Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
20-12-2018

Fed, Peccato d'Orgoglio

Previsioni di crescita pù alte di quanto si aspettassero gli operatori e previsioni sull'nflazione leggermente più basse non si rconciliano perfettamente, nel primo discorso di Powell un po' confuso. Una giornalista ha posto esattamente questa domanda, come mai se il tasso di Inflazione rimane sotto le stime ci fosse bisogno di rialzare i tassi.
In America l'obettivo della banca centrale, a differenza che in Europa, è duale ovvero mantenimnto dell'Inflazione e attenzione alla crescita economica ed è prevalso nel dscorso di Powell questo secondo.
Il bilancio complessivo di titoli detenuti dalla banca centrale americana continuerà a ridursi e tutta la politica monetaria sarà affidata a variazioni sui tassi e anche questo non è particolarmnete piaciuto agli operatori di borsa.
Nel complesso una uscita che sembra più un modo per ribadire, è stato detto più volte in conferenza stampa, che non vi sono influenze politiche e questo è decisamente apprezzabile. Forse qui però la reazione è stata più forte dell'Azione: si apre il fianco ad eventuali recriminazioni di Trump qualora l'economia si mostri meno forte di quanto ieri la Fed abbia previsto.
Sulla borsa e sui cambi ancora c'è da soffrire, anche se iniziano a leggersi valutazioni più corrette su titoli molto penalizzati, ieri su General Electrc.
La scelta dei titoli rimane fondamentale e la borsa è davvero molto interessante, ma certo la Fed ieri non ha dato una mano.
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

10-07-2019
Gli Stati Uniti non vedono più un rischio di sicurezza nelle forniture al gruppo cinese
09-07-2019
Con il livello di tassi raggiunti anche in Italia dopo il rinvio della procedura UE e quello negativo dei Bund, la Fed avrebbe tutto lo spazio per tagliare di mezzo punto. Domani il resoconto semiannuale al congresso di Powell
04-07-2019
Ora la fiammata in borsa può davvero essere significativa: banche per prime ma gradualmente l'interesse più stabile tornerà sugli industriali
26-06-2019
La Fed riconosce la debolezza dei dati recenti ma sottolinea quanto Giappone ed Europa abbiano agito troppo presto
24-06-2019
La decisione non è corretta sul piano dei conti ma aiuterà la borsa