FINANZE - NEWS http://www.finanze.net NEWS it info@finanze.net info@finanze.net FINANZE RSS Feed Generator Manpower, Prezzo 99,9 Oltre il cinquanta percento l'aumento di utile dall'anno scorso, titolo che vende a tredici volte gli utili e che contnua a scndere. La borsa americana è diventata una vera bisca, ma nella definizione di lavoratori occupati cadono oramai svariati milioni di lavoratori temporanei e le agenzie coem Manpower non possono che beneficiarne. Il titolo è davvero a buon mercato, anche se in questo contesto di eccessi può volerci molto più di quanto sarebbe logico per vedere realizzarsi un'idea. http://www.finanze.net/news-Manpower_Prezzo_99_9-5204.html Tue, 24 Apr 2018 08:12:00 GMT Netflix, Non Arriverà Mai un Profitto Siamo credo al punto più basso nella qualità dell'informazione finanziaria mai raggiunto. La conferenza stampa della direzione di Netflix è un inseme di strafalcioni grammaticali e di affermazioni senza senso https://seekingalpha.com/article/4163354-netflixs-nflx-ceo-wilmot-hastings-q1-2018-results-earnings-call-transcript?auth_param=6pb01:1ddano7:8c6afe1f9b2e396904f892433950175f&uprof=38 La società brucia tra i tre e i quattro miliardi di cassa e più aumenta la base dei sottoscrittori più aumenta il buco. Il titolo vende a dieci volte il fatturato che è sempre inferiore alla cassa bruciata e più si espandono internazionalmente più costoso è produrre.vQueste aberrazioni sono solo possibile perchévla stampa finanziaria una volta seria dedica ora la prma pagina a un'azienda come questa e non è difficile immagnarne i motivi https://www.ft.com/content/b222bd22-41ca-11e8-803a-295c97e6fd0b Qui in video l'intervento di un analista che spiega la situazione in modo chiaro, e che gli intervistatori trattano nell'intervista come uno squilibrato https://www.cnbc.com/video/2018/04/16/netflixs-international-expansion-has-been-unprofitable-researcher.html Poichè queste società non faranno mai un utile hanno bisogno di vendere azioni sul mercato per finanziare i buchi di cassa. Stampa e media fanno la loro parte per sostenere il gioco   http://www.finanze.net/news-Netflix_Non_Arriver_Mai_un_Profitto-5199.html Tue, 17 Apr 2018 08:56:00 GMT General Electric, Prezzo 13,51 Solo commenti negativi sul titolo da parte degl analisti, quello di Morgan Stanley ha addirittura un obiettivo di prezzo a 11. Nelle ultime sttiman la società ha ricevuto un ordine per motori d una nuova fornitura di aereoplani per American Airlines, che uniti a quello ordinati dai Cinesi qualche mese fa rappresentano la più grande concentrazione di ordini per la divisione aereonautica dlla storia. La divisione pesa parecchio sul conto economico e la divisione healthcare che è soprattutto attiva nei mezzi di contrasto, va bene. La imputazione a conto economico delle sopravvenienze passive derivanti dalla ex divisione assicurativa dovrebbe essere esaurita mentre problemi potrebbero ancora venire dalla divisione energetica. Complessivamente ci aspetteremo buone notizie dai risultati di venerdì.   http://www.finanze.net/news-General_Electric_Prezzo_13_51-5198.html Mon, 16 Apr 2018 09:53:00 GMT Volkswagen, Prezzo 176 Fuori Mueller, che molta stampa erroneamente indica come il responsabile dello scandalo sulle emissioni  (la stessa cosa la facevano tutti i produttori europei, le centraline le produce per tutti Bosch), mentre invece era subentrato tre anni fa proprio all'insorgere della vicenda. Certo ne era al corrente come tutti gli altri, compreso il nuovo numero uno. Più corretta l'analisi del Guardian https://www.theguardian.com/business/2018/apr/12/volkswagen-announces-herbert-diess-new-ceo una delle poche testate che produce ancora stampa di qualità. L'ex amministratore delegato sarebbe responsabile di non aver adeguato abbastanza velocemente la produzione. Ora l'azienda viene riorganizzata in tre divisioni, la prima quellla dei marchi più popolari come VolksWagen e Skoda, una divisione premium che riguarda sostanzialmente Audi e la superpremium con marchi come Porsche, Lamborghini e Bugatti. Volkswagen vende a sette volte gli utili, meno di Fiat, ha un rapporto di indebitamento che è circa la metà e copre tutti i segmenti di mercato. Vi sono poi i mezzi pesanti (Scania) per cui in Cina vi è senz'altro un grande mercato potenziale. Per mentalità è più facile che i Cinesi lascino entrare i Tedeschi nel mercato dell'auto premium che gli Americani. I Cinesi sanno che non tutto il mercato interno potrà essere servito da veicoli elettrici e potrebbero entrare in uno scambio di tecnologie significativo con il gruppo tedesco. E' più facile che tra dieci anni vedremmo veicoli elettici cinesi in Europa piuttosto che Tesla. Il titolo è interessante, la strategia ben disegnata per competere in un mercato globale, dopo i danni che la Merkel,  completamente scomparsa dai tavoli degli accordi commerciali, ha inflitto al gruppo. http://www.finanze.net/news-Volkswagen_Prezzo_176-5194.html Fri, 13 Apr 2018 07:45:00 GMT Whirlpool, Prezzo 148 Ebitda del 10%, rapporto prezzo utile intorno alle undici volte e un miliardo di cassa libera, su dieci di captalizzazione, non bastano all'analista che vede l titlo a centotrentacinque in un anno. Le motivazioni, il rallentamento del ciclo delle costruzioni e l'aumento de prezzi delle materie prme. Goldman Sachs ha una tradizione pessima nelle raccomandazioni, e i soldi li ha fatti spesso scaricando posizioni dai propri libri mentre raccomandava i titoli ai clienti. A noi sembra ottimo valore e che le possibili componenti negative citate siano più che compensate dalfatto che con le tariffe imposte da Trump sugli elettrodomestici, la loro quota d mercato è destinta ad aumentare.     http://www.finanze.net/news-Whirlpool_Prezzo_148-5186.html Mon, 9 Apr 2018 07:50:00 GMT Fiat Chrysler tra Fantasia e Realtà Torniamo a  vendere allo scoperto Fiat Chrysler, dove a giudicare dalla spinta delle banche di investimento "serve" un prezzo del titolo superiore ai venti euro per gli scopi dell'azionista di riferimento. Il titolo ha fatto oltre il dieci per cento in due sedute, prima per le vendite di Jeep, che contano tuttavia abbastanza poco in termini di risultato di gruppo, poi per la decisione del consiglo di scorporare Magneti Marelli. Magneti è davvero poco interessante per un investitore e il percorso verso la quotazione ci sembra davvero tortuoso. Ma come accade per i titoli tecnologici in America, Fiat Chrysler è più interessata al prezzo del titolo in borsa che al piano industriale sia per riequilibrare i bilanci che per gli interessi degli azionisti di riferimento, non ultimo Marchionne che l'anno venturo esce, sperando in una liquidazione quasi miliardaria. Ci sono buone ragioni: come per Netflix e Tesla il rapporto debito mezzi propri dell'azienda fa spavento: quasi quattro volte per Fiat Chrysler, tra le cinque e le sei volte le prime due. L'unico modo per riequilibrarlo è piazzare azioni a sovrapprezzo sul mercato, perché dI nuovi debiti queste aziende non ne riescono a fare.       http://www.finanze.net/news-Fiat_Chrysler_tra_Fantasia_e_Realt_-5184.html Fri, 6 Apr 2018 07:58:00 GMT Borsa Cinese, Alcune Ottime Occasioni Buoni movimenti ieri su titoli cinesi quotati alla borsa americana che erano stati pesantemente penalizzati negli scorsi giorni. Interessanti sprattutto i titoli del trasporto aereo e del fotofoltaico. Chna Eastern Airlies ha un accordo strategico con Delta e non verrà senz'altro colpita da questo fuoco incrociato, mentre nel fotovoltaico i Cinesi esportano pochissimo ngli Stati Uniti, mentre i titoli del comparto sono stati falcidiiati http://www.finanze.net/news-Borsa_Cinese_Alcune_Ottime_Occasioni-5180.html Wed, 4 Apr 2018 08:10:00 GMT Gamestop, Prezzo 12,6 Teniamo sempre nota