Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
21-03-2017

Sterlina, Dati Sempre Migliori dall'Economia

In un mercato oramai fatto di reazioni isteriche alimentate dalle banche per fare transazioni spicca il balzo dell'euro stamattina sul risultato di un dibattio presidenziale in Francia.
Reazioni completamente senza senso se si pensa a quale è stato l'esito delle presidenziali americane dopo tanti dibattiti televisivi.
Ieri la sterlina è stata falcidiata sulla notizia che la negoziazione per la uscita della Gran Bretagna può avere inizio: discussione che verrà nuovamente insabbiata, riteniamo, dal secondo referendum scozzese. Oggi esce il dato forse più indicativo di quanto questa bassa sterlina abbia fatto bene alla economia britannica: un dato di Inflazione al consumo, non trainato dal prezzo del petrolio, che è il più alto di tutti i paesi occdentali: immediato il balzo della sterlina che in pochi giorni ha recuperato il tre per cento contro dollaro. Rimane, per bassi livelli di Rischio, il miglior investmento obbligazionario possibile.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

03-08-2018
Sterlina ai minimi , con segnali di rialzo dei tassi dalla banca d'Inghilterra e maggiore flessibiltà dell'Unione nei rapporti con la Gran Bretagna
27-07-2018
Enorme rimbalzo del cambio, soprattutto negli ultimi giorni
20-07-2018
Dai due anni ai dieci pochi centesimi di differenza. Mentre Bernanke dice che una eventuale inversione della curva non prevede recessione
31-05-2018
Ieri piazzato in asta il Btp quinquennale al 2,32%. Sintanto che i rendimenti sono superiori a quelli dei titoli di stato americani, può essere occasione di acquisto. L'elemento di rischio maggiore ora un governo che con l'appoggio della Meloni diventerebbe molto più reazionario di quanto i risultati elettorali avevano fatto immaginare.
04-05-2018
Tassi alzati una seconda volta (al trentatré per cento) e divisa quasi dimezzata in un anno. Rischi di contagio non trascurabili, la Fed sarà molto prudente