11-02-2018

Ma Quanto E' Stupida l'Intelligenza Artificiale

La diffusione degli Etf, che oramai rappresentano il sei per cento delle masse gestite a lvello mondiale si giustifica pienamente se si analizzano i risultati dei gestori cosiddetti attivi. Che fanno per il novantanove per cento peggio di mercati. Non perché non sappiano scegliere i titoli ma proprio perché non li scelgono: la larghissima parte dei prodotti che si definiscono attivi non lo sono per niente. 

Se una società di gestione gestisce un fondo da qualche miliardo sul mercato italiano ad esempio, per forza avrà una composizione del portafoglio quasi identica all'indice perché fuori da essa non vi è la liquidità per fare altri investimenti. Dunque i  prodotti attivi fanno peggio degli Etf perché sono anch'essi Etf, solo che adddebitano commissioni del due o tre per cento.

Allora la gente si sposta progressivamente sugli ETF, che prima di questo crollo di borsa hanno avuto a gennaio la maggior crescita nella storia https://www.ft.com/content/5cf7237e-0cdc-11e8-839d-41ca06376bf2#comments-anchor.
Per le società di gestione è una pacchia, perché magari le commissioni sono due o tre volte più basse, ma per "gestire" basta una scimmia che schiaccia un bottone: i costi di personale sono praticamente nulla.
Si fa molto parlare di intelligenza artificiale e nel settore degli armamenti è oramai abbastanza evidente che affidare a un computer certe decisioni porta a danni devastanti, come nel bombardamento arero in Sira che nelle scorse settimane ha ucciso duecento civil.
Questo è il secondo posto dove l'intelligenza artificiale può fare più danni: con i flussi in entrata del mese scorso, solo perché sono nell'indice i programmi computerizzati comprano, Tesla, Nvidia e altre assurdità.
Poi magari succede qualcosa, ad esempio venerdì scorso Nvdia ha comunicato i migliori risultati della storia (ma vende ancora a sessanta volte gli utili) perché vende le schede grafiche ai bitcoin miner, l stesse che vendeva prima ai video gamer, ma a tre o quattro volte il prezzo.
Il fenomeno dei bitcoin miner è destinato a finire, la "produzione" di un bitcoin costa più del suo valore in energia ed è un processo altamente inquinante.
Allora se la gente si accorge che Tesla e Nvidia sono delle bufale poi inizia a vendere ETF e la scimmia che sta al computer vende, sopratutto quello che è più salito perché il peso negli indici di borsa è salito.
Naturalmente ci sono industrie come la robotica dove l'intelligenza artificiale ha applicazioni sane, come ad esempio nella stampa 3D.
Ma ogni oggetto in mano alle mani sbagliate produce conseguenze devastanti e l'industria della gestione è popolata di gente molto sopravvalutata.
L'intelligenza artificiale è di grande supporto ma in settori dove comunque l'uomo ha il tempo per ribaltare una decisione sbagliata. E non è il caso con gli ETF.
 
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

18-09-2018
Nessun dazio sui prodotti elettronici, in un gran favore ad Apple, dazi al 10% e non al 25% e porta aperta al presidente cinese per un accordo questo fine settimana al G20
17-09-2018
Anche contro il volere degli azionisti, chi lascia Londra lo fa sotto pressioni dei regolatori. Tentativo di mettere il più possibile in forse la trattativa
06-09-2018
L'ilva non assumerebbe come invece dicono i giornali ma manterrebbe i livelli di occupazione. Scherno sugli obiettivi ambientali, Mittal si impegna non a diminuire ma a non aumentare le emissioni iinquinanti
21-08-2018
Il dibattito tra statalizzazione e "laissez faire" è impossibile in un paese con l centoquaranta per cento (includendo CdP) di rapporto tra stock di debito e Pil. Bisognerebbe caso mai vigilare sul fatto che quando colossi tipo Telecom vengono privatizzati non vi sia un sistema di corruzione che alimenta la politica
15-08-2018
Responsabilità condivisa l’organo amministrativo dovrebbe vigilare sui concessionari sul cui processo di assegnazione vige in Italia la completa oscurità