Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
02-09-2019

Turchia, Dopo Argentina il Rischio Più Forte

Da due anni diciamo che un dollaro così forte, oggi al livello più alto appunto da due anni, costituisce un serio problema per le emissioni di paesi fortemente indebitati: in Turchia oltre il quaranta per cento del debito è denominato in dollari e la lira turca, sebbene lontano dai suoi minimi, vale circa la metà di allora.
Erdogan ha cambiato tutti gli uomini alla banca centrale ma un Default nei prossimi due anni è altamente probabile.
Mistero su quello che la Lagarde oltre un anno fa aveva presentato come un prestito all'Argentina di sessanta miliardi di dollari, evidentemente mai realizzato. Il peso delle economie asiatiche nel Fondo Monetario è crescente e non molte di loro sono disposei a mettere soldi nel veicolo se non contro concessioni, in particolare sulla estrazione di terre rare.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

07-04-2021
Evidentemente il Tesoro è consapevole che la Bce non può continuare all'infinito. Intesa e Unicredit molto sopravvalutate
05-03-2021
Gli investitori si sono assuefatti a pensare che le banche centrali possono stampare denaro in quantità infinita per sempre: ogni mancata conferma viene percepita come un disastro
22-02-2021
Centosettanta punti base di differenza, investire in titoli di stato europei non ha proprrio più logica
18-02-2021
Vendute bene le nostre vecchie posizioni su sterline e peso messicano ora valore solo sulla curva dei tassi ameicani. Inserimenti al portafoglio obbligazionario, corsa dei Btp crediamo finita
22-05-2020
Ventidue miliardi buttati nel lavandino, mentre Cassa Depositi e Prestiti da una parte cerca denaro dall'altra distribuisce dividendi allo stato