05-01-2018

Dati di Inflazione Probabilmente Molto Deboli

In mattinta i dati di Inflazione in area euro daranno verosimilmente una direzione credibile al cambio dell'euro, che è forte contro tute le divise non solo contro dollaro.
La misura da guardare è quella al netto della componente energetica, che è uguale per tutti, il prezzo del petrolio è il medesimo per tutti. Le previsioni della BCE per il 2018 sono a un cambio di 1,17 dunque se l'inflazone dovrebbe essere più bassa del previsto, dato che un cambio più forte ha un effetto deflattivo
Poi nel pomeriggio i dati di occupazione americana e di Bilancia commerciale muoveranno la parte dollaro del cambio euro dollaro. 
In questi giorn abbiamo visto previsioni addirittura a 1,25 per l'euro dollaro, noi pensiamo piuttosto che il cambio tornerà verso 1,15 in qualche tempo perché comunque gli Americani un po'di dollari li rimpatriano con la riforma fiscale e perché la mancanza di una coalizione in Germania e la situazione delle banche taliane, ieri MPS annuncia l'emissione di un ulteriore Bond subordinato non possono essere ignorati per sempre.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

13-11-2018
Nella proposta di Barnier alla Gran Bretagna c'è di tutto, comprese richieste ambientali. Per l'Italia da oggi, giorno della risposta avvolta nel mistero, al ventuno per sapere se verrà attivata la procedura di infrazione. Che sarebbe a questo punto un bene
12-11-2018
Contributo "volontario" delle banche per una obbligazione che dovrebbe essere rimborsata a breve. Unicredit fece lo stesso con Popolare Vicentina, tranne poi ritirarsi. Una ragione in più per uscire con una proposta sensata entro domani nei confronti della UE
09-11-2018
La durezza dei giudizi espressi dalla Commissione sulle prospettive di crescita dell'Italia e della Gran Bretagna totalmente ignorata dai mercati, nell'era della manipolazione. Se le intenzioni di Bruxelles sono serie saranno le grandi banche italiane, da Intesa a Unicredit ad andare sotto pressione
08-11-2018
Sterlina che si rafforza nell'aspettativa di un accordo già nella giornata d oggi. Crediamo nessuna delle parti abbia interesse a raggiungerlo
07-11-2018
I Repubblicani ora non possono proprio fare a meno del Presidente