delle cose che consigliamo e che vanno male: a distanza di tempo nella maggioranza dei casi si sono rivelate poi idee non stupide, ma è certo che qui dove il titolo scende un ulteriore otto per ceno dalla nostra segnalazione della scorsa settimana dobbiamo sembrare molto stupidi. Qui una breve analisi su quanto discusso dall società in occasione della presentazione dei risultati https://finance.yahoo.com/news/still-not-fun-games-gamestop-180704622.html, l'altro ieri: crescita complessiva del 15% e utili in crescita: ma prvisioni di utili leggermente in discesa (fascia 3,35/3 dollari), contro 3,30 di quest'anno e poca chiarezza a detta degl analisti sulla strategia di trasferimento dalla console al digtale. Risultato, dopo che nel dopoborsa di due giorni fa il titolo è salito a quasi quindici dollari, ieri è sceso sino al prezzo che indichiamo nel titolo. Se l'azienda stesse per scomparire come indica un prezzo in borsa visto solo nel 2005, la direzione non sarebbe così stupida dal pagare un dividendo dell'undici per cento, invariato rispetto all'anno scorso: terrebbe risorse in azienda per provare a fare qualcosa di diverso. Se il dividendo foss stato tagliato pesantemente, quello sì ci sarebbe sembrato un segno di allarme. Ci sembra uno di quei casi dove, mgari aspettando la prossima trimestrale, si potrebbe assistere a un ripensamento da parte degli analisti. Nella maggioranza dei casi capita sui mercati finanziari che quello che non ha senso, è la tesi del lbro che ha ispirato questo sito, prima o poi torna ad averlo. Per diversi mesi siamo sembrati molto stupidi quando dicevamo di vendere allo scoperto Facebook, Amazon, Nvidia, Tesla, Netflix, ora riceviamo diverse richieste (forse tardive) di sottoscrittori che ci chiedono indicazioni per vendere titoli allo scoperto. Poi ci sono i casi in cui ci sbagliamo davvero, ma qui, abbiamo seguito in diretta tutta la prsentazione dei risultati, ci sembrerebbe di no. http://www.finanze.net/news-Gamestop_Prezzo_12_6-5176.html Fri, 30 Mar 2018 12:28:00 GMT Gamestop, PREZZO 13,88 Dipenderà certo da dove starà la borsa in questi giorni ma è questa l'azione in assoluto piùa buon mercato del listino, quasi la societàstesse per fallire. A Natale il gruppo ha annunciato una forte riorganizzazione e ci immagneremmo che qualche frutto si veda nei isultati dopodomani. http://www.finanze.net/news-Gamestop_PREZZO_13_88-5168.html Mon, 26 Mar 2018 19:25:00 GMT Creval, Carige, Trovati "gli Investitori" Tutto Come Prima Con questa cosa che le banche non possono fallire in Italia chissà mai perché stampa e autorità di vigilanza sono sempre alla ricerca di polli involontari cui piazzarle. Dopo la fiammata di Carige nei giorni scorsi che ha aiutato  "convincere" certi operatori a farsi carico dell'enorme inoptato su Creval, stamane la notizia che Carige di cessioni non ne ha proprio fatte e che cercherà di mettere l'intero pacchetto di sofferenze sul mercato https://www.milanofinanza.it/news/carige-ecco-i-crediti-in-vendita-201803212027403187. Di privati che sottoscrivono  ce ne sono sempre meno ma è importante non farsi ingannare da fiammate temporanee, che sono sempre guidate a cercare di raccogliere soldi. Sarà interessante vedere come il nuovo governo deciderà di "contablizzare" la perdita su MPS, oramai a quasi quattro miliardi; tenere la partecipazione a costo sperando che qualcosa succeda non funzionerà, sino al prossimo aumento di capitale "volontario". http://www.finanze.net/news-Creval_Carige_Trovati_gli_Investitori_Tutto_Come_Prima-5162.html Thu, 22 Mar 2018 11:47:00 GMT Dopo Facebook, Ogni Inganno Difficile da Sostenere Gli investitori si fanno trascinare dalle favole imbastite dalle case di investimento e sui titoli della tecnologia queste favole sono molto redditizie per le banche, perché quando si quota una società a decine di volte il suo vero valore, le commissioni per le banche di investimento sono enormi. La politica trova in queste aziende della tecnologia gli alleati moderni, che trovava nelle compagnie petrolifere vent'anni fa. Ma se i modelli di business non sono sostenibili, prima o poi succede qualcosa che lo rende palese, come nel caso di Facebook. I social network fanno soldi se vendono i dati, più o meno lecitamente, se no li perdono. Netflix produce più debito che fatturato e arriverà un momento in cui non potrà più accaparrarsi i diritti per costosissime serie televisive, la ultima quella sugli Obama, a meno che riesca a convincere gli investitori, in questi giorni la notizia gira con insistenza, a sottoscrivere aumenti di capitale a questi prezzi demenziali. I Cinesi non sembrano particolarmente interessati al mezzo e sono sicuramente gli unici investitori che comprano a qualsasi prezzo pur di sbarazzarsi della concorrenza, come è successo con il cinque per cento di Tesla comprato da Tencent (ora Tesla non riesce più a avere le autorizzazioni per gli stabilimenti in Cina). Su Tesla abbiamo scritto sin troppo spesso, ma il fermo della produzione della scorsa settimana è come confermato da "talpe" interne all'azienda, testimone di un problema vero, non di un semplice miglioramento come Musk lo ha voluto vendere. Le criptovalute non sono morte ma la loro esistenza non dipende dall'esistenza dei bitcoin miner: al przzo di bitcoin questa attività è ampiamente in perdita, dunque o il prezzo delle schede grafiche scende molto o non si venderanno più e Nvidia non potrà più uscire con bilanci stellari. Sul mercato domestico, Poste ha aumentato il dividendo per consentire a Cdp di distribuire utili al Tesoro: il prezzo viene sostenuto perché il Tesoro deve collocare in borsa uan seconda tranche e lo deve fare a prezzi più alti della prima. Su Fiat, le ultime bufale, dopo Magneti Marelli ora girano intorno alla divisione macchine terra, e si può essere certi che qusto circo continuerà fino al momento in cui Marchionne incasserà la sua liquidazione. Il gruppo controlla larga parte della stampa domestica e l'Economist e fa scrivere ai giornali quello che vuole, e la gente ci crede. Ma i numeri del gruppo continuano a peggiorare e se la Fiat davvero smette di fare motori diesel è meglio che cerchi di crescere moltissimo negli Stati Uniti e non sta succedendo, anzi il gruppo continua a perdere quote di mercato.    http://www.finanze.net/news-Dopo_Facebook_Ogni_Inganno_Difficile_da_Sostenere-5158.html Wed, 21 Mar 2018 08:59:00 GMT Reliance Steel & Aluminum prezzo 93,29 Il titolo vende a modeste undici volte, nonostante i rialzi conseguiti ai recenti annunci e rappresenta senz'altro buon valore. L'azienda paga un dividendo del due per cento e i ttoli sono vicini al massimo dell'anno. Considerando possibile una correzione non compreremmo sopra i novanta dollari.   