Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
28-11-2018

Incontro Trump-Xi, Domani la Chiave per un Eventuale Balzo delle Borse

I collaboratori di Trump si dicono scettici alla vigilia dell'incontro domani tra i due capi politici, Trump ha minacciato ancora l'introduzione delle tariffe a partire da gennaio; dazi e politica antimmigrazione non hanno autato la industria automobilistca americana, dell'altro giorno la decisione di General Motors di chiudere stabilmenti https://www.washingtonpost.com/gdpr-consent/?destination=%2fbusiness%2feconomy%2fgm-layoffs-and-plant-shutdowns-suggest-us-economy-may-be-starting-to-slow--and-dent-trumps-claim-of-an-industrial-renaissance%2f2018%2f11%2f26%2f39533566-f1ba-11e8-80d0-f7e1948d55f4_story.html%3f&utm_term=.4ce12a6d9d47.
Trump giocherà probablmente la parte del duro negoziatore, ma le armi sono spuntate e il caso Dolce e Gabbana indica come i Cinesi, come mercato di sbocco per merci straniere, non sono troppo teneri.
Scommettere su questi scenari è impossibile, ma è certo che è interesse delle parti, ma soprattutto degli Stati Uniti, di trovare un accordo vendibile a elettori e eletti.
Riteniamo molto probabile dunque che a partire da domani assisteremo a un rimbalzo generalizzato delle borse. 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

21-05-2019
Per Huawei è un grosso danno ma la sospensione per tre mesi indica che Trump non ha grande potere contrattuali. Intanto i titoli cinesi del trasporto hanno raggiunto valutazioni ridicole
09-05-2019
Blackrock dice di no
09-05-2019
Probabile rinvio delle nuove minacce di dazi americani, che decuplicherebbero quelli esistenti
08-05-2019
Non serviva arrivare a maggio per bocciare definitivamente il piano italiano, evidente paura delle conseguenze delle europee
07-05-2019
Non vi sono segnali di recessione in America ma di rallentamento e questa barzelletta con la Cina prima o poi finirà. Turchia in dittatura dopo la cancellazione dei risultati delle elezioni e Lira Turca di nuovo verso i minimi. La Turchia non è il Venezuela; senza un dollaro a meno venti da qui nessuna possibilità che la crisi non esploda.