Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
20-02-2018

Bce, Politicizzata e Non Proprio Specchiata

Gradito ai Tedeschi e in genere ai paesi del blocco forte il nuovo vice di Draghi che proviene dal governo spagnolo, fedelissimo alla Merkel, per il sostegno ricevuto dalle banche spagnole nel momento più buio.
Non crediamo di ricordare che sia mai capitato, quanto meno da quando le banche centrali professano indipendenza, che un esponente di alto lvello dell'istituto provenIsse direttamente dalla politica.
Tutti gli altri contendenti si sono ritirati in anticipo segno che non avrebbero avuto alcuna possibilità. Con il caso del governatore della banca centrale della Latvia, anche l'etica interna dell'istituto è sotto discussione. Draghi difficilmente farà mosse azzardate, a sostegno ad esempio di un euro più debole. Il suo mandato scade l'anno venturo e nonostante ora sembri che anche Salvini lo voglia come presidente della Repubblica, gli ex gvernatori delle banche centrali guadgnano molto di più alla guida di un carrozzone semipubblico o di una banca, o a fare conferenze. Problemi di ricoprire cariche dello stato prestigiose non crediamo riguardino Draghi, da sempre più interessato al concreto.
Periodo in assoluto più buio per le istituzioni di area euro dalla sua costituzione; si aggiunga anche che per motivi solo di immagine alla Grecia è concesso di tornare sul mercato a luglio, ma, segno che nessuno crede in un vero riaggiustamento, a patto che metta in un deposito a garanzia diciotto miliardi, nove come pagamento per gli interessi sui prestiti in essere e nove perché non si sa mai. E per farlo deve tagliare ulteriormente le pensioni e l'assistenza sociale.
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

21-06-2018
Un professore associato e un fedelissimo di Salvini alle due commissioni finanza, entrambe presiedute dalla Lega: posizioni antieuro e ignoranza al potere, che l'Italia non tarderà a pagare sui mercati finanziari, oltre che sull'economia reale. Euro in risalita, preoccupante segnale in questa giornata di una marginalizzazione dell'Italia.
21-06-2018
Oggi il ministro degli interni spinge per una revisione della Fornero entro l'anno, impossibile per coperture.
21-06-2018
Dopo l'acquisizione di Shire il gruppo farmaceutico in assoluto con il maggior potenziale a livello mondiale
20-06-2018
Dalle separazioni delle famiglie di Trump ai censimenti di Salvini, aumenta di conseguenza il consenso della popolazione su politiche economiche autarchiche. Può funzionare per qualche tempo negli Stati Uniti, non funzionerà mai per l'Italia, la scorsa newsletter illustra perché
18-06-2018
Come previsto da alcune settimane l'Arabia propone un incremento della produzione. Conseguenze significative sui mercati di borsa con probabile forte rotazione tra settori. Ora le stime di inflazione si abbasseranno un po' da per tutto. Ragionevole attendersi una caduta del dollaro