http://www.finanze.net/news-Reliance_Steel_Aluminum_prezzo_93_29-5153.html Wed, 14 Mar 2018 07:45:00 GMT LG Display, Prezzo 13 Bastone e carota nella politica di Trump con l'approvazione delle tariffe, che daranno più fastidio all'Europa che alla Cina (l'America ha un deficit commerciale di circa quattrocento miliardi all'anno con la Cina che certo non può ribaltare) e l'incontro ad effetto con il leader nordcoreano. Il comunicato sulle tarffe lascia spazio a enormi interpretazioni, ma è chiaro che l'area euro non ha grandi strumenti di difesa. La reazione sembra sarà quella di imporre tariffe su beni le cui importazioni valgono meno di un miliardo di euro e su cose che agli Americani non spostano una virgola https://www.milanofinanza.it/news/pronte-le-contromisure-dell-ue-sui-dazi-usa-nel-mirino-bourbon-e-succo-d-arancia-201803071327386449; la Svizzera rende poco agevoli le consegne di prodotti provenienti dai magazzini tedeschi di Amazon; se a Bruxelles non si conclude che il miglior contrattacco sarebbe su Apple e Amazon viene purtroppo da pensare che chi sta alle commissioni europee sia diciamo in termini amichevoli con le due aziende. La mossa sul Nord Corea, ammesso che non si tratti di teatro, sembra un chiaro modo per trovare sponda nei Sudcoreani contro la dominanza cinese nel campo della tecnologia. Lg è scesa ei giorni scorsi prncipalmente perché la tanto attesa fornitura di schermi Oled a Apple potrebbe essere a rischio n caso di guerre commerciali https://finance.yahoo.com/m/5f8fcac6-94df-3f18-b18f-c31231126224/why-apple-could-be-grooming.html. Il titolo è estremamente a buon mercato e rappersenta a nostro parere uno dei miglior valori fondamentali in circolazione. In particolare se come immaginiamo dal meeting tra Trump e il leader coreano nasceranno opportunità per il Sud Corea, che ha già lanciato innumerevoli segnali di distensione a Kim Jong-un. http://www.finanze.net/news-LG_Display_Prezzo_13-5149.html Fri, 9 Mar 2018 11:10:00 GMT Fiat, Nessuna Sorpresa La ultima delle sparate è la possibile quotazione di Magneti Marelli, che non si comprerebbe nessuno, la ultima notizia i dati disastrosi di vendite diffusi in settimana ma ampiamente prevedibili sulla base dell'andamento delle vendite 2017. Ora il manager si è inventato che la Fiat non produrrà più auto diesel dal 2022, perché lo hanno detto Toyota (che lo può fare) e VolksWagen (che forse lo può fare): ma se così fosse le vendite di Fiat crollerebbero; non ha in casa alcuna tecnologia competittiva su motori ibridi o elettrici. Ne sparerà ancora di molto grosse prima della sua liquidazione, Goldman Sachs ha un prezzo obiettivo superiore ai venti euro ed è evidente che a quei prezzi Marchionne diventa molto ma molto ricco. La cosa sorprendente è che il novanta per cento dei risparmiatori che ci sottopongono dei portafogli hanno Fiat. Non sono bastate le esperienze storiche per capire che quando il titolo viene spinto è perché gli azionisti di riferimento si liberano di parte delle loro azioni. Chi è molto investito in azionario, da alcuni mesi consigliamo posizioni nette non superiori al 30% del portafoglio, dovrebbe crediamo usare giornate positive per alleggerire: un esito gradito al mercato della doppia combinazione di elezioni italiane e di voto interno al SPD farebbe volare le borse europee. Chi investe in prodotti di risparmio gestito non può prendere posizioni lunghe e corte allo stesso tempo, perché i fondi fanno come il mercato. Una strategia d accquisto di titoli sottovalutati e di vendita allo scoperto di titoli sottovalutati si può fare solo andando a scegliere individualmente i titoli e i fondi non lo fanno. Se lunedì prossimo la politica torna con esiti non graditi al mercato, potrebbe essere l'inizio della più forte correzione di borsa degli ultimi dieci anni. Gli effetti si sentirebbero anche in America. A quel punto invece che vendere i propri fondi, meglio prire posizioni allo scoperto su titoli: nessuno vuole vendere mai in perdita se non quando è davvero impaurito e vendere sulla paura crea i buchi più grossi perchè lo fanno tutti insieme. Se l'Italia si troverà n situazione di stallo politico saranno le polizze assicurative a perdere di più: di nuovo, non si vedrà nei rtisultati perché i titoli sono valorizzati a costo e nessuno a cui proviamo a spegarlo ci crede: il paradosso è che mota gente si sposterebbe sulle polizze, perché non vede le perdite, nel momento peggiore possibile, perché i tassi salgono.     http://www.finanze.net/news-Fiat_Nessuna_Sorpresa-5138.html Fri, 2 Mar 2018 15:06:00 GMT Produttori di Litio, Molto Interessanti E'chiaro che a Morgan Stanley si cerchi di dare una mano a che Tesla possa comprarsi a bassi prezzi una quota di SQM https://seekingalpha.com/news/3334118-lithium-prices-minus-45-percent-2021-morgan-stanley-says-cutting-albemarle-sqm. Lo studio non ha senso perché da una parte dice che c'è sovrcapacità produttiva dall'altra che vi sono preoccupazioni sul lato dell'offerta. Albemarle ha seguito al ribasso e a nostro parere è una grande occasione di acquisto http://www.finanze.net/news-Produttori_di_Litio_Molto_Interessanti-5137.html Fri, 2 Mar 2018 07:40:00 GMT Generali Electric, Prezzo 14,49 Sedici centesimi e tredici centesimi in meno rispettivamente l'utile per il 2016 e il 2017 sulla base di un aggiustamento sui criteri contabili che riguardano i contratti di lungo periodo in particolare nel settore dell'aviazione. Questa decisione dovrebeb anche porre fine alla indagine della Sec appunto sulla contabilizzazzione di poste di lungo periodo. A quattrodici volte gli utili e con una parte consistente dei ricavi che viene dalla divisione aeronautica GE vende a metà dei multipli di Boeing. In questo mercato di faccendieri e venditoi di fumo, non è detto che i numeri siano apprezzat subito, ma il titolo se si pensa ad un investimento diciamo ad un anno, è davvero molto interessante.   http://www.finanze.net/news-Generali_Electric_Prezzo_14_49-5132.html Mon, 26 Feb 2018 06:56:00 GMT Nvidia, Prezzo 244 Nvida fa schede grafiche che prima vendeva a qualche centinaio di dollari agli appassionati di vIdeogame ora anche a milecinquecento (le stesse) ai "Bitcoin Miners", creando un effetto di scarsità per cui recentemente si sente dire che ne razioneranno le vendite per persona (ai videogamers già non vengono praticamwente vendute semplicemente perché quelli sanno che costavano duecento dollari quelle che ora costano millecinquecento). Nei giorni scorsi ha comunicato la sua migliore trimestrale della storia e il titolo sta salendo. Ora a seconda da dove lavori un "Bitcoin Miner" la produzione di un Bitcoin costa, in energia consumata tra i quindici e i venti mila dollari. Oltre a essere un processo altamente inquinante è anche un processo irrazionale perché il Btcoin vale ora molto meno di quanto costa produrlo. Se non siamo diventati tutti matti la vendita di queste schede deve per forza diminuire, facendo sembrare un po' meno intelligente Nvidia, qui una buona analisi https://seekingalpha.com/article/4145694-nvidia-cryptoticking-time-bomb. Sembra un titolo perfetto da vendere allo scoperto.  http://www.finanze.net/news-Nvidia_Prezzo_244-5125.html Thu, 15 Feb 2018 16:55:00 GMT TXT E-Solutions, prezzo 9,97 Gli analisti finanziari che guardano i bilanci sono una specie in via di estinzione; la società, guidata da un ingegnere che ha insegnato al MIT si occupa di software per l'industria dell'aereonautica, dell'automobilistico e della finanza. Nel corso del 2017 ha venduto la sua divisione che si occupava di system integration e di supporto all'ottimizzazione die processi di vendita nel tessile e nella moda per ottantacinque mlioni, in cassa, al gruppo americano Aptos. Ora ne captalizza poco più di cento e fa circa trentatré milioni di fatturato. Sta sviluppando una divisione che si occupa di realtà virtuale e aumentata. Nssuno la guarda in borsa e i volumi si aggirano intorno alle trentamila azioni al giorno. In pratica comprando le azioni si compra la cassa dell'azienda e si valuta quasi a zero la sua attività. Se una società del genere fosse in America con un clown come Musk che la promuove probabilmente varrebbe dieci volte tanto. Di fiANCO a Italo che vende agli Americani dopo avere, grazie agli appoggi politici, viaggiato per anni sui binari pagati dai contribuenti al minor costo binario per chilometro di Europa (addirittura abbassato nel 2014), c'è un'Italia, forse piccola, che lavora davvero http://www.finanze.net/news-TXT_E_Solutions_prezzo_9_97-5120.html Wed, 14 Feb 2018 07:42:00 GMT Bayer, Prezzo 106,4 Sarebbe evidentemente gradita all'amministrazione americana che da parte sua non ha mai sollevato obiezioni su una fusione che al di là degli aspetti legati alla biochimica e alle tecniche di "stacking" usate da Monsanto per modificare le molecole, laascerebbe ben poco scampo agli agricoltori per approvvigionarsi altrove. La operazione tra Chnache e Syngenta ha incontrato minri ostacoli, perchè Syngenta ha il quartier generale in Svizzera https://finance.yahoo.com/news/eu-review-bayers-monsanto-bid-161126563.html. Nel frattempo il titolo di Bayer è sceso di circa il dieci per cento e ha un rendimento di circa il tre per cento.Sarebbe meglio che l'operazione non s facesse, anche per Bayer che dovrebbe dismettere settori e indebitarsi per pagare. La storia dell'antitrust europeo è sempre stata quella di incassare multe e di continuare a lasciar fare, come nei casi di Google o Microsoft. Probabilmente finirà così anche qua, nel frattempo sino a che arriva la decisione su Monsanto il titolo è interessante.     