Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
21-09-2018

Euro Dollaro, Lo Scenario è Cambiato e la Bce Non Conta Più Nulla

Prima voci su un eventuale accordo tra Gran Bretagna e UE sui termini della Brexit (la nostra sensazione è che entrambe le parti continueranno a fare melina per compiacere gli elettori ma nello stesso tempo non fare assolutamente nulla), poi i dati sulla fiducia americana a spingere le borse e curiosamente indebolire il dollaro.
La verità è che inizia a prendere piede la sensazione che tutta qusta cosa sui dazi sia irrealizzabile (un po' come in italia sono irrealzzabli le misure del governo): se gli Stati Uniti non possono imporre dazi in settori strategici allora provano a indebolire l dollaro per favorire le esportazoni.
Dall'altra parte dell'oceano, con un Draghi già con la testa al prossimo lucrativo incarico, probabilmnte privato (la Lagarde ha già declinato interesse per cariche in ambito istituzionale europeo, può guadagnare di più in un qualche banca d'investimento) la Bce subisce sistematicamente la capacità degl Americani di indirizzare i cambi. 
La probabilità di vedere il dollaro sopra 1,2 contro euro è alta e aumenterà ad ottobre con la riduzione nel programma di acquisto titoli di stato. E con i tassi italiani destinati tornare verso il tre per cento, finita questa tornata concilitoria di