Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
13-01-2006

Ahold

Riprende l'analisi dei titoli appartenenti al nostro universo investibile con Ahold, catena di grande distribuzione olandese, con presenze significative negli Stati Uniti (con i marchi Stop & Shop, Albert Hein e Us Food Service) ed in Europa, inclusi i paesi dell'Est. Recentemente il gruppo ha operato tagli al personale, nel tentativo di contrastare una crescita del fatturato, che secondo i dati diffusi ieri sul quarto trimestre 2005, fatica a mantenere l'obiettivo di aumento del 5% anno su anno che l'azienda si è prefissa, D'altra parte le misure di efficienza poste in essere dall'azienda hanno sensibilmente migliorato la redditività.

I principali numeri per il gruppo sono:
(Milioni di Euro, stime per il 2005)

Fatturato 2005: 7.430
Ebit 1.200
Utile netto 450
Price Earnings 15
Dividend Yield 2,2%

A 6,6 Euro, il nostro giudizio sul titolo (che non appartiene agli indici Dow Jones di sostenibilità) è positivo.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Altri articoli da questa sezione

19-02-2021
Tra pochi titoli interessanti sul piano fondamentale del mercato americano, dopo risultati buoni e previsione di scenari non entusiastici. Mai come ora i portafogli di questo sito riflettono il poco valore fondamentale rimasto nei mercati; crediamo terrranno certamente molto meglio di quelli costruiti sulla base della moda delle nuove tecnologie.
09-07-2020
In cerca di possibili idee di investimento in un mercato dove non toccheremmo quasi nulla, ci sembra una delle poche cose guardabili
17-04-2020
Sulla possibile scoperta di un farmaco
14-04-2020
Ora i mercati sono più cari di prima del virus, considerando quelli che saranno i risultati delle aziende. La liquidità come sempre invece che finire sulla economia reale finisce in borsa. Ci attendiamo una altra pesantissima correzione
06-04-2020
La attività creditizia prevista dal piano da duecento miliardi è a garanzia statale e non creerà NPL, almeno per i prossimi cinque anni