http://www.finanze.net/news-Bayer_Prezzo_106_4-5108.html Wed, 31 Jan 2018 11:52:00 GMT SQM, Prezzo 55,7 Di quseto produttore cileno, i cui titoli sono quotato a New York, abbamo spesso parlato perché controlla il venti per cento circa della produzione mondial di litio. I Cinesi, che domesticamente già controllvano più del cinquanta per cento della produzione mondiale, hanno acquisito una prtecipazione in SQM l'anno scorso. Ora Tesla, è un chiaro riconoscimento che gli obiettivi di produzione non sono raggiungibili se non altro per un problema di materia prima, cerca a sua volta di acquisire una quota https://www.ft.com/content/5df19f04-01c7-11e8-9650-9c0ad2d7c5b5. Se Toyota ha comprato un produttore in Argentina, Orocobre, come dice l'articolo, molto più piccolo vuol dire che hanno immaginato difficile che SQM sia in vendita, visto l'interesse cinese. Nei giorni scorsi Tesla ha annunciato che potrebbe emettere obbligazioni, la società è già molto indebitata, il valore dei mezzi propri di Tesla è di circa otto miliardi contro cinquantaquattro di captalizzazione ma la situazione di cassa è difficile. E' più probabile che offra a SQM azioni e da qui si spiega perché il prezzo rimanga così elevato: scambiare azioni è l'unica cosa che Tesla può fare per non fallire, ammesso che qualcuno le voglia. Nei giorni scorsi il titolo è risalto perché dall'interno hanno smentito voci di ulteriori ritardi nlla produzione del modello 3, che sono sempre peraltro state confermati sino ad oggi. Oltre a problemi di materia prima ce ne sono sulla qualità delle batterie, ampiamente superate dalla tecnolgia a elettroliti solidi che sta sviluppando Toyoya. Le batterie di Tesla durano poco, quelle montate sui taxi di Amsterdam sono quasi tutte da buttare dopo pochi anni da quando i  tassisti ricevettero incentivi per l'acquisto di autovetture e cambiare la batteria costa poco meno della automobile. Qualche altra pagliacciata Musk se la inventerà, si parla ora di un progetto con Tencent per le auto che si guidano da sole. La fantasia si è scatenata sull'argomento addirittura ci sono start-up adesso che lavorano a dispositivi di sicurezza per questi ipotetici veicoli, prima che vengano risolti gli enormi problemi di sicurezza, che a nostro parere l'intelligenza artificiale non può risolvere. Le responsabilità in un veicolo che si guida da solo passano dal guidatore al produttore e per una compagnia di assicurazione fidarsi di Tesla non sarebbe esattamente facile. Ritenamo molto difficile che i Cinesi consentano l'ingrsso di Tesla in SQM ma è chiaro che la società cilena ha grande potere contrattuale. http://www.finanze.net/news-SQM_Prezzo_55_7-5104.html Mon, 29 Jan 2018 07:09:00 GMT General Electric, Buona Opportunità Titolo ai minimi da molti anni dopo che il nuovo amministratore delegato ha annunciato svalutazioni di circa sei miliardi nella divisione assicurativa, che dalla crisi finanziaria dle 2008 ha creato solo problemi al gruppo. L'azienda aveva già annunciato quando la inserimmo nei nostri commenti che si sarebbe concentrata su tre settori: l'aviazione, il medicale, l'energetico. Ora arriva l'ipotesi di scorporare la divisione finanziaria, probabilmente conferendola a qualche gruppo asssicurativo più strutturato (Berkshire sarebbe senz'altro una possibilità). In un mercato che premia le favole e punisce chi ha invece realismo potrebbe volerci qualche tempo: ma l'azienda ora è senz'altro interessante. Negli spin-off storicamente sul mercato americano i titoli di chi cede salgono dopo le operazioni, potrebbe succedere anche qui. Dopo i risultati la prossima settimana considereremo di includerla nei nostri portafogli. http://www.finanze.net/news-General_Electric_Buona_Opportunit_-5085.html Wed, 17 Jan 2018 06:06:00 GMT Materie Prime, Probabilmente Toccato il Picco Inizio di anno all'insegna della irrazionalità più completa con prezzo del petrolio alle stelle mentre le scorte crescono vertiginosamente negli Stati Uniti, prezzo dell'oro al massimo da tempo anno mentre non esiste inflazione; senza poi parlare di quelle legate alle nuove tecnologie: il litio solo a gennaio è cresciuto di circa il 15% (e più che sulle auto elettriche conviene puntare crediamo sui produttori, uno entrerà nel nostro portafoglio materie prime su una eventuale correzionei). Nella follia collettiva il dollaro ha perso poco meno del 10% contro dollaro australiano in un mese, la divisa più tipicamente legata al ciclo delle materie prime. Chi pensa come noi che l'entusiasmo (euro compreso) non sia sensato ha in questo cross una buona possibilità di giocare contro la probabilità d ulteriori rialzi nelle materie prime. http://www.finanze.net/news-Materie_Prime_Probabilmente_Toccato_il_Picco-5083.html Tue, 16 Jan 2018 12:32:00 GMT Easyjet, Prezzo 1535 Il settore delle linee aeree rimane interessante ma pensiamo diventerà un gioco pr pochi: Easyjet sui voli economici, Chnia Eastern Arlines e Delta in particolare sul segmento business. Easyjet continua a non essere caro nonostante la forte salita, e considerando che sarà il primo operatore al mondo che quest'anno inizierà voli intecontinentali a basso costo in partenariato con altri operatori più piccoli. Nel fine settimana probabilmente sostituiremo Easyjet con un altro titolo al portafoglio Gran Bretagna, dove vi sono alcune ottime occasioni, soprattutto in titoli di piccola e media capitalizzazione. http://www.finanze.net/news-Easyjet_Prezzo_1535-5065.html Thu, 4 Jan 2018 08:28:00 GMT Gilead Sciences, Prezzo 74,1 Gilead è concentrata su due settori, le cure per l' 'aids e i nuovi trattamenti con staminali in campo oncologico https://finance.yahoo.com/news/3-biggest-breakthroughs-cancer-treatment-120000833.html I trattamenti ad oggi autorizzarti sono molto costosi per cui ilmercato è piccolo ma è intersse delle aziende rendere qusti trattamentipiù accessibili e applicarli su vasta scala. Le prime autorizzazioni sono sempre per forme relativamnte rareche hanno processi autorizzativi più velocii. Gilead vende a meno di nove volegli utli e paga un dividendo di circa due dollari. Idividendi negli Stati Uniti vengono pagati in quattro rate trimestrali. http://www.finanze.net/news-Gilead_Sciences_Prezzo_74_1-5064.html Wed, 3 Jan 2018 08:00:00 GMT China Eastern Airlines (ADR), Prezzo 36,14 Titolo a poù trenta per cento circa dall'inclusione nel nostro portafoglio e cresscente interesse dei borker, anche quelli che si occupano di analisi tecnica https://news4j.com/2017/12/30/stock-that-can-flourish-your-investment-china-eastern-airlines-corporation-limited-cea/ L'aziendaha un accordo strategico sui voli intercontinentali con Delta, sta programmando tratte intercontinentali con voli di andata e ritorno in giornata e ha un potenziale di crescita del fatturato enorme, tanto che la media dei broker pone un prezzo obiettivo per l'azione (ma non vi è da credervi) di oltre centosettanta dollari. Su