Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
01-09-2017

Divise, la Debolezza del Dollaro non E' Finita

Un terzo delle raffinerie chiuse in Texase e effetto che potrebbe esssere sensibile in uno degli stati più ricchi, uniti a un rapporto sui dati di occupazione che oggi sono in parecchi ad attendersi piuttosto debole potrebbero facilmente riportare il dollaro verso 1,20, anche se crediamo che poco sopra vi sia il massimo del ciclo.
Oltre alla economia italiana iniziano a soffrire le banche tedesche,soprattuto quelle esposte ai paesi dell'Europa dell'est che subiscono fortmente gli effetti del cambio.
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

17-01-2018
La consueta farsa della chiusura dei cordoni della borsa ("budget shutdown") si dovrebbe chiudere entro domani con una estensione da parte del Senato americano
12-01-2018
Chiarissima sudditanza della Bce ai Tedeschi che oggi arrivano a una intesa sul governo
09-01-2018
La Banca del Giappone diminuisce marginalmente il programma di acquisto titoli mentre i tassi in America superano il 2,5% sul decennale. Contro euro il potenziale di rivalutazione è enorme
19-12-2017
Rispetto al differenziale dei tassi, circa un punto di maggior costo, a indicare una enorme domanda di dollari
23-11-2017
Aumento dei tassi quasi certo a dicembre, scadenza di debito a breve da rinnovare, rimozione degli stimoli Fed. Molti elementi perché la divisa americana possa apprezzarsi parecchio da qui al fine anno e perché le borse vedano una correzione, anche se l'analisi tecnica dice esattamente il contrario.