Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
05-03-2015

Dollaro, PROBABILMENTE Raggiunto il Picco

L'effetto sui bilanci degli esportatori è evidentissimo, basta orendere i conti di Moncler, ultima a sorprendere, Ima, Prima Industrie, Biesse (la prossima a stupire sarà probabilmente Brembo).
Ora il dollaro a 1,10 comincia a far male agli Stati Uniti,i cui ultimi dati economici non sono così brillanti.
Si diceva che i paesi deboli dell'area euro avevano bisogno di un cambio a 1,15 per recuperare cometitività.
Ora la trazione dell'analisi tecnica è più forte dei fondamentali,a  gisutificare gli ultimi rialzi ma anche gli indicatori tecnici segnalano il probabile raggiungimento di massimi.
Se non sarà Draghi a smorzare la corsa del dollaro lo sarano probabilmente i dati di occupazione americana di domani che a giudicare dal ADP employment report di ieri non dovrebbero segnalare ulteriori miglioramenti.
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

13-02-2019
Trump apre ieri notte all'accordo sul muro e venerdì delegazione americana a Pechino. Italia sempre più isolata dopo l'intervento di ieri di Conte
29-01-2019
Nella riunione che si conclude domani sera
25-01-2019
La rete in carico a prezzi di fantasia (quindici miliardi), con nove di capitale e quaranta d indebitamento
26-10-2018
Dai numeri di Amazon alla richiesta di nuovi permessi abitativi. Con Draghi già in pensione, oggi il governo italiano dovrebbe dare qualche segnale di buonsenso, se si vuole evitare una nuova valanga di vendite sui titoli di stato a partire da lunedì prossimo
10-10-2018
Il segretario del Tesoro americano mette in guardia la Cina sulla debolezza dello yuan: è l'unica cosa su cui i Cinesi possono cedere se il Tesoro fa marcia indietro sui dazi