eventuali correzioni di questi giorni rimane una delle idee più attraenti per partecipare allo sviluppo dei mercati emergenti http://www.finanze.net/news-China_Eastern_Airlines_ADR_Prezzo_36_14-5061.html Tue, 2 Jan 2018 06:59:00 GMT Trinity Mirror, Tra le Compagnie Media Più Interessanti al Mondo Salita spettacolare per Discovery su cui si può trovare un nostro pezzo di qualche settimana fa, prima del grande salto. In Gran Bretagna non è ancora partita la febbre da acquisizioni nel settore media ma questa società che vende a tre volte gli utili, ha un ndebitamento contenuto e fa solo testate on-line interesseràa nostro parere più di un operatore non necessariamente inglese. Trovare idee suimercati diverrà sempre più difficile ma questa davvero ci sembra discreta. http://www.finanze.net/news-Trinity_Mirror_Tra_le_Compagnie_Media_Pi_Interessanti_al_Mondo-5058.html Fri, 29 Dec 2017 11:15:00 GMT Semiconduttori, Opportunità di Acquisto Apple sotto pressione per previsioni non eccellenti di vendita e per le ammissioni, davvero inquietnati che l'azienda ha rallentato sistematicamente i sistemi operativi dei modelli più vecchi per spingere la vendita di nuovi I-Phone. Jobs non avrebbe mai fatto una cosa simile. Immediata la reazione al ribasso sulle aziende che producono chip. Se su Qualcomm crediamo che il prezzo debba scendere ancora molto, perché vediamo impossibile la fusione con Broadcom, Western Digital, il cui principale azionista è Toshiba che cercando di risolvere i suoi guai finanziari ha provato ad aprire un contenzioso con il produttore americano, ha ora trovato un accordo con l'azionista giapponese e a circa quindici volte gli utili sembra davvero a buon mercato   http://www.finanze.net/news-Semiconduttori_Opportunit_di_Acquisto-5054.html Wed, 27 Dec 2017 14:59:00 GMT Riforma Fiscale Americana (2), Spinta a Settori Domestici Nella Newsletter di sabato scorso illustravamo i motivi per cui difficilmente i sembra due mila miliardi di lquidità detenute all'estero saranno rimpatriati dalle aziende americane. Ma si sa che gli operatori istituzionali, sprattutto nel mercato dei cambi, amano costruire nuove storie che li aiutino a fare commissioni: ora in molti https://www.tradingfloor.com/posts/eurusd-hinting-its-next-trading-move-9109657 sostengono che il nuovo deficit creato dalla riforma porterà a domanda di dollari dall'estero, a finanziare nuovo debito. Ma se come nello spirito della tassazione sulle liquidità detenute all'estero la riforma tenta di ribilanciare con questa tassa il ptenziale buco di bilancio, l'effetto sarà limitato. La cosa più probabile è che si assista a un temporaneo rafforzamento dle dollaro, che si ribablterà non appena saranno chiari ai più i contorni della riforma.  Quello che è certo è che le società tradizionali che operano a livello regionale negli Stati Uniti avranno grossi vantaggi dalla riforma: in particolare le società petrolifere che vendono localmente (il che rende poco attraente lo sviluppo di energie alternative) e le banche locali, perché la riforma fiscale penalizza le banche straniere per la concessione di prestiti alle aziende americane https://www.bna.com/lending-us-companies-n73014473091/ Il nostro sito non copre per metodologie le banche ma qualche banca amerciana che ha visto erodersi la propria quota di mercato, come Wells Fargo potrebbe dcisamente beneficiare in borsa della riforma. Comprare aziende in borsa perchè sono legate a un beneficio fiscale non è una buona strategia, come mostra il balzo (e la successiva caduta) che hanno fatto in borsa le piccole e medie capitalizzazioni italiane dopo la introduzione dei Piani Individuali di Risparmio. E' sempre meglio cercare di capire se le attività dell'azienda che si intende comprare in borsa hanno un futuro sostenibile. I benefici della riforma fiscale americana vanno prevalentemente a settori maturi: come sosteneva la Yellen la scorsa settimana l'impatto positivo in termini di Pil sarà piuttosto limitato. http://www.finanze.net/news-Riforma_Fiscale_Americana_2_Spinta_a_Settori_Domestici-5042.html Mon, 18 Dec 2017 06:16:00 GMT Gilead, prezzo 74,22 Un paio di mesi fa accennavamo alla autorizzazione data a Gilead per un trattamento oncologico http://www.finanze.net/news-gilead-science-potenziale-enorme-4930.html che per aver seguito alcuni progetti nel campo ci pare avere il potenziale per rvoluzionare l'industria. Da allora il titolo di Gilead è solo sceso senza che riuscissimo a spiegarci perché. Ieri arriva la conferma che il trattamento è efficace nella maggioranza dei casi, sino alla remissione totale del tumore www.reuters.com/article/us-cancer-gilead-sciences-cart/gileads-new-drug-keeps-56-percent-of-lymphoma-trial-patients-alive-idUSKBN1E40N4 Certo si tratta di un trattamento molto costoso e riservato a forme rare: in questo l'industria farmaceutica è spietata perché la tecnologia è probabilmente applicabile ad altre forme più comuni ma in queste forme rare si impongono prezzi da capogiro: insieme alla difesa e alla finanza la farmaceutica è l'industria con gli standard etici più bassi, tanto che in America i prezzi delle vitamine sono aumentati come titola nel fine settimana il Financial Times, dell'800% https://www.ft.com/content/477521fa-dc34-11e7-a039-c64b1c09b482. Ma è forse peggio quando è il pubblico a farsi gioco del cittadino, come nel caso della cessione a IBM dei dati sensibili dei Lombardi per l'utilizzo all'interno di Human Technopole, un progetto passato come frontiera della ricerca scientifica e invece orribile sfruttamento inconsapevole http://www.giannibarbacetto.it/2017/02/15/a-ibm-tutti-i-nostri-dati-sanitari-in-cambio-della-nuova-sede-sullarea-expo/ Le forme rare hanno processi autorizzativi più veloci, ciò che non giustifica il prezzo del trattamento ma senz'altro fa intendere che per applicazioni su larga scala ci potrebbero volere ancora anni. Ma Gilead è sciuramente molto pù avanti di chiunque altro in un percorso che potrebbe davvero rivoluzionare il campo oncologico su vasta scala.     http://www.finanze.net/news-Gilead_prezzo_74_22-5033.html Mon, 11 Dec 2017 06:25:00 GMT Cardinal Health, Prezzo 55,89 L'ipotesi di riforma fiscale di Trump farebbe rientrare con un sotterfugio la sostanziale cancellazione dell'Obamacare eliminando incentivi fiscali alle compagnie di assicurazione che partecipano al programma. Molte di esse si ritirano già volontariamente perché per un cittadino che paga il premi obbbligatorio un altro c non se lo può permettere. Obamacare è un piano di buone intenzioni ma per cui mancano le coperture (ma la proposta di Trump è peggio). Di conseguenza il settore della distribuzione farmaceutica e dei servizi agli ospedali è molto sotto pressione perché, questa è la narrazione, se manca la copertura obbligatoria coloro che servono il pubblico fatturano meno (è vero il contrario, per i motivi di cui sopra). Cardinal Health ha comunque un dividendo superiore al tre per cento e vende a sedici voltegli utili. Ha perso una enormità nell'ultimo mese. http://www.finanze.net/news-Cardinal_Health_Prezzo_55_89-5015.html Tue, 28 Nov 2017 08:38:00 GMT China Eastern Airlines, Prezzo 31,35 Le notizi sono molto buone https://fxdailyreport.com/airline-stock-watch-china-eastern-airlines-corp-ltd-adr-nyse-cea/ per una delle tre arolnee statali cinesi, partner di American Airlines. Le aerolinee come questa possiedono gli aeroporti in Cina e stanno lavorando a voli andata e ritorno in giornata dalla Cina per New York (i Boeing "venduti" ai Cinesi da Trump nel recente viaggio sono per queste compagnie). L'unica compagnia occidentale in grado di confrontarsi per potenziale crescita con le cinesi è Easyjet, di ieri la notzia che potrebbe guardare ad Alitalia anche se in modo diverso da come la descrive il Sole. Il socio Cerberus è uno di quei fondi, come il nome fa intuire, avvoltoi e certo non si mette a trattare a un tavolo con i sindacati.   