Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
06-02-2018

Cosa Fare Ora Per Coprirsi dai Rischi

Non si può ancora definire una vera correzione, la borsa americana perde circa il dieci per cento in qualche seduta ma tengono relatvamente bene Amazon, Apple, Tesla, Qualcomm, Facebook, ovvero tutte le aziende che a nostro avviso hanno un potenziale di caduta di diverse decine di punti percentuali. Sarà solo se cadono queste che la correzione può estendersi, in quel caso almeno al venti per cento dai livell di gennaio.
Le banche italiane sembrano il segmento in assoluto più a Rischio dei listini, alla vigilia dei risultati del MPS e hanno anche esse potenziale di enorme caduta.
Le aziende dei nostri portafogli sono tutte molto solide e non vanno vendute a questo punto anche se da mesi diciamo che bilanciare posizioni lunghe e corte è necessario per ridurre i rischi sui mercati.
Con l'indice Vix pr la prima volta sopra il trenta per cento e la vigilia di un nuovo negoziato sulla Finanziaria americana, i rischi per un ulteriore enorme ribasso ci sono tutti. Per chi ha posizioni solo lunghe sul mercato la unica cosa possibile è di vendere allo Scoperto posizioni nei titoli che ancora rimangono più sopravvalutati.
Sui nostri portafogli mercati emergenti i rischi sono ridotti, e la correlazione con l'andamento delle borse occidentali limitata.
Sull'Europa il Rischio più grande viene dalla paralisi della Bce, oramai lanciata in un gioco al colpevole che complica solo la situazione.
 
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

18-06-2018
Come previsto da alcune settimane l'Arabia propone un incremento della produzione. Conseguenze significative sui mercati di borsa con probabile forte rotazione tra settori. Ora le stime di inflazione si abbasseranno un po' da per tutto. Ragionevole attendersi una caduta del dollaro
15-06-2018
Riapriamo stamane posizioni lunghe in euro, ignorati gli effetti sul costo di finanziamento delle imprese della fine del QE
12-06-2018
Tra accordo bilaterale con gli Stati Uniti e la fanfara con cui Trump annuncia l'esito dell'incontro con il leader Nord Coreano, davvero pochi spunti sull'Europa
11-06-2018
Nessuna delle misure economiche che impattano sul deficit nel documento programmatico che sarà discusso con la UE. Scadenze sui titoli di stato tra i due e i cinque anni decisamente interessanti
08-06-2018
Cinquanta miliardi la linea di credito erogata all'Argentina mentre soprattutto la Francia cercherà di far revocare le tariffe sull'acciaio a Trump, verosimilmente poco ricettivo