Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
12-10-2017

Banche, Rischi Enormi Per Quelle Che non Cedono Sofferenze nel 2017

https://www.milanofinanza.it/news-preview/banco-bpm-e-bnl-cedono-3-miliardi-di-npl-201710111939557211 o almeno attendono le offerte, come se si trattasse di merce preziosa. In realtà come più volte evidenziato i veicoli che acquisiscono sono generalmente partecipati dalla stessa istituzione che li cede salvo poi rimpacchettarli  e rivenderl ai pccoli risparmiatori.

La Lagarde, che assomiglia sempre di più al cattivo invecchiato di "Blade Runner", ieri licenzia l rapporto del FMI secondo il quale le banche taliane cederebbero entro il 2017 sessantacinque miliardi di sofferenze https://www.milanofinanza.it/news-preview/banco-bpm-e-bnl-cedono-3-miliardi-di-npl-201710111939557211.

La cifra è di completa fantasia ma evidenzia la pressione a che il sistema accelleri durante il 2017, perchè poi la BCE non sarà più in grado di offrire maglie larghe e con le nuove regole le sofferenze andranno cedute ai valori veri.
Continuiamo ad essere molto negativi sul settore bancario italiano, anche se verosimilmente assisteremo a qualche fiammata nel corso del fine anno.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

19-10-2017
Nelle tre ore e mezzo del discorso di Xi, lotta alla corruzione e progresso scientifico punti chiave di sviluppo. Energie rinnovabili e servizi al turismo i settori che preferiamo tra quelli quotati alla borsa di New York. Può essere un futuro non piacevole, ma se l'Occidente non torna a regole più eque, inevitabile.
18-10-2017
Il segretario del Tesoro avverte che se non passa la riforma fiscale la borsa perderà gran parte di quello che ha guadagnato. Un argomento a cui sIa Democratici che Repubblicani sono solidalmente sensibili
17-10-2017
"Non punitivo" l'esercizio della Golden Power secondo Calenda. Tutto fa pensare che lo stato cercherà di spillare due o trecento milioni al gruppo, oltre a un accordo sulle tariffe. Per poi lasciare mano libera a Berlusconi e Bollorè
17-10-2017
Secondo la Merkel nessuna discussione possibile prima di mettersi d'accordo sui conti, oggetto di future compensazioni. E' come chiedere di pagare il ristorante prima di mangiare. E' solo la Gran Bretagna ad avvantaggiarsi di questa situazione perché ora la UE non vedrà neanche i venti miliardi promessi dalla May. Aggiungeremo nei prossimi giorni al servizio Extradvice Europa un portafoglio solo inglese.
16-10-2017
BCE attivissima a comprare titoli d stato italiano, mentre Alitalia prende un altro prestito ponte e all'Ilva non si va da nessuna parte