http://www.finanze.net/news-China_Eastern_Airlines_Prezzo_31_35-5008.html Fri, 24 Nov 2017 09:01:00 GMT Gamestop, Prezzo 16,73 Comunicati dopo la chiusura le vendite sono in crescita in tutti i settori, (videogame nuovi e da collezione, vendita i-phone, usato, assistenza) e il dividendo viene confermato. L'azienda è stata sicuramente capace di adattarsi al fenomeno Amazon, e alla vendita di videogame per digitale). Dopo i risultati, che levano speculazione su un'azienda che nei giorni scorsi molti analisti definivano la prossima Blockbuster, ovvero vicina al fallimento, ci sembra una scelta molto prudente anche per investiitori a basso profilo di rischio. http://www.finanze.net/news-Gamestop_Prezzo_16_73-4999.html Wed, 22 Nov 2017 05:25:00 GMT Discovery Communications, Prezzo 16,76 Netflix ha crediamo un modllo pramai superato dove chi produce tenderà a produrre sempre più da solo. Poiperò c'è bisogno delle frequenze e della velocità di connessione. Di tute le grandi operazioni sul tavolo oggi, forse troppo grandi per non incontrare qualche ostacolo normativo, nessuno ha mai parlato di questo gruppo che ha ottimi conti e vende a multipli bassissimi.  Lo inseriremo probabilmente nei nostri portafogli; attendiamo a fare ribilanciamenti ch finisca questa pagliacciata della rforma fiscale americana, che ieri passa alla "camera bassa" ma che non avrà verosimilmente i favori del Senato, dove qualcuno sembra ancora avere a cuore gli interessi delel classi meno privilegiate. http://www.finanze.net/news-Discovery_Communications_Prezzo_16_76-4991.html Fri, 17 Nov 2017 11:29:00 GMT Qualcomm, Dopo il Rifiuto Quasi impossibile la Fusione Nella risposta dell'amministratore delegato tutta l'arroganza di una finanza che punisce i piani industriali (ora General Electric è davvero molto, molto interessante) e premia i funanmboli. L'offerta nelle parole del manager, sarebbe "bassa in modo ridicolo" (il titolo ai prezzi dell'offerta venderebbe a crca quaranacinque volte gli utili, non proprio regalato). Alzare l'offerta per Broadcom vorrebbe dire assumere un livello di indebitamento spropositato e con tutti i problemi regolatori che la fusione incontrerebbe in Oriente non sarebbe sensato un rlancio, che il mercato dà invece per scontato a ottanta dollari. Ora la dcisione sta agli azionisti di Qualcom ma con una dfferenza tra prezzo di offerta e prezzi attuali così limitata non avrebbe davvero molto senso accettarla. http://www.finanze.net/news-Qualcomm_Dopo_il_Rifiuto_Quasi_impossibile_la_Fusione-4980.html Wed, 15 Nov 2017 07:59:00 GMT Freni Brembo, Prezzo 12,8 Forse non è un caso che sia stata proprio la Svezia a punire gli azzurri. In molti campi compreso lo sport subiamo senza troppo lamentarci un rapporto vittima-carnefice dove la vittima è spesso compensata economicamente per il suo annullamento. Brembo invece è un'azienda che ha saputo delocalizzare la produzione da molti anni, serve un mercato in ampia crescita, e "grazie" ai Pir, ha visto prima il suo titolo esplodere poi crollare nelle ultime settimane http://www.finanze.net/news-i-pir-amplificano-la-volatilita-del-mercato-4973-c-consulenza-201.html La borsa italiana rimarrà sotto pressione sintanto che gli investitori non metabolizzano il fatto che sulle banche le svalutazioni si dovranno fare l'anno venturo, nonostante le proteste sguaiate di Tajani e di Padoan. Ma per chi investe con una prospettiva diciamo a un anno Brembo a questo livello è ottimo valore. http://www.finanze.net/news-Freni_Brembo_Prezzo_12_8-4978.html Tue, 14 Nov 2017 07:36:00 GMT General Electric, Prezzo 19,05 Dividendo dimezzato (il titolo non avva mai perso tanto in una sola giornta dal 2008) chiusura di alcuni settori e fuoco sull'industria dell'aviazione, dei servizi sanitari dell'energia, non solo tradizionale. In conferenza stampa per una volta tanto le parole di un amministratore delegato che sa di numeri di blancio e che ha una visione da imprenditore dell'aree di potenziale sviluppo. Tagliare il dividendo in una azienda del genere richiede coraggio e probabilmente farà arrabbiare molti piccoli azionisti ma è la cosa giusta da fare se l'azienda vuole trasformarsi. Ci vorrà del tempo ma GE ci sembra oggi il genere di azienda che potrebbe dare una mano a Trump per riportare industria negli Stati Uniti. Non lo è oggi ma è probabile che a breve, una volta che i numeri di bilancio siano riclassificati, GE entri nelle liste che risultano dai criteri di selezione che utilizziamo http://www.finanze.net/news-General_Electric_Prezzo_19_05-4977.html Tue, 14 Nov 2017 06:57:00 GMT Prima Industrie, Prezzo 36,6 I risultati sono stati pubblicati il tre novembre /2017/08/03-08-17-ENG.pdf  e sono i milgiori di sempre in questa bellissima società torinese attiva nella robotica. Il titolo era arrivato a più che raddoppiare durante l'anno e il fatto che non sia sceso dopo i risultati ma oggi ci fa pensare che qualcuno venda per far spazio all'aumento di capitale del Sole 24Ore oppure a qualche banca,  l'operazione proposta dal Creval ha del surreale. Sulle banche italane la situazione non lascia prevedere ampie schiarite dunque l'intero listino italiano potrebbe rimanere sotto pressione. Ha venticinque volte gli utili, con i brevetti che ha in pancia Prima Industre e i suo tassi d crescita, non è cara.   http://www.finanze.net/news-Prima_Industrie_Prezzo_36_6-4963.html Wed, 8 Nov 2017 11:59:00 GMT Litio, i Cinesi Ragionano Più Veloci di Noi Maggior produttore al mondo fuori dalla Cina http://www.finanze.net/news-sociedad-quimica-y-minera-de-chileadr-4888.html è ragionevole che i Cinesi portino a livelli molto alti l'offerta per il produttore: in caso di successo avrebbero il controllo pressochè assoluto del mercato del litio a livello mondiale  https://www.cnbc.com/2017/07/05/chinas-gsr-eyes-stake-in-9-billion-chilean-lithium-miner-sqm-source.html E' evidente ai Cinesi, non a noi Occidentali che continuiamo a distanziarci sempre più dall'economia reale che il futuro dell'auto elettrica alimentata a batterie al litio passa dal controllo della materia prima: chi lo ottiene diventa anche il principale produttore di auto elettriche. Mentre la Cina apre contestualmente alla costituzione di una "gigafactory" della Tesla in Cina, astuta mossa politica. E' proprio il secolo cinese. http://www.finanze.net/news-Litio_i_Cinesi_Ragionano_Pi_Veloci_di_Noi-4935.html Mon, 23 Oct 2017 08:05:00 GMT Netflix e Tesla, Prima o Poi nel Dimenticatoio Coperti entrambi ieri da uno dei blog americani seri www.seekingaplpha.com https://seekingalpha.com/article/4114256-netflix-dangerous-now?ifp=0,  https://seekingalpha.com/article/4114297-tesla-supercharger-advantage-evaporating?ifp=0  Su Netflix, in breve, il debito contratto per acquisire nuove serie supera di gran lunga il nuovo fatturato. Quotare piccole percentuali del titolo come fanno in America per spuntare valutazioni favolose e far fare una quantità di commissioni alle banche di investimento ha però lo svantaggio che in quotazione si incassa poco. In più Netflix sta iniziando a subire l'effetto di quello che è successo nella musica: chi ha un prodotto di successo lo distribuisce da solo. Su Tesla, le megafattorie che sono presentate come il fiore all'occhiello del gruppo, rappresentano un livello intermedio di tecnologia: non consentiranno mai di servire un parco macchine di centiniaia di migliaia (semmai verrà prodotto) e rappresentano secondo diversi ingegneri una tecnologia intermedia. Apparentemente Toyota sta lavorando ad accumulatori molto più efficienti, alimentati a solido, che potrebbero