Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
11-10-2019

Borse, Non E' la Recessione Ma la Politica a Decidere il Fine Anno

Stamattina leggevo un commento di Saxo per cui anche se i negoziati andassero bene oramai il monto è chiuso in uan spirale recessiva.
Primo: si può evitare, se la Fed abbassa i tasse, a costo di un piccolo deficit, i Tedeschi si convincono ad investire a costo di un piccolo deficit di bilancio e Cina e Stati uniti smettono di far finta di litigare: se Trump chiede aiuto alla Cina per raccogliere prove contro Biden, vuol dire che tanto nemici non sono.
Secondo: la borsa è u fatto di valutazioni relative: molte aziende tedesche, inglesi, cinesi, scontano il peggir scenario recessivo e qualsiasi buona notizia può farle esplodere.
La posizione di Trump è pra più debole, se prima a tutti i costi non voleva un accordo di forma con i Cinesi prima delle elezioni, ora potrebbe cercare una soluzione: posto che anche all'0interno dei Repubblicani, dopo la posizione sulla Siria, il malcontento cresce.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

08-11-2019
Mentre l'Italia passa la Grecia come debitore più rischioso, il piano incontra l'opposizione del nostro governo
30-10-2019
In molti si aspettano un a Fed poco accomodante stasera, mentre le elezioni in Gran Bretagna preludono a un nuovo referendum
28-10-2019
La vittoria dei peronisti rende improbabile qualsiasi rimborso ai detentori di obbligazioni. E rende più che mai urgente la svalutazione del dollaro
25-10-2019
Aumentano i costi delle consegne il giorno successivo e l'idea che possano essere fatte su scala massiva coi droni è irrealistica. Inseriamo titoli della grande distribuzione anche se in segmenti specializzati, al portafoglio americano
25-10-2019
Euro che si indebolisce sulle dichiarazioni di Draghi in base alle quali vi sarebbe ampia offerta sul secondario di titoli da comprare, mentre la Fed inietta centoventi miliardi: la finanza ha smesso di fare ragionamenti seri