News


30-12-2010
Grande campagna di comunicazione che ha portato il titolo a valutazioni di fantasia. Le due societa' divise saranno ancora piu' sopravvalutate perche' meno patrimonializzate
27-12-2010
Prezzo:23,94 Grande salita di questa recente inclusione ai nostri portafogli " i nostri soldi", tempo di prendere profitti
21-12-2010
Prezzo : 26,1 Segmento di nicchia in un settore che negli Stati Uniti ha gia' visto il peggio. Inserita, come titolo difensivo all'interno dei portafogli alla sezione "i nostri soldi"
20-12-2010
Nel settore si può trovare valore: segnaliamo due società comprese nelle nostre liste
17-12-2010
Gran Bretagna, Giappone e Stati Uniti offrono alcune opportunita' di acquisto nella distribuzione specializzata per settore
10-12-2010
Prezzo: 14,96 Utili a +78% ma previsioni di vendita caute. Le percezioni di aziende serie come questa sul potenziale di ripresa dell'economia dovrebbero essere ascoltate
09-12-2010
Scarso coinvolgimento nei piani di salvataggio europei, divisa indipendente dall'euro e programma di rigore fanno del mercato azionario britannico il piu' interessante tra le economie occidentali. Alcune idee nel settore alimentare dalle nostre selezioni regionali in abbonamento.
09-12-2010
Larga parte dei prodotti di questo tipo sono gestiti da societa' che appartengono a gruppi finanziari; diventano quindi spesso un mezzo poco trasparente di autofinanziamento, in un momento in cui le banche non sanno come fare raccolta
04-12-2010
Maldestro l'intervento di Trichet sul sostegno alle economie, puntuale quello di Bernanke. L'Europa non ha capito che senza una valuta piu' competitiva la situazione non puo' che peggiorare
04-12-2010
Dopo il rimbalzo di ieri dell'euro di nuovo interessante puntare sull'obbligazionario estero. Scarsa l'offerta di titoli attraverso le banche on-line, maggiori chiarimenti al bottone in alto a destra (consulenza finanziaria)
03-12-2010
Le varie applicazioni industriali ne rendono l'attuale scarsita' un'opportunita' di incremento dei margini per aziende del settore integrate verticalmente. Sterlite, nostra scelta alle Top 100 regionali, il modo a nostro parere migliore per parteciparvi
28-11-2010
Il "piano di stabilita''" concepito da tedeschi e francesi per salvare l'Irlanda ribalta sui detentori di obbligazioni il costo di eventuali crisi sistemiche. Chi ha obbligazioni bancarie le venda di corsa
28-11-2010
Prezzo: 18,71 Possibile ulteriore debolezza dopo le modeste vendite del "Black Friday" statunitense. Valutazioni interessanti
25-11-2010
Prezzo 3,47 Come nel caso di Geox, altro cattivo risultato delle nostre selezioni nel corso dell'ultimo mese, è il prezzo delle materie prime, un fattore temporaneo, ad incidere sui margini. Grandissima opportunità di acquisto
24-11-2010
Una finanza pubblica relativamente virtuosa, negli ultimi anni, sta tenendo l'attenzione lontano dall'Italia in questo momento di tensioni sul debito europeo. Perche' evitare invece i titoli di stato
24-11-2010
Prezzo: 8,63 L'azienda rimane, soprattutto dopo questi giorni di debolezza, la nostra migliore scelta in Italia
18-11-2010
In un ennesimo voltafaccia funzionari dell'Unione Europea volano oggi in Irlanda per "salvare" Dublino. Dopo un possibile rimbalzo di euro e corsi obbligazionari toccherà al Portogallo. Poi a Italia e Spagna. L'euro non può sopravvivere in questa forma
17-11-2010
La forchetta di prezzo tra 32 e 33 dollari, comunque molti, comporta una perdita di circa 10 dollari ad azione per i contribuenti che hanno dovuto salvarla. Come nel caso di Fiat, grande trionfalismo da parte degli azionisti prima di chiedere soldi al mercato
14-11-2010
Risultati dall'inizio dell'anno e dalla costituzione di tutti i portafogli alla sezione "i nostri soldi"per le selezioni del sito. Metodo che fornisce su archi di due anni risultati infinitamente superiori alla stragrande maggioranza dei fondi di investimento azionari, ad una frazione die costi. Domani le modifiche a tutti i portafogli
14-11-2010
eccessiva la rea
14-11-2010
La Germania spinge perchè gli irlandesi facciano velocemente ricorso ad aiuti. Il problema si sposterebbe poi su Portogallo ed infine su Italia e Spagna. Evitare i titoli di stato o di emittenti italiani, soprattutto le banche
13-11-2010
In allegato il nostro articolo odierno su Borsa&Finanza
11-11-2010
Mai cosi alta la differenza negativa di prezzo con il petrolio
11-11-2010
Prezzo 46,1 La società alle nostre selezioni europee i nostri soldi alza le stime per il 2010 e il titolo fa quasi il 10% in un giorno, ora troppo caro. Pochissime le idee rimaste in Europa
09-11-2010
Prezzo: 73,01 Dal viaggio di Obama in India usciranno probabilmente importanti commesse militari
[«] [<] 131 | 132 | 133 | 134 | 135 | 136 | 137 | 138 | 139 | 140 [>] [»]