Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
18-06-2024

PayPall molto interessante a questi valori

Il titolo nell’ultimo anno ha vissuto ancora momenti contrastanti, zavorrato dalla morsa della concorrenza con Apple Pay.
 
Dopo un’estate difficile, il titolo ha cominciato a riprendersi con l’arrivo del nuovo CEO. Il suo arrivo ha fatto molto clamore lo scorso gennaio quando ha annunciato di voler “scioccare il mondo” con 6 innovazioni che avrebbero permesso a PayPal di invertire il trend ribassista su margini e utenti attivi.
 
Ed effettivamente le sue parole hanno iniziato a dare i suoi effetti, con gli ultimi dati del 1Q24 che hanno battuto le attese su ricavi ed EPS, mostrando una crescita del fatturato del 9% (a fronte di una crescita dei volumi di pagamento del 14%), con “transaction margin” in forte aumento al 4% a testimonianza che la guerra di prezzo sui pagamenti è giunta ad una fase di stallo.
 
L’aspetto più positivo è senza dubbio il fatto che l’emorragia di utenti attivi sembra essersi arrestata.
 
A queste notizie si sono uniti anche il newsflow prima che la società si lancerà anche sul business pubblicitario (caratterizzato da margini molto elevati) e che la società dovrebbe andare oltre la guidance di modesta crescita.
 
Così il titolo ha cominciato a risalire nell’ultimo mese, fino all’annuncio del nuovo lancio del Tap to Cash di Apple, ovvero un sistema di trasferimento di denaro da un utente all’altro in USA, molto simile a quanto offerto da PayPal e il rilascio del nuovo Apple Pay per browser per computer.
 
Va riconosciuto che la società opera in un mercato che è in continua crescita e in cui c’è spazio ancora per molti player e nonostante questo PayPall mostra una continua  crescita del fatturato a ritmi del 10% annuo, pur in presenza del rallentamento del numero di utenti: proprio perché gli utenti PayPal attivi effettuano un numero maggiore di transazioni, portando anche ad un maggior importo complessivo delle transazioni pro capite.
 
Vale la pena notare che mentre PayPal continua a crescere sul piano del FCF e degli EPS (a fine anno dovrebbe registrare lo stesso EPS registrato ai picchi pandemici, mentre il titolo scambia a ~80% da quei valori), il mercato è esageratamente impaurito di un business model minacciato ma difficilmente scardinabile completamente, data la resilienza delle infrastrutture di pagamento digitale.
Ha inoltre  un FCF Yield arrivato all’11% (utilizzato saggiamente per il riacquisto di azioni proprie), PayPal rimane comunque un titolo estremamente interessante per gli investitori più pazienti.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

21-07-2024
Pharmanutra
21-07-2024
EuroGroup Laminations
19-07-2024
LAM
19-07-2024
DATADOG
15-06-2024
Tesla da inizio anno perde un 26% ma ci saranno possibilità di ripresa per il titolo?