ricaricare in un quarto d'ora. Sono i due simboli estremi della moderna bolla, che quando scoppierà avra il suo nomignolo (Bolla New Tech?). Quando motivi di tipo industriale  (non di borsa, con questa liquidità che circola si può sostenere qualsiasi cosa) renderanno chiaro che hanno modelli di sviluppo paradossalmente obsoleti, il loro imprroviso ritorno a valutazioni logiche rappresenterà il rischio più significativo per l'intero mercato di borsa. http://www.finanze.net/news-Netflix_e_Tesla_Prima_o_Poi_nel_Dimenticatoio-4932.html Fri, 20 Oct 2017 07:31:00 GMT Gilead Science, Potenziale enorme Questo è il tipo di situazione che non viene ancora riflesso nei parametri che utilizziamo per la selezione di titoli. La recente acquisizione di Kite ha portato il livello di indebitamento a soglie che non riteniamo accettabili, ma qui davvero vi è un potenziale incredibile. Le cellule CAR (Chimeric Antigen Receptor) sono cellule che hanno la capacità di guarire altre cellule. A differenza di altri trattamenti con staminali basati sulla bonifica di alcune cellule e la loro reintroduzione nell'organismo attraverso l'utilizzo di un virus che ne favorisca la riproduzione, che quindi sono più facilmente sperimentabili sui tumori liquidi perchè le cellule girano, questo trattamento promette buoni risultati anche sui tumori solidi http://www.businessinsider.com/car-t-cell-therapy-approval-gilead-kite-2017-10?IR=T. Ma l'enorme potenziale di questa tecnologia sta nel fatto che vi sono versioni allo studio che consentono l'utilizzo di cellule prelevate non dal paziente ma da terzi (allogene). Dunque evidentemente il processo ha i numeri per essere industrialzzato. Una piccola scommessa ha senz'altro senso farla su questa tecnologia ma non  autonomamente e perchè lo s legge su un blog, qui occorre conoscere il settore. Ad esempio il trattamento di Gilead è riservato a forme rare dove il processo autorizzativo è veloce e spesso i malati sono ricchi, costerà 350 mila euro a paziente. Molti scienziati sostengono che queste sono piattaforme tecnologiche, se funzionano in un caso potrebbero essere applicate a molti altri, ma spesso non è interesse dell'industria di divulgarle massicciamente, sintanto che possono tenere i prezzi alti, perchè i malati ricchi pagano subito, gli altri no. Speriamo che Gilead non sia così. http://www.finanze.net/news-Gilead_Science_Potenziale_enorme-4930.html Thu, 19 Oct 2017 10:08:00 GMT Tesla, Fine delle Barzellette E' il simbolo di un mercato finanziario ccompletamente irrazionale e da mesi ci aspettiamo una caduta drammatica del prezzo che però non arriva mai. Ieri l'azienda ha ammesso "colli di bottiglia" per la produzione del nuovo modello S (senza specificare a cosa si rferisce https://www.ft.com/content/363deb7a-0ec6-3169-80f6-f0e5ba9d7e95, il più economico, ma si è affrettata a aumentare le proiezioni per la vendita degli altri due modelli più lussuosi (stiamo parlandi di proiezioni di centomila auto in un semestre, per gousticare i prezzi d borsa Tesla dovrebbe venderne cento volte tanto). Le aspettative di deutsche Bank per il consumo di litio per il 2025 che riportiamo qua http://www.finanze.net/news-sociedad-quimica-y-minera-de-chileadr-4888.html implicano circa venticinque milioni di veicli elettrici in circolazione in meno di dieci anni, oggi siamo a quattrocentomla. Finanziarsi una posizione allo scoperto con una banca taliana non costa poco, intorno al sette per cento all'anno, ma n borse così sopravvalutate compensare poszioni lunghe e posizioni corte, come farebbe un hedge fund, oggi è molto prudente.               http://www.finanze.net/news-Tesla_Fine_delle_Barzellette-4910.html Tue, 3 Oct 2017 08:44:00 GMT Fincantieri, Prezzo 1,04 Possibilità d veto ai Francesi sulle decisioni del consiglio della società STX, nessun accordo sulla parte relativa alla difesa (il fatturato del cantiere nel civile è ben poco), prestito ultradecennale sull'uno Per cento della società che formalmente da il controllo a Fincantieri ma nella sostanza è ritirabile in qualsiasi momento per decsione del governo francese. Pessima operazione che consente al governo d cantare vittoria ma di fatto consegna ai Francesi, per come è stata presentata l'operazione, le chIavi del mercato telecomunicazioni/media/contenuti italiano a Vivendi: ora per come Gentiloni ha presentato l'operazione di Fincantieri non si può bloccare Vivendi in Itala anche perchè il Tesoro i soldi per eventualmente esercitare il "Golden Power" non li ha e il tentativo di estorcere qualche centinaio di milioni al gruppo per una pretesa violazione di mancata comunicazine ha solo un sapore ricattatorio, Vvendi non pagherà mai. E' prpbabile dunque che Vivendi, che non ha interesse a mettersi muro contro muro, offrirà in cambio parte della proprietà della rete (o diritti di sfruttamento) a società partecipate dal Tesoro per pochi spiccioli: risultato le tariffe telefoniche aumenteranno crediamo di molto. Macron è forte dell'alleanza con la Merkel (non si sa bene su cosa, il programma di Macron per una gestione unificata delle finanze europee equivale per spessore intellettuale alla "riforma fiscale" americana).  Continuiamo a pensare in questo scenario che Mediaset prima o po emergerà come grande scommessa speculativa, certo non sui bilanci storici ma in virtù della sua partecipazione a questo polo Vivendi/Telecom e appunto mediaset che a noi ora sembra inevitable http://www.finanze.net/news-Fincantieri_Prezzo_1_04-4907.html Fri, 29 Sep 2017 07:49:00 GMT Produttori di Shale Oil Americani, da Vendere allo Scoperto Ieri il presidente dell'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia affermava che l'attività sismica recente è del tutto in linea con gli standard storici ma sono sempre di più gli scienziati a partire da esponenti dell'istituto di sismologia americano a sostenre la correlazione tra eventi naturali e fracking e soprattutto la concatenazione di eventi in aree geografiche prossime http://www.politico.com/magazine/story/2017/09/14/earthquakes-oil-us-economy-fracking-215602 Nell'articolo si evidenzia come i danni naturali che conseguono a questa attività potrebbero essere superiori ai benefici che gli Stati Uniti derivano dall'essere quaasi autosufficienti nella produzione di idrocarburi. La pressione politica soprattutto di parte democratica potrebbe aumentare per regolamentare un'attività che in larga parte dei paesi europei è vietata. Crediamo che sebbene i titoli del settore come Maratho Oil abbiano perso moltissimo vi sia più di una società da vendere aggressivamente: è tra i settori che aggiungiamo alla componente short del nostro portafoglio azionario. http://www.finanze.net/news-Produttori_di_Shale_Oil_Americani_da_Vendere_allo_Scoperto-4895.html Thu, 21 Sep 2017 08:45:00 GMT Esprinet, Prezzo 5,22 Non brillante la comunicazione di Esprinet sui rsultat aziendali perchè mal spiegata la politica di ribaltamento dei crediti ai compratori, del apri a quello che succede nel settore automobilistico. L'aumento degl oneri finanziari è simile all'incremento del fatturato, segno che per vendere oggi o s finanziano i compratori o si riducono imargini. l'indebitamento rimane ben sotto una volta i mezzi propri e il multiplo di dieci volte è inferiore a qualsiasi concorrente nel settore. L'impatto sul nostro protafoglio Italia non è certo psitivo ma decidiamo conunque di tenere il titolo in portafoglio http://www.finanze.net/news-Esprinet_Prezzo_5_22-4891.html Mon, 18 Sep 2017 12:10:00 GMT Sociedad Quimica y Minera de Chile (ADR) Ci sforziamo da un po' di tempo di capire se l'esplosione dei prezzi di Tesla e del litio utilizzato per fare le batterie abbia qualche spiegazione razionale: basta guardare questo ETF sul litio