News


14-07-2016
Vicino alla soglia del trenta per cento con il contributo del salotto buono. Cairo aveva un piano industriale, Bonomi utilizzerà questa acquisizione verosimilmente per arrivare a BPM. Il titolo non ha più alcun potenziale di rialzo.
13-07-2016
Secondo quanto riporta MF, che rimarca l'effetto positivo sul corso del titolo della "notizia". Improbabile che finiscano nel fondo Atlante, ma allora chi li compra?
13-07-2016
Pessima partenza del nuovo amministratore delegato che invece che provare a vendere sofferenze, in anticipazione degli stress test vende sotto mercato il 10% di Fineco e Pekao. Lo scopo realizzare una plusvalenza fiscale rispetto ai prezzi di carico che diminuisca le richieste di capitale della BCE in fase di stress test
13-07-2016
Completamente ingiustificato questo rialzo degli ultimi due giorni: non vi sono soluzioni di mercato alle sofferenze che non passino attraverso istituzioni o fondi disposti a comprarsi questi pacchetti a prezzi "politici". Se le casse e altri strumenti pensionistici non sono capienti, rimane il risparmio gestito. Sembra dimenticata la necessità di MPS di inizare a vendere e gli stress test di luglio
12-07-2016
Inseriamo oggi qualcosa al portafoglio mondiale. Reazione politica veloce a Brexit, probabile rialzo cospicuo della sterlina. La differenza di reazione politica tra Gran Bretagna e UE dove sulel banche italiane non succede nulla potrebbe paradossalmente fare del mercato inglese un rifugio.
12-07-2016
Tra le venticinque e le trenta volte gli utili storici, irripetibili. Il Tesoro punta ad incassare 800 milioni. Sconsigliabile per i privati.
11-07-2016
Unicredit fa cassa vendendo la cosa che va meglio del gruppo, che però ha due terzi del bilancio in strumenti Unicredit. Ora il titolo più rischioso tra quell del risparmio gestito
11-07-2016
I prestiti concessi dalle grandi banche per ricapitalizzare il fondo di risoluzioe portano ad un altro miliardo circa di buco nel sistema bancario: lo schema bad bank e good bank non funziona più, altre banche non le vuole nessuno, vanno lasciate fallire. Un assaggio di cosa succederà con Enav.
11-07-2016
Se la cessione avvenisse a veri prezzi di mercato porterebbe al fallimento della banca. Fondi e Casse "volontariamente" tra i candidati a salvarla, Enasarco già sull'orlo del fallimento nel 2014 brucerebbe ulteriori contributi dei sottoscrittori. La banca a differenza di quanto sostenuto dai 5Stelle andrebbe lasciata fallire per non farne fallire altre: la cessione delle sofferenze provocherebbe un declassamento sul sistema con conseguenze sugli obbligazionisti delle altre banche. Usare risparmio previdenziale per una operazione speculativa è inaccettabile,solo class action da parte dei sottoscrittori di forme pensionistiche, più o meno volontarie potrebbero fermare questa appropriazione.
11-07-2016
Borsa giapponese che si impenna sulla maggioranza quasi assoluta di Abe, che però pone le basi per forti tensioni con la Cina su una possibile revisione della Costituzione
08-07-2016
Un rimbalzo sostenuto e con volumi su società sane Brembo, Diasorin, Ima, Moleskine, Ferragamo, indicherebbe che gli ivnestitori istituzioanli ricomprano con convinzione Italia. Oggi il listino sale per un po' di operazioni di sostegno su banche e assicurazioni su cui bastano pochi volumi per spostare molto il prezzo
08-07-2016
Come nel caso d Poste, giusto a ridosso della privatizzazione Enav fa il milgior bilancio di sempre: giusto alle porte delle norme europee che porteranno sia Enav che Poste a non operare in regime di quasi monopolio. Se Poste fosse facile da piazzare non si sarebeb ricorsi al passaggio intermedio su CdP. Al valore minimo della forchetta Enav venderebbe a 25 volte gli utili storici, irripetibili: una follia per gli investitori
08-07-2016
Nonostante i pesanti ribassi degli scorsi giorni, sembra emergere sui mercati la percezione che quantomeno contro euro la divisa britannica potrebbe funzionare come protezione
08-07-2016
Tuuta la stampa finanziaria e ora il numero due della BCE premono perchè sia concesso aiuto di stato al governo italiano. Il paradosso è che con un intervento in stile bolscevico si porrebbe fine al progetto UE, che chi propone gli interventi crede di sostenere. Coloro che oggi hanno obbligazioni MPS hanno fatto una scelta sbagliata ma volontaria, non si vede perchè il costo debba esssere ancora ribaltato sui contribuenti inconsapevoli.
