01-05-2018

Trump, Nuove Esenzioni dalla Tariffe per Alcuni Partner

Assume oramai i toni del ridicolo questo continuo avanti indietro sul tema delle tariffe https://www.politico.com/story/2018/04/30/tariffs-trump-trade-markets-511908 della cui esenzione beneficieranno i partner strategici, per alluminio e accaio, per questo mese entrante. 
La ragione principale per cui l'amministrazione americana concede questi spazi è perché l'industria americana non è più autosufficiente nella produzione di  metalli (Nucor e Reliance Steel and Aluminum tra i maggiori produttori) e le industrie come l'automobilistico o l'elettrodomestico, che sono quelle che possono raccogliere manodopoera meno qualificata che oggi non riesce a rientrare nel mondo del lavoro e che a loro volta sono oggetto di tariffe, hanno bisogno di questi materiali. La corsa di    Posco in borsa, produttore coreano di acciaio tra i maggiori al mondo è legata al fatto che con gli Stat Uniti i Coreani hanno già raggiunto un accordo bilaterale.
Qualche dubbio sugli effetti economici di questa ondata di protezionsimo Trump deve averli se ieri afferma che la borsa può salire ancora del sessanta per cento: https://www.marketwatch.com/story/trump-says-the-stock-market-could-be-up-60-heres-why-it-might-still-happen-2018-04-30. Come accade oramai da molt anni, quando l'economia reale crea preoccupazioni, si sposta l'atenzione sulla borsa come misura di successo delle politiche economiche.
La previsione non è sostenibile . (al di là dell'pportunità che un politico si occupi di borsa, ma succede oramai in molti posti), perché vorrebbe dire che un quinto del mercato, quello di Facebook, Amazon, Google, Netflix, Telsa, può ancora salire del sessanta per cento ( se quelli scendono il mercato nel suo complesso non sale). Con multipli per Amazon vicino alle quattrocento volte gli utili non è davvero possibile, vi è un limite alle bolle.
Qualche possibile sorpresa può invece venire da quei settori tradizionali che non comunicano da tempo risultati brillanti ma che obiettivamente beneficierebbero dei dazi: Whirlpool ci sembra un caso tra molti.
 
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

22-08-2018
Condannato il primo per frode fiscale, il secondo si affretta a dichiararsi colpevole sul caso di Stormy Daniels. Non ininfluente sulle prospettive di borsa, anche se oramai delle questioni morali non interessa più molto a nessuno
21-08-2018
Dollaro che si indebolisce sulle lamentele di Trump per l'azione della Fed. Quando l politica cerca di influenzare i mercati fa sempre danni. In Italia, Giorgetti conferma ieri le impressioni espresse in questa sede, non ci sono i termini per una revoca delle concessioni. Probabile balzo, a breve, di Atlantia anche perché spuntano le responsabilità del Commissario
20-08-2018
In previsione della settimana in cui si dovrebbero definire i dazi tra Cina e Stati Uniti
16-08-2018
Su richiesta di alcuni sottoscrittori estendiamo per oggi sedici agosto e domani diciassette agosto la offerta di acquisto di tutti i portafogli a quaranta euro, gli interessati possono scrivere a info@finanze.net; poi da settembre il prezzo dei portafogli sarà elevato a ottanta euro
10-08-2018
Unicredit la banca italiana più esposta. Qualche anno fa la politica europea fece finta di non capire se si fosse trattato o meno di un colpo di stato. Ieri la Bce, tardivamente allarma sulla esposizione delle banche europee alla Turchia. I detentori di obbligazioni in lira turca e sono molti in Italia dovrebbero prudentemente vendere anche con minusvalenze del sessanta per cento, se non in ossesso di titoli Bei o altre sovranazionali.