Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
28-09-2017

Riforma Fiscale Americana, Non Possibile

Quindici punti di ribasso sulla tassazione equivalgono più o meno a un triliardo di dollari all'anno di maggiore debito e avrebbero un effetto di circa cinque punti percentuali all'anno di peggioramento nei conti pubblici. A differenza che quando fu sperimentata da Reagan, Laffer che ne studiò la teoria monetaria rimane oggi un grande entusiasta, il provvedimento si inserirebbe in una fase di moderata crescita dell'economia americana, creando forte debito pubblico e spedendo i tassi verso il tre per cento.

Ci sembra l'ultima delle grosse sparate di Trump: se la borsa ci crederà, da due giorni i broker si riempiono di nuovo la bocca di "Trump Trade", saranno le aziende rivolte al mercato interno quelle da comprare: le grandi multinazionali come Apple non possono riportare a casa la liquidità se voglono mantenere privilegi fiscali in Europa. A meno che la Commissione si talmente poco lungimirante da introdurre la web tax. 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

13-07-2018
Mentre Conte è "confidente" che nessun aggiustamento sia necessario sui conti pubblici. Sempre più lontani dalla borsa italiana
12-07-2018
Dopo il meno cinque di ieri oggi rimbalzo spinto dia fondi, Di capacità produttiva in eccesso ce ne è eccome . Chiudiamo oggi in anticipo l'offerta sui portafogli azionario mondiale e obbligazionario. I residui interessati possono scriverci nella giornata di oggi
11-07-2018
A un certo punto l borse smetteranno di seguire questa pagliacciata
10-07-2018
La May si lascia convincere dalle lobby parlamentari legate alla finanza. Nell'accordo di "soft Brexit" il Regno Unito ha solo da perdrere
03-07-2018
Sempre più isolata l'Italia sul tema immigrazione, che ha tutto il potenziale per diventare un enorme boomerang, dopo il sostanziale diniego della Germania di accogliere migranti provenenti da altri paesi