Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
22-03-2018

Creval, Carige, Trovati "gli Investitori" Tutto Come Prima

Con questa cosa che le banche non possono fallire in Italia chissà mai perché stampa e autorità di vigilanza sono sempre alla ricerca di polli involontari cui piazzarle. Dopo la fiammata di Carige nei giorni scorsi che ha aiutato  "convincere" certi operatori a farsi carico dell'enorme inoptato su Creval, stamane la notizia che Carige di cessioni non ne ha proprio fatte e che cercherà di mettere l'intero pacchetto di sofferenze sul mercato https://www.milanofinanza.it/news/carige-ecco-i-crediti-in-vendita-201803212027403187. Di privati che sottoscrivono  ce ne sono sempre meno ma è importante non farsi ingannare da fiammate temporanee, che sono sempre guidate a cercare di raccogliere soldi.

Sarà interessante vedere come il nuovo governo deciderà di "contablizzare" la perdita su MPS, oramai a quasi quattro miliardi; tenere la partecipazione a costo sperando che qualcosa succeda non funzionerà, sino al prossimo aumento di capitale "volontario".

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

13-06-2018
La fusione cui Trump si opponeva giustamente, anche se per i motivi sbagliati. Media contenuti e tecnologia oramai controllati da pochissimi gruppi a livello mondiale. Altri titoli interessanti nel settore, effettuiamo modifiche ai portafogli americano e mondiale
30-05-2018
Unica banca di cui si può parlare positivamente sul llstino italiano
21-05-2018
Annunciata, non casualmente prima della formazione del nuovo governo l'uscita dai modelli a basso costo.
11-05-2018
L'evoluzione nelle macchine da taglio e nelle tecnologie additive è molto dispersa e si concentra in poche aziende di eccellenza (al mondo), sicuramente questa è una
03-05-2018
Più fatturato e molte più perdite e cassa bruciata, secondo Musk "ritorno" all'utile, che non c'è maI stato, dal secondo semestre 2018