattere le quotazioni. Per la verità una possibilità che si formi un vero governo esiste: se Lega e Movimento Cinque Stelle sfiduciano quello tecnico allora la Lega potrebbe essere spinta dllo stesso Presidente della Repubblica a trovare un accordo su un governo politico che per sei mesi governi e cambi la legge elettorale. http://www.finanze.net/news-Borsa_Italiana_Appesa_a_un_Filo_di_Speranza-5223.html Tue, 8 May 2018 10:58:00 GMT