12-06-2018

Sud Corea, ora la Borsa Decisamente Più Interessante

Le stime sulla dimensione dell'economia nordcoreana s aggirano intorno ai cinquanta miliardi di dollari di Pil, circa un quarantesimo dell'Italia contro approssimativamente centoventi per il Sud Corea.
Trump non è certo un diplomatico ma ha sicuramente fiuto per gli affari: la brutalità con cui ha liquidato l'incontro canadese e l'esaltazione, questa mattina, dell'esito dell'incontro di Singapore, fanno capire dove gli Americani pensano stiano i loro interessi economici.
Sul piano dei mercati, è verosimile una graduale integrazione delle due Coree, con la Corea del Sud che trova nuovo sbocco per i propri prodotti.
Tra valutazioni, bassissime rispetto agli standard internazionali e maggiore interscambio con gli Stati Uniti, ci sembra l'area decisamente più promettente in cui investire.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

20-09-2018
La Bce rigetta il piano industriale e chiede la fusione. Le cartolarizzazione delle sofferenze non risulta spesso nelle banche in vero sgravio per i bilanci.
19-09-2018
La pressione politica perché l'azienda non riceva particolari sanzioni sarà alta; ma qualche investitore inizierà a chiedersi se le valutazioni delle società high tech sono davvero sensate
13-09-2018
Probabile forte rimbalzo dei mercati asiatici e del comparto di valore della borsa americana, mentre crediamo finita la discesa dei tassi in Italia, dopo una settimana in cui quasi tutti nel governo hanno provato ad abbassare ton delle dispute europee
11-09-2018
Probabile rialzo significativo delle borse e corsa del dollaro australiano nel giorno in cui Trump annuncia un secondo incontro coi Nord Coreani
07-09-2018
Attacchi prima al Nord Corea poi al Giappone da parte dell'amministrazione americana; lo scopo è quello di estendere gli accordi multilaterali, gli investitori lo percepiscono come l'inizio di una crisi sui mercati asiatici