11-05-2018

Cessione Npl, Operazione Unicredit Destinata a Rimanere Isolata

La cessione di un importante pacchetto di sofferenze era stato annunciato da Castagna al momento della fusione e mai realizzato. I conti presentati ieri sono chiaramente il rflesso di un piano azzardato, presentato per convincere a ogni costo i soci alla fusione.
Ricordiamo che la cessione di NPL da parte di Unicredit è stata oggetto di critiche da parte della BCE così come la contabilizzazione degli strumenti convertibilii della banca qualche giorno fa.
Nella cessione di Unicredit, la Bce contestava il fatto che si deconsolidasse il pacchetto, cedendo ad un veicolo partecipato al 49% pagando però al nuovo azionista commissioni che equivalgono al minor valore dei crediti in sofferenza che venivano acquistati a prezzi troppo alti.
Non crediamo la BCE autorizzrà altre operazioni del genere: il che si riflette su un aumentato Rischio di altri istituti, come Banco-Bpm, che su queste cessioni basavano l loro piano di rilancio.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

18-06-2018
Come previsto da alcune settimane l'Arabia propone un incremento della produzione. Conseguenze significative sui mercati di borsa con probabile forte rotazione tra settori. Ora le stime di inflazione si abbasseranno un po' da per tutto. Ragionevole attendersi una caduta del dollaro
15-06-2018
Riapriamo stamane posizioni lunghe in euro, ignorati gli effetti sul costo di finanziamento delle imprese della fine del QE
12-06-2018
Tra accordo bilaterale con gli Stati Uniti e la fanfara con cui Trump annuncia l'esito dell'incontro con il leader Nord Coreano, davvero pochi spunti sull'Europa
11-06-2018
Nessuna delle misure economiche che impattano sul deficit nel documento programmatico che sarà discusso con la UE. Scadenze sui titoli di stato tra i due e i cinque anni decisamente interessanti
08-06-2018
Cinquanta miliardi la linea di credito erogata all'Argentina mentre soprattutto la Francia cercherà di far revocare le tariffe sull'acciaio a Trump, verosimilmente poco ricettivo