Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
24-11-2017

Telecom iIalia, la Rete è Già nel Prezzo

Tra ipotesi di Quotazione e di scorporo della rete ieri Telecom sale su volumi importanti per motivi che per un analista finanziario sono di difficile comprensione.

Il prezzo di borsa di un titolo è già la somma delle parti che compongono l'azienda, dunque se la rete viene quotata, il titolo di Telecom in un mercato razionale dovrebbe perdere per il valore equivalente delle attività della rete. E' vero che il gruppo sin da tempi di Tronchetti ha una storia di scatole cinesi per cui la stessa cosa viene quotata in borsa di fatto più di una volta ma questi giochetti dovrebbe essere oramai chiari.
A noi sembra difficile che la rete venga quotata perché se il governo intende mettere le mani sulle tariffe è più difficile farlo su un gruppo quotato.

Su Carige, l'amministratore delegato sostiene che l'aumento andrà addirittura a Riparto: ad ora il prezzo è sotto a quello di collocamento anche se bisogna dire che con il meccansimo che è stato introdotto per l'acquisto anticipato di azioni senza facoltà di revoca, chi sottoscrive aspetterà l'ulitmo giorno, ovvero il trenta. Ci pare di intuire che siano saltati impegni per l'aumento di cinquanta milioni https://www.milanofinanza.it/news/pmi-ai-massimi-dal-2000-carige-ed-eni-acora-in-rosso-telecom-in-volata-201711230903119207

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

13-11-2018
Nella proposta di Barnier alla Gran Bretagna c'è di tutto, comprese richieste ambientali. Per l'Italia da oggi, giorno della risposta avvolta nel mistero, al ventuno per sapere se verrà attivata la procedura di infrazione. Che sarebbe a questo punto un bene
12-11-2018
Contributo "volontario" delle banche per una obbligazione che dovrebbe essere rimborsata a breve. Unicredit fece lo stesso con Popolare Vicentina, tranne poi ritirarsi. Una ragione in più per uscire con una proposta sensata entro domani nei confronti della UE
09-11-2018
La durezza dei giudizi espressi dalla Commissione sulle prospettive di crescita dell'Italia e della Gran Bretagna totalmente ignorata dai mercati, nell'era della manipolazione. Se le intenzioni di Bruxelles sono serie saranno le grandi banche italiane, da Intesa a Unicredit ad andare sotto pressione
08-11-2018
Sterlina che si rafforza nell'aspettativa di un accordo già nella giornata d oggi. Crediamo nessuna delle parti abbia interesse a raggiungerlo
07-11-2018
I Repubblicani ora non possono proprio fare a meno del Presidente