https://www.milanofinanza.it/quotazioni/dettaglio/global-x-lithium-etf-2960027?refresh_cens per domandarsi se sono diventati tutti matti. Questo è uno dei migliori studi divulgativi che abbiamo trovato http://www.mining.com/web/lithium-supply-demand-story/. Ci sembra di capire in sintesi che ci sono circa tredici milioni di riserve di litio al mondo, che oggi ne vengono estratte tra le cento e le centocinquantamila all'anno di cui circa il 10/15% vanno oggi per batterie di auto elettriche (che non arrivano a mezzo milione complessivamente). Se in una batteria vanno circa dieci chili di litio, la quota di litio stimata per le auto nel 2025 dall'allegato grafico di Deutsche Bank implica una produzione di cinque/dieci milioni di auto elettriche per quell'anno, una follia. La conclusione, sulla base della domanda i prezzi del litio sono molto, molto gonfiati. Se si scommette sulla rivalutazione del litio, tuttavia è meglio farlo con dei titoli azionari. Come indica il grafico, questo produttore controlla l 26% della produzione industriale mondiale e non si trova certo in un'area a grande stabilità politica: userà senz'altro tutto il suo potere contrattuale. Il titolo seppure molto salito, vende a quarantadue volte gli utili. Se tornasse indietro, diciamo a multipli di trenta volte lo inseriremmo senz'altro nei nostri portafogli. E' comunque il modo migliore per giocare questa scommessa se lo si vuole fare. Noi attendiamo prezzi più bassi. http://www.finanze.net/news-Sociedad_Quimica_y_Minera_de_Chile_ADR_-4888.html Fri, 15 Sep 2017 08:42:00 GMT Easyjet, Prezzo 12,01 Il calo del 23% nell'utile di Easyjet,largamente dovuto alla debolezza della sterlina, potrebbe rappresentare una grande occasioen di acquisto per questa azienda che ha annunicato l'altro ieri un primo accordo sperimentale con altre compagnie per la introduzione di voli low cost sul lungo raggio. Il recupero della sterlina, se sostenuto. ha un impatto molto positivo sui conti della società, il cui titolo paga un dividendo del 4%. il titolo è sicuramente più caro delle aerolinne americane ma  ha tassi di crescita prospettici decisamente migliori. Qui una analisi ben fatta, i blog indipendenti come questo sono i soli analisti che si possono ancora leggere sulle prospettive della società http://www.fool.co.uk/investing/2017/08/25/beaten-up-recovery-stock-easyjet-plc-could-make-you-brilliantly-rich/   http://www.finanze.net/news-Easyjet_Prezzo_12_01-4887.html Fri, 15 Sep 2017 07:51:00 GMT Intercept, Prezzo 98 Cade pesantemente il titolo su avvertimenti da parte della casa ai medici di non utilizzare più di una certa dosaggio del primo farmaco, Ocaliva, autorizzato alla dstribuzione. L'azienda ha una seria di farmaci, nel campo delle malattie epatiche, in fase autorizzative. Questo campo insieme al respiratorio sono le branche di minori scoperte nel corso dell'ultimo decennio. Il titolo è ai suoi minimi dalla quotazione, avendo raggiunto sino a cinquecento dollari qualche hanno fa. Chi investe in queste aziende che sono in fase di lancio deve essere preparato a queste fluttuazioni. Riteniamo tuttavia, conoscendo bene l'azienda che viene da un progetto iniziale del San Raffaele di Milano, che sulla base di una stima conservativa delle vendite future questi siano prezzi interessanti. Chiaramente non è possibile valutare l'azienda con i metordi che utilizziamo per i portafogli del sito, dunque un eventuale investimento deve a nostro aprere riguardare una quota molto piccola delle disponibilità di un investitore. http://www.finanze.net/news-Intercept_Prezzo_98-4885.html Wed, 13 Sep 2017 09:06:00 GMT Seagate Technology, Prezzo 30,95 Scelta che ha decisamente penalizzato il nostro portafoglio americano ma che rapprsenta a nostro parere un caso di evidente sottovalutazione che nei prossimi mesi sarà corretta. Su una semplice analisi dei flussi di cassa prospettici, facili da prevedere in un settore come quello dello stoccaggio dati dove Seagate ha una posizione di rilievo nel mercato il titolo potrebbe raddoppiare quasi da questi livelli https://simplywall.st/news/2017/08/25/seagate-technology-plc-stx-is-trading-at-a-44-discount-to-its-intrinsic-value/ In più paga u dvidendo che a questi prezzi è del 8% sul valore del titolo e non vi sono particolari motivi per cui dovrebbe essere tagliato. E' un buon momento per fare qualche acquisto su titoli massacrati negli Stati Uniti, avendo l'euro quasi certamente terminato la sua corsa contro dollaro con i massimi della scorsa settimana. http://www.finanze.net/news-Seagate_Technology_Prezzo_30_95-4882.html Tue, 12 Sep 2017 08:32:00 GMT Basf, prezzo 82,5 Buon analisi stamane sul Financial Times delle possibili cause della tensione nord coreana https://www.ft.com/content/71402212-91e0-11e7-a9e6-11d2f0ebb7f0 nessuna delle quali punta a un rischio d conflitto. Il dittatore è probabilmente consigliato da qualcuno più intelligente di lui che non è così irrazionale come può sembrare. Solo per cncludere che assiteremo con ogni probabilità ad un ultimo rimbalzo delle borse, in particolare crediamo in Europa sulla borsa tedesca.  Domani Draghi farà del suo meglio per indebolire l'euro e temporaneamente forse ci riuscirà ma non può spingersi oltre limiti molto vicini a rischio di far arrabbiare i Tedeschi. Privilegiamo quindi in Europa titoli tedeschi dell'industria dove Basf, che paga un divendo del 3,5% ci sembra una buona alterantiva anche all'obbligazionario. E' senz'altro la preferibile dei tre chimici tedeschi, Henkel molto cara e Bayer che sarà costretta a cedere pezzi in Europa se davvero vuole acquisire Monsanto, operazione su cui l'anttrust europeo si sta opponendo. Si tratta a nostro parere della operazione più nefasta cui i consumatori possano essere sottoposti, con il mercato dell'agricoltura in mano a due o tre potentati, Syngenta - China Chem, Du Pont- Dow Chem e questo aggregato euro americano, che decideranno a chi e a quale prezzo vendere prodotti, soprattutto nel campo dell mutazioni genetche, di cui nessuno sa quale effetto avranno tra qualche decennio sull'uomo. http://www.finanze.net/news-Basf_prezzo_82_5-4876.html Wed, 6 Sep 2017 08:21:00 GMT Telecom Italia, l'Unico Modo in Cui Puo' Finire Avevamo già evidenziato mesi fa che la rlevanza strategica di Telecom non era considerata tale da molt anni, visto che di investitori esteri ne sono passati parecchi. Ora il governo si sveglia con questa idiozia, ricordando i casi di intercettazioni per cui anni fa alcuni manager della società erano stati condannati mentre Tronchetti naturalmente era stato assolto. La rete è valutata oltre quindici miliardi, porbabilmente troppi, ma è posta a garanzia dei debti della società quindi non può essere svalutata. Questo è il bene strategico perchè da lì passano i dati. Lo stato non ha certo i soldi per rilevare la rete esercitato il suo "potere dorato" quindi cerca di mettere pressione su Vivendi pe entrare nella gigantesca torta delle tariffe: con la "liberalizzazione" del mercato, tutte le tariffe aumentano secondo meccanismi perversi per cui l'utente non può più contare sulle tariffe tutelate, nel caso dell'energia, dal gestore unico. Vivendi dunque, soprattutto se Berlusconi sarà alleato del prossimo governo cederà una parte della torta allo stato in modo da non rimanere soggetta a provvedimenti per influenza dominante e con Mediaset costituirà il polo più significativo, in Europa di telecomunicazioni/media/contenuti. Il titolo, tranne qualche possibile fiammata speculativa è davvero poco interessante perchè dovrà scontare una convivenza forzata con lo stato, sempre alla ricerca di nuovi metodi per rapinare i consumatori. http://www.finanze.net/news-Telecom_Italia_l_Unico_Modo_in_Cui_Puo_Finire-4873.html Thu, 31 Aug 2017 10:17:00 GMT