19-06-2019

Bce, Questa Volta Trump ha ragione

Che l'obiettivo principale dell'amministrazione americana, su cui sta fallendo, sia quello di indebolire il dollaro è risultato chiarissimo ieri dalla reazione di Trumo alle parole di Draghi, che ha decisamente espresso una posizione molto più accomodante per cui sarà senz'altro criticato dai "falchi" dell'istituto di quanto avesse fatto solo una settimana prima in conferenza stampa.

Draghi può essere stato indotto dall'aspettativa che stasera a sua volta Powell sia molto più accomodante di quanto il mercato si aspetta, ma ha dato certamente la sensazione di voler tenere basso il cambio dell'euro. Stasera l'intervento di Powell decide probabilmente le sorti delle borse e dei cambi per il resto dell'anno.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

01-07-2020
Trimestrali che riflettono l'effettivo andamento delle società, situazione sanitaria fuori controllo negli Stati Uniti, assenza di segnali concreti sui fondi europei. Qualche buona sorpresa forse dalle piccole capitalizzazioni italiane.
24-06-2020
Saranno probabilmente gli stessi gestori a far cadere il mercato, per recuperare le enormi differenze di rendimento nei confronti di un fai da te incosciente ma efficace
16-06-2020
Ora apre anche all'acquisto di obbligazioni societarie, non importa di quale qualità. La Bce prima o poi seguirà
11-06-2020
Come diceva El Erian ieri sera, quando i mercati finanziari sono molto distanti dalla realtà vi è spazio per choc importanti
10-06-2020
Con la eventuale introduzione della politica di controllo sui tassi, il denaro smetterebbe di andare in borsa per finire sull'economia reale. Sempre che la Fed abbia l'autonomia di scegliere