24-10-2005

Alitalia, l'Italia tra le nuvole

Alitalia ha annunciato la scorsa settimana di voler mettere a pegno parte della sua flotta per raccogliere ulteriori 485 Milioni di debito sul mercato, in uno sforzo estremo di salvare la società che brucia una media di 250/300 Milioni di perdite all''anno. In primavera dopo che la commisione europea aveva espresso opinione negativa sul nuovo maxi prestito richiesto alle banche (italiane, nessun altro istituto europeo impresterebbe soldi all'azienda), Fintecna, una società comunque posseduta dallo stato, aveva annunciato di voler acquistare l'intero pacchetto di azioni privilegio della società oltre al 49% delle azioni ordinarie.
Oltre alla crisi che tutte le compagnie aeree soffrono per l'alto costo del greggio ed alla competizione di nuovi operatori low cost come Ryan Air (sull''azienda si veda un profilo nella sezione consulenza di questo sito), l'azienda patisce di inefficienze specifiche tipiche di un'azienda di stato. C'e' solo da augurarsi che la Commissione Europea esprima pareri ancora più severi verso questa ulteriore artificio contabile.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Altri articoli da questa sezione

16-03-2021
Qualcosa prima o poi bisogna fare, mentre coi nuovi piani di aiuti del governo Draghi i numeri saranno ancora più alti. Oltre alla opzioni qua sotto vi è la cancellazione del debito, a quel punto tanto vale una patrimoniale, visto che i privati direttamente o indirettamente ne detengono oltre la metà.
24-04-2020
Come per il Mes o per i prestiti garantiti dallo stato bisogna prima mettere soldi per riceverne indietro in forma di prestito
16-04-2020
Oramai forse inevitabile, ma i voltafaccia di stampa e politica creano ancora più rabbia nei cittadini; di oggi l'ufficializzazione che i prestiti garantiti al 100% copriranno non più del dieci per cento dei richiedenti o degli aventi diritto
15-04-2020
. Certo la decisione di Trump è politicizzata per scagliarsi contro la Cina, ma l'OMS ha comunque un ruolo completamente marginale nella possibile ricerca di un vaccino e di terapie. Dopo tutto questo entusiasmo in borsa tempo di tionare completamente liquidi
20-03-2020
La proposta di mettere a disposizione di tutti gli stati i cinquecento miliardi del fondo è la cosa più sensata detta fin ora ed è una occasione di rilancio vero per l'Europa