07-07-2016
Ieri Draghi parla di sistema bancario ombra, che vanifica tra l'altro gli inutil stop alle vendite allo scoperto che purtroppo Consob ha esteso anche a Credito Valtellinese e Telecom. In mercati dove i titoli sono detenuti ovunque è come chiudere una bottiglia con un foglio di carta velina
07-07-2016
Farmaceutico e Biotech sono i due settori che prima hanno scontato il rallentamento nel ciclo economico e che ora vanno contro il mercato. Rimaniamo completamente fuori dalla borsa di Milano crediamo che qualsiasi "soluzione" oggi sul tavolo non possa che portare ulteriori debolezze sul comparto finanziario. Domande a info@finanze.net
06-07-2016
Secondo il Presidente del Consiglio i derivati delle banche europee sono cento volte quello delle sofferenze italiane (quindi venti triliardi). Atteggiamento che fa presumere che di soluzioni interne non ve ne siano.
06-07-2016
Il metodo che ha ispirato questo sito non è certo perfetto ma è la cosa più razionale cui un investitore possa riferirsi. Se si guarda la capitalizzazione di Monte dei Paschi, con riferimento al suo patrimonio immobiliare si sarebbe tentati di correre a comprarla, Se si guarda il suo valore di impresa bisognerebbe farsi dare due euro per azione per rilevarle gratis
06-07-2016
Era auspicabile che Consob non cedesse a questa tentazione. Ora le vendite allo scoperto o efffettive si spostano su altri titoli, non solo finanziari
06-07-2016
Evidentemente un investimento sbagliato alla luce della probabile attrazione della azienda in area pubblica
06-07-2016
E' più importante prima mettere al sicuro i propri risparmi che guadagnare. Le vendite sulle banche non sono, per ammissione stessa della stampa operazioni allo scoperto ma vere vendite di risparmiatori, che si spostano altrove. E'la prima cosa da fare. Poi un portafoglio di titoli azionari individuali scelti fuori dall'Italia rappresenta la miglior scelta. Perchè forse ora serve un consulente e piccolo è meglio di grande. Scontro palese tra Consob e governo
06-07-2016
I mercati sembrano non comprendere che svalutando la sterlina fanno il gioco delle Gran Bretagna. Attenzione per le borse al livello di 100 sullo yen.
05-07-2016
La dismissione dei crediti in sofferenza di Monte Paschi non può avvenire a valore di libro a seguito di quanto indica la BCE e provocherà la necessità di ulteriori svalutazioni almeno a Carige, Unicredit, Banco Popolare, BPER (che però non partecipa agli stress test). Chiudiamo con questo articolo la serie dedicata alle banche, esauriti gli argomenti per rappresentarne il rischio sistemico. Rimaniamo disponibili all'indirizzo di info@finanze.net per contatti. Riapriremo l'argomento banche dopo gli stress test della BCE.
05-07-2016
Salta la raccolta delle firme e dunque la strada del governo verso la centralizzazione dei servizi di pubblica utilità e per il probabile ingresso con quote di controllo da parte di stranieri è spianata. Da attendersi forte aumento nei prezzi di luce, gas, telefono e l'azzeramento delle utility locali. Aziende quotate del settore decisamente rischiose, a partire da Telecom.
05-07-2016
Come in anticipazione di possibili eventi tragici della storia, spesso esistono elementi razionali per mettersi al riparo, ma la paura di agire supera quella di subire, la vicinanza conta più della sicurezza. Stamattina secondo il Sole il governo prepara "lo scudo" per il MPS: i risparmiatori potrebbero chiedersi da dove vengono i soldi: perchè prodotti di risparmio gestito, polizze ssicurative, risparmio postale e banche depositarie italiane possono rappresentare combinazioni esplosive.
[«] [<] 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 [>] [»]