Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
05-03-2015

Dollaro, PROBABILMENTE Raggiunto il Picco

L'effetto sui bilanci degli esportatori è evidentissimo, basta orendere i conti di Moncler, ultima a sorprendere, Ima, Prima Industrie, Biesse (la prossima a stupire sarà probabilmente Brembo).
Ora il dollaro a 1,10 comincia a far male agli Stati Uniti,i cui ultimi dati economici non sono così brillanti.
Si diceva che i paesi deboli dell'area euro avevano bisogno di un cambio a 1,15 per recuperare cometitività.
Ora la trazione dell'analisi tecnica è più forte dei fondamentali,a  gisutificare gli ultimi rialzi ma anche gli indicatori tecnici segnalano il probabile raggiungimento di massimi.
Se non sarà Draghi a smorzare la corsa del dollaro lo sarano probabilmente i dati di occupazione americana di domani che a giudicare dal ADP employment report di ieri non dovrebbero segnalare ulteriori miglioramenti.
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

12-04-2019
La estradizione di Assange aumenterà enormemente la popolarità del presidente, Fed sempre più accomodante e dollaro decisamente giù
11-04-2019
Molto più diplomatiche le dichiarazioni di Powell, e forse è un peccato
22-03-2019
Stupisce sempre la reazione ai dati, stamane l'indebolimento dell'euro a dati che se si ragiona con la propria testa invece che leggere i giornali sono sotto gli occhi di tutti. Ora cambio al ribasso la mattina e al rialzo il pomeriggio
21-03-2019
Tutto ora gioca a favore di una forte rivalutazione dell'euro contro dollaro
20-03-2019
Dati un po' migliori dalla Germania e probabile rallentamento nelle aspettative sugli Stati Uniti