Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
21-03-2018

Dopo Facebook, Ogni Inganno Difficile da Sostenere

Gli investitori si fanno trascinare dalle favole imbastite dalle case di investimento e sui titoli della tecnologia queste favole sono molto redditizie per le banche, perché quando si quota una società a decine di volte il suo vero valore, le commissioni per le banche di investimento sono enormi.
La politica trova in queste aziende della tecnologia gli alleati moderni, che trovava nelle compagnie petrolifere vent'anni fa.

Ma se i modelli di business non sono sostenibili, prima o poi succede qualcosa che lo rende palese, come nel caso di Facebook. I social network fanno soldi se vendono i dati, più o meno lecitamente, se no li perdono.

Netflix produce più debito che fatturato e arriverà un momento in cui non potrà più accaparrarsi i diritti per costosissime serie televisive, la ultima quella sugli Obama, a meno che riesca a convincere gli investitori, in questi giorni la notizia gira con insistenza, a sottoscrivere aumenti di capitale a questi prezzi demenziali. I Cinesi non sembrano particolarmente interessati al mezzo e sono sicuramente gli unici investitori che comprano a qualsasi prezzo pur di sbarazzarsi della concorrenza, come è successo con il cinque per cento di Tesla comprato da Tencent (ora Tesla non riesce più a avere le autorizzazioni per gli stabilimenti in Cina).
Su Tesla abbiamo scritto sin troppo spesso, ma il fermo della produzione della scorsa settimana è come confermato da "talpe" interne all'azienda, testimone di un problema vero, non di un semplice miglioramento come Musk lo ha voluto vendere.

Le criptovalute non sono morte ma la loro esistenza non dipende dall'esistenza dei bitcoin miner: al przzo di bitcoin questa attività è ampiamente in perdita, dunque o il prezzo delle schede grafiche scende molto o non si venderanno più e Nvidia non potrà più uscire con bilanci stellari.

Sul mercato domestico, Poste ha aumentato il Dividendo per consentire a Cdp di distribuire utili al Tesoro: il prezzo viene sostenuto perché il Tesoro deve collocare in borsa uan seconda tranche e lo deve fare a prezzi più alti della prima.

Su Fiat, le ultime bufale, dopo Magneti Marelli ora girano intorno alla divisione macchine terra, e si può essere certi che qusto circo continuerà fino al momento in cui Marchionne incasserà la sua liquidazione.
Il gruppo controlla larga parte della stampa domestica e l'Economist e fa scrivere ai giornali quello che vuole, e la gente ci crede. Ma i numeri del gruppo continuano a peggiorare e se la Fiat davvero smette di fare motori diesel è meglio che cerchi di crescere moltissimo negli Stati Uniti e non sta succedendo, anzi il gruppo continua a perdere quote di mercato. 
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

21-05-2019
Succederà anche al cambio euro dollaro, da tempo immemore sottovalutato ma i tempi sono spesso diversi da quelli attesi
17-05-2019
La debolezza della sterlina porta la compagnia a valutazioni incredibili
09-05-2019
Una banca che si può guardare, ora più di Intesa, le dismissioni consentono aggregazioni con altri istituti (non Commerzbank) Nei giorni scorsi scrivevamo come gli operatori del risparmio gestito avessero raggiunto valutazioni insostenibili
07-05-2019
I cinguettii di Trump creano opportunità anche di breve
06-05-2019
Margini in contrazione ma ricavi in crescita, a scapito di Bayer. Dividendo al cinque per cento