Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
25-10-2005

Amazon

Oggi Amazon pubblicherà i risultati per il terzo trimestre. Come nel caso dei videogames (si veda il nostro articolo odierrno nella sezione profili) anche per le vendite online il periodo natalizio è il migliore dell'anno.
Amazon rappresenta l'icona del primo boom Internet così come Google per la sua rinascita (si veda l'articolo "Internet rinato" nella sezione profili si questo sito).
Anche se oggi va molto meno "di moda", il titolo ha corso parecchio nelle scorse settimane, in previsione di un fatturato (parliamo oramai di 8 Miliardi di dollari) impensabili per qualsiasi altro operatore on-line.
Sulla base del Consensus di mercato il titolo vende oggi a 58 volte il Price earnings del 2005. Ci sarebbe proprio bisogno di un risultato straordinario per consentire un''ulteriore sostanziale rivalutazione del titolo.
Nel medio periodo, tuttavia pensiamo che Amazon sia nella condizione di formare alleanze strategiche nel campo dei servizi finanziari; l''azienda ha il potenziale e la tecnologia per diventare la più grande banca on-line al mondo.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Altri articoli da questa sezione

19-02-2021
Tra pochi titoli interessanti sul piano fondamentale del mercato americano, dopo risultati buoni e previsione di scenari non entusiastici. Mai come ora i portafogli di questo sito riflettono il poco valore fondamentale rimasto nei mercati; crediamo terrranno certamente molto meglio di quelli costruiti sulla base della moda delle nuove tecnologie.
09-07-2020
In cerca di possibili idee di investimento in un mercato dove non toccheremmo quasi nulla, ci sembra una delle poche cose guardabili
17-04-2020
Sulla possibile scoperta di un farmaco
14-04-2020
Ora i mercati sono più cari di prima del virus, considerando quelli che saranno i risultati delle aziende. La liquidità come sempre invece che finire sulla economia reale finisce in borsa. Ci attendiamo una altra pesantissima correzione
06-04-2020
La attività creditizia prevista dal piano da duecento miliardi è a garanzia statale e non creerà NPL, almeno per i prossimi cinque anni