21-09-2017

Tassi, Tempo di Guardare all'Obbligazionario in Valuta

Inizia una traiettoria di rialzo dei tassi con il discorso di ieri della Yellen, che apre tra l'altro a un maggior atteggiamento restrittivo da parte di Draghi. In questo contesto non vi è dubbio che l'unico modo per far ebene con l'obbligazionario è puntare sul rafforzamento della divisa, facendosi il meno male possibile con i tass: privilegiando dunque emissioni indicizzate e paesi dove i tassi difficilmente possano salire.
Rimaniamo dell'idea che non vada preso alcun rschio emittente e che pertanto si possano considerare solo emissioni del massimo merito creditizio.
Il peso è vicino ai minimi storici, dopo il tragico terremoto, contro euro e rappresenta una ottima opportunità, il dollaro ha spazio di rivalutazionedi almeno un paio di punti percentuali.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

14-09-2018
Moderato rialzo della lira turca a un aumento dei tassi doppio di quello previsto Senza interventi esterni la situazione è irrisolvibile, a meno di un grande indebolimento del dollaro. Sino ad allora divise degli emergenti ancora sotto pressione, ritardiamo gli acquisti di messicano e reais
30-08-2018
Ieri l'Argentina pressa per l'intervento del Fondo Monetario Internazionale (ottanta miliardi di dollari su seicentocinquanta di dotazione). Ma la preoccupazione del Fondo è per la Turchia, il cui salvataggio stimiamo ammonterebbe ad almeno duecento miliardi. Non vi sono d'altra parte ragioni se non psicologiche. per il forte indebolimento del reais
03-08-2018
Sterlina ai minimi , con segnali di rialzo dei tassi dalla banca d'Inghilterra e maggiore flessibiltà dell'Unione nei rapporti con la Gran Bretagna
27-07-2018
Enorme rimbalzo del cambio, soprattutto negli ultimi giorni
20-07-2018
Dai due anni ai dieci pochi centesimi di differenza. Mentre Bernanke dice che una eventuale inversione della curva non prevede recessione