10-07-2018

Borsa Inglese, Ora Non Più Interessante

E' oramai consuetuidine, come si legge nella scorsa newsletter, che le decisioni degli elettori vengano completamnte stravolte da una politica sempre più l servizio delle lobby: è vero in Italia, dove del contratto d governo non è stata attuata una singola cosa rilevante (ammesso che il contratto di governo esprimesse il voto popolare) è vero nwl Regno Unito dove in questa versione di Brexit non rimane più neanche l'ombra.
Le limitazioni alla libera circolazioni di capitali e persone saranno con ogni probabilità accettate dalla Unione Europea contro promesse di continui trasferimenti, senza i quali le già malridotte casse non consentiranno l'attuazione del bilancio comunitario.
I settori interessanti erano pochi, soprattutto la chimica, l'editoria, il trasporto aereo. Adesso staremmo lontani dalla borsa inglese, che in qusto scenario sconta il peggio delle soluzioni possibili.
 
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

10-07-2019
Gli Stati Uniti non vedono più un rischio di sicurezza nelle forniture al gruppo cinese
09-07-2019
Con il livello di tassi raggiunti anche in Italia dopo il rinvio della procedura UE e quello negativo dei Bund, la Fed avrebbe tutto lo spazio per tagliare di mezzo punto. Domani il resoconto semiannuale al congresso di Powell
04-07-2019
Ora la fiammata in borsa può davvero essere significativa: banche per prime ma gradualmente l'interesse più stabile tornerà sugli industriali
26-06-2019
La Fed riconosce la debolezza dei dati recenti ma sottolinea quanto Giappone ed Europa abbiano agito troppo presto
24-06-2019
La decisione non è corretta sul piano dei conti ma aiuterà la borsa