Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
01-04-2019

Turchia, Stallo Analogo al Venezuela

Gli Stati Uniti e in generale l'Occidente hanno fatto la scelta di non intervenire più davvero in situazioni prossime alla dittatura come quella venezuelana; dopo primi cenni di possibile destituzione Maduro è ancora saldamente al suo posto e non sembra che qualcuno voglia davvero affrontare una crisi umanitaria di proporzioni enormi.
In Turchia i dati economici non danno ragione ad Erdogan e anche se in campagna elettorale promette sempre un nuovo stadio ai votanti dell'area interessata, il discontento sembra importante.
Dopo la sostanziale assenza dell'Occidente di fronte alle conseguenze del vero o finto colpo di stato di qualche anno fa è stato sostanzialmente sancita una nuovs dittatura che nessuno in Occidente riconosce come tale.
Le minoranze etniche sono molte in Turchia e da più parti si sostiene che intervenire, come in Libia o in Siria peggiora solo le cose e probabilmente è vero.
La sostanza, la Turchia entra in un periodo di grave caos e chi ha obbligazioni in Lira Turca dovrebbe, pur con le perdite quasi certe che ne conseguono considerare di venderle. Il cambio della Lira potrebbe facilmente peggiorare a breve verso i minimi raggiunti qualche tempo fa, il valore delle obbligazioni diminuire ancora.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

10-07-2019
Gli Stati Uniti non vedono più un rischio di sicurezza nelle forniture al gruppo cinese
09-07-2019
Con il livello di tassi raggiunti anche in Italia dopo il rinvio della procedura UE e quello negativo dei Bund, la Fed avrebbe tutto lo spazio per tagliare di mezzo punto. Domani il resoconto semiannuale al congresso di Powell
04-07-2019
Ora la fiammata in borsa può davvero essere significativa: banche per prime ma gradualmente l'interesse più stabile tornerà sugli industriali
26-06-2019
La Fed riconosce la debolezza dei dati recenti ma sottolinea quanto Giappone ed Europa abbiano agito troppo presto
24-06-2019
La decisione non è corretta sul piano dei conti ma aiuterà la borsa