Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
15-02-2008

Actelios

Presentato ieri dal consiglio di amministrazione il progetto di bilancio per il 2007, che vede un incremento del risultato operativo del 7,5% rispetto all'anno scorso, nonostante il mancato rinnovo delle tariffe CIP6 da parte del Ministero per lo sviluppo economico. L'azienda, che opera nel campo delle energie rinnovabili e fornisce servizi di manutenzione ambientale per impianti propri e di terzi destinati alla produzione di energia ha un importante progetto in Sicilia che verrebbe finanziato interamente da un gruppo di banche (circa 1 Miliardo di Euro). Anche qui le autorizzazioni ministeriali sulle tariffe tardano ad arrivare. La società ha come punto debole la sua presenza pressoché esclusiva in Italia, dove i continui ribaltoni politici non fanno che danneggiare la sua attività.Importante l'accordo della controllata Powercorp con le associazioni degli agricoltori per i progetti a biomassa da coltura. Ottima la posizione Finanziaria del gruppo.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Altri articoli da questa sezione

19-02-2021
Tra pochi titoli interessanti sul piano fondamentale del mercato americano, dopo risultati buoni e previsione di scenari non entusiastici. Mai come ora i portafogli di questo sito riflettono il poco valore fondamentale rimasto nei mercati; crediamo terrranno certamente molto meglio di quelli costruiti sulla base della moda delle nuove tecnologie.
09-07-2020
In cerca di possibili idee di investimento in un mercato dove non toccheremmo quasi nulla, ci sembra una delle poche cose guardabili
17-04-2020
Sulla possibile scoperta di un farmaco
14-04-2020
Ora i mercati sono più cari di prima del virus, considerando quelli che saranno i risultati delle aziende. La liquidità come sempre invece che finire sulla economia reale finisce in borsa. Ci attendiamo una altra pesantissima correzione
06-04-2020
La attività creditizia prevista dal piano da duecento miliardi è a garanzia statale e non creerà NPL, almeno per i prossimi cinque anni