News


02-01-2018
Su eventuali correzioni il titolo rimane molto interessante
31-12-2017
Dall'inizio delle rendicontazioni , in media il 2011, tutti i portafogli fanno meglio del mercato, ma non tutti gli anni. Quest'anno molto bene quelli su cui si possono fare dei ragionamenti, ovvero quello emergenti e quello materie prime. Meno bene quelli che sono trascinati dalle mode.
31-12-2017
Si tratta di una delle più grosse truffe perpetrate ai danni dei risparmiatori negli anni scorsi. L'unico modo per provare a recuperare i propri soldi e consorziarsi in azioni collettive ("class action"). Possiamo fornire indicazioni su come organizzarle
29-12-2017
La febbre di acquisizioni che contagia il settore media negli Stati Uniti (vedere il nostro pezzo su Discovery) presumibilmente contagerà anche il Regno Unito
29-12-2017
Gli aumenti di energia elettrica e gas da gennaio valgono circa due miliardi di gettito in più per lo stato, direttamente o indirettamente. Le motivazioni per gli aumenti sono del tutto pretestuose
28-12-2017
Lettura molto più forte del previsto mentre la Bce fa del suo peggio
28-12-2017
Titolo a meno diciotto dall'aumento e mistero su chi copre il buco. Crediamo ora non più possibile l'aumento di Credito Valtellinese e venderemmo su questi rimbalzi Banco-Bpm. Torniamo ad aggiornare i portafogli sabato mattina prossimo in questi giorni sconsiglieremmo acquisti soprattutto in Europa
27-12-2017
La debolezza di Apple ha trascinato al ribasso il settore, Western Digital molto interessante
26-12-2017
E' il processo attraverso il quale nuovi utenti provano a risolvere complicate equazioni che dovrebbero aumentare la sicurezza del circuito, potenzialmente rimunerati con la attribuzione gratuita di Bitcoin. Il processo in cui sono coinvolti decine di migliaia di aspiranti furbi, assorbe oggi l'energia che consuma la Danimarca. Oggi borsa americana aperta, qualche cambiamento ai nostri portafoglii
23-12-2017
Dal parrucchiere al supermercato si incontra gente che parla di Bitcoin: fa più danni la stampa finanziaria che l'ignoranza. Nella newsletter di oggi un approfondimento tecnico di come funziona e perché crediamo che non crolli, anche se non lo si può considerare un investimento in nessun modo. Quello dI ieri non è un crollo, BItcoin era a 7500 un mese fa, ieri sera a 14000
22-12-2017
Malacalza mette altri venticinque milioni ma il resto è sulle spalle delle banche del consorzio. Che a nostro parere troveranno il modo, visto il contratto, di non pagare
22-12-2017
Grande sconfitta per Rajoy in Spagna, mentre Carige può ora solo sperare che Malacalza e Volpi tappino l'ulteriore buco. Senza una società più equa e trasparente l'area euro si avvia verso il periodo più buio della sua storia, se non verso la dissoluzione. Governo tedesco sempre più improbabile
21-12-2017
Mediaset trova un accordo con Vivendi con cui rinvia la causa a febbraio, vende i contenuti a Telecom e prende i mondiali di calcio. Con la nuova legge elettorale difficile non ipotizzare un accordo PD Berlusconi subito dopo le elezioni
21-12-2017
Non sarà forse nella pausa natalizia ma un tasso sopra al 2,5% significherebbe l'inizio di un forte apprezzamento del dollaro e di una probabile correzione sulla borsa americana
20-12-2017
"Auditi" ben attenti a difendere la propria posizione, si risolve tutto in uno scontro politico, ma le regole del gioco rimangono le stesse
20-12-2017
Con le banche centrali necessariamente meno protagoniste quello che succede nell'economia reale corrisponderà (finalmente) a quello che succede sulle borse. Dove sembra logico concentrarsi, contenendo i rischi e provando a sfruttare ancora qualche opportunità
19-12-2017
Rispetto al differenziale dei tassi, circa un punto di maggior costo, a indicare una enorme domanda di dollari
18-12-2017
Abbassate le aliquote ma niente imposizione sul'l e-commerce
18-12-2017
Banche e compagnie petrolifere regionali i maggiori beneficiari. In molti sostengono che il dollaro debba rivalutarsi per il maggior debito, ora però limitato dalla tassa sulle liquidità detenute all'estero
16-12-2017
Esce nella sua versione finale ieri sera una riforma che ritenevamo impossibile passasse. La tassa sulle liquidità detenute all'estero dalle imprese, in molti casi inapplicabile in base ai trattati internazionali, renderà l'economia americana meno internazionale. In un paese povero di materie prime del futuro vuol dire consegnarsi in mano cinesi. Qualche idea di investimento nella newsletter di oggi
15-12-2017
Le nuove incertezze sul passaggio della riforma fiscale oramai pilotate a creare un effetto sorpresa positivo per questo scorcio d'anno che rimane
14-12-2017
E'quando gl interessi della politica e delle istituzioni di nomina politica confliggono che l'economia diventa ingestibile. A breve presumibile che il conflitto si estenda a larga parte dell'area euro con Bce e nuovo governo tedesco in aperto conflitto
14-12-2017
Cade il divieto per i fornitori di favorire certi canali. Cade anche il divieto per regolarne i costi come se si trattasse di un servizio di pubblica utilità. La rete è un villaggio globale, se cade l'imparzialità negli Stati Uniti cade anche in Europa
14-12-2017
Nei prossimi mesi da preferire le società industriali come Gilead, che detengono grosse liquidità all'estero, mentre lo stesso non vale per i giganti della tecnologia e dei social network. La Fed ieri ne minimizza i possibili effetti sulla crescita, mentre l'inflazione non arriverà mai. Il probabile passaggio della riforma fiscale pur nella sua forma edulcorata elemento di frattura definitiva con la classe media
13-12-2017
Dopo la "cessione" del pacchetto di Unicredit, contestata dalla BCE lo stesso schema non è disponibile a altre banche come mostra stamane il rinvio di Banco-Bpm, tra le grandi la messa peggio insieme a MPS
[«] [<] 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 [>] [»]