Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
15-11-2018

Brexit, una Bozza di Accordo che di Fatto Nega la Brexit

Tutti contenti ieri compreso il Financial Times che anch'esso ahimè sta diventando il giornalino del quartiere per l'accordo preliminare (che è un ossimoro, un accordo o è definitivo o non è un accordo) che il governo della May e Bruxelles avrebbero raggiunto.
Se ieri il governo inglese faticosamente si è messo d'accordo (ma stamane arrivano dimissioni importanti) è solo per non andare a casa. L'accordo sul cosiddetto doppio "backstop" (talmente assurdo che non vale la pena d capirlo, ma che in sostanza rimette a Bruxelles la decisione sui confini di Irlanda), le richieste ambientali di Bruxelles, i(n area euro abbiamo l'Ilva, non siamo ridicoli), sostanzialmente svuotano Brexit di qualsiasi significato.
Se l'Accordo passerà al Parlamento inglese in questa forma (al Parlamento Europeo passa di sicuro), il referendum su Brexit sarà stato svuotato di ogni contenuto. In un modo o nell'altro la politica farà di tutto per fermare il processo, se questo non funziona si tenterà la via del secondo referendum. Segni di quanto sta per avvenire con l'eventuale processo sanzionatorio verso l'Italia.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

21-05-2019
Per Huawei è un grosso danno ma la sospensione per tre mesi indica che Trump non ha grande potere contrattuali. Intanto i titoli cinesi del trasporto hanno raggiunto valutazioni ridicole
09-05-2019
Blackrock dice di no
09-05-2019
Probabile rinvio delle nuove minacce di dazi americani, che decuplicherebbero quelli esistenti
08-05-2019
Non serviva arrivare a maggio per bocciare definitivamente il piano italiano, evidente paura delle conseguenze delle europee
07-05-2019
Non vi sono segnali di recessione in America ma di rallentamento e questa barzelletta con la Cina prima o poi finirà. Turchia in dittatura dopo la cancellazione dei risultati delle elezioni e Lira Turca di nuovo verso i minimi. La Turchia non è il Venezuela; senza un dollaro a meno venti da qui nessuna possibilità che la crisi non esploda.