11-09-2019

Unione Europea, Ora Fuoco Sulle Politiche Fiscali

Qualcosa domani la Bce, farà le aspettativa sono cresciute a dismisura per stimoli monetari che vengono rigettati da almeno cinque stati membri e la cui utilità in un ambiente a tassi zero è discutibile.
Nonostante questo la corsa alle obbligazioni è stata più forte sui paesi con  valute forti, il decennale svizzero fa quasi il quaranta per cento dal'inizio dell'anno.
E' dunque possibile che Draghi sia domani più prudente del previsto: questo spedirebbe l'euro al rialzo e probabilmente le borse dell'area mediterranea al ribasso.
Se dunque lo stimolo monetario è destinato almeno in parte a deludere, la palla passa alle politiche fiscali.
Anche qui gli investitori hanno interpretato una revisione del patto di stabilità come un' ulteriore possibile concessione sui parametri deficit/Pil dell'Italia, ma è probabile che siano invece i paesi che viaggiano a pareggio di bilancio ad offrire finalmente un programma di investimenti che porta con se l'abbandono parziale di questo criterio.
Qualcosa probabilmente sta succedendo perché in Germania negli ultimi giorni si stanno molto muovendo i titoli legati alle infrastrutture come Jungheinrich
In previsione della giornata di domani vale forse la pena di coprire gli investimenti sulla borsa italiana con la vendita di un future sull'indice. 
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

18-10-2019
Johnson dovrà avere la ratifica dell'accordo chiuso con Bruxelles, tutt'altro che scontata
17-10-2019
Gli investitori istituzionali sono riluttanti a vendere alla Fed i propri Buoni del Tesoro Americano
15-10-2019
Dopo il balzo della scorsa settimana, ulteriore rafforzamento nell'ipotesi che dopo le elezioni si vada a un secondo referendum Borsa inglese super interessante oggi alcune entrate sui portafogli Europa e Globale
14-10-2019
Troppe marce indietro su Brexit e Guerra Commerciale
11-10-2019
Una recessione non ha mai storicamente avuto alcuna relazione con l'andamento di borsa e ora le valutazioni in Europa sono davvero basse