Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
26-01-2018

Valute, Trump a Contenere i Danni delle Bce

E' Trump l'uomo forte e la Cina lo lascia fare perché dalle sue azioni deriva un mglioramento di breve per l'economia amercana e un rafforzamento strutturale per quella cinese. Tra qualche anno se l'America resce a rilanciare infrastruttur in America, dipenderà completamente per le fornture di materie prime dalla Cina.
Il piano è semplice: investire in infrastrutture sino a un triliardo di dollari, che aumenterebbero il deficit americano e far pagar la regolarizzazione degli immigrati agli stati che li inviano. La richiesta di debito americano non è mai stata così alta, ieri le emissioni di Treasury's sono andate molte volte sottoscritte a un record storico, per cui è evidente che la debolezza del dollaro dipende dalla speculazione, non dai flussi reali.In più i Cinsi domanderanno una divisa più forte per continuare a sottoscrivere.
I Cinesi finanzieranno queste emissioni in modo crescente arrivando verosimilmente a detenere una quota del debito americano non lontana dal 20%.
Trump è possibile che oggi adotti toni più conciliatori, il piano è un azzardo e ha bisogno di appoggi esterni, ma è lui che muove i mercati
In molti a sostenere che Draghi avesse le mani legate ieri dopo che la Bce ha concesso l'allungamento dei tempi per la adozione delel nuove regole contabili sulle sofferenze: nella conferenza di ieri ha più volte ha sostenuto che l'Inflazione crescerà in area euro, senza accennare agli effetti deflazionistici che l'euro forte sta avendo e esasprando anzi un processo che nonosante non se ne parli leverà almeno mezzo punto di Pil all'Italia quest'anno.

Il risultato, l'euro si è ancora apprezzato. Nlla sessione delle domande e risposte non ha esitato a criticare direttamente gl Americani, in una caduta di stile che Leva molta credibilltà all'istituto. In serata Trump ha requilibrato i commenti di Mnuchin, avendo capito che questa posizione sul dollaro debole avrebbe compromesso definitivamente i rapporti commerciali con l'Europa.

La conclusione, Trump è molto ascoltato mentre non lo sono più i banchieri centrali. 
Pensiamo probabile che gradualmente l'euro troni verso 1,2 contro dollaro, ma i danni di credbilità sono enormi. Come è successo la scorsa settimana con Kuroda in Giappone oramai il mercato tratta con compelta indifferenza l'operato delle banche centrali. Ci attenderemmo una ripresa dei prezzi delel criptovalute nei prossimi giorni.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

21-08-2018
Dollaro che si indebolisce sulle lamentele di Trump per l'azione della Fed. Quando l politica cerca di influenzare i mercati fa sempre danni. In Italia, Giorgetti conferma ieri le impressioni espresse in questa sede, non ci sono i termini per una revoca delle concessioni. Probabile balzo, a breve, di Atlantia anche perché spuntano le responsabilità del Commissario
20-08-2018
In previsione della settimana in cui si dovrebbero definire i dazi tra Cina e Stati Uniti
16-08-2018
Su richiesta di alcuni sottoscrittori estendiamo per oggi sedici agosto e domani diciassette agosto la offerta di acquisto di tutti i portafogli a quaranta euro, gli interessati possono scrivere a info@finanze.net; poi da settembre il prezzo dei portafogli sarà elevato a ottanta euro
10-08-2018
Unicredit la banca italiana più esposta. Qualche anno fa la politica europea fece finta di non capire se si fosse trattato o meno di un colpo di stato. Ieri la Bce, tardivamente allarma sulla esposizione delle banche europee alla Turchia. I detentori di obbligazioni in lira turca e sono molti in Italia dovrebbero prudentemente vendere anche con minusvalenze del sessanta per cento, se non in ossesso di titoli Bei o altre sovranazionali.
09-08-2018
Carige sotto l patrimonio di vigilanza, Creval e Sondrio in difficoltà, MPS taciuta, Unicredit e Intesa che fanno i bilanci scaricando i portafogli di sofferenze sul sistema e con commissioni su risparmio gestito e amministrato inaccettabili. E se passa la legge di bilancio come la vogliono i due vice premier può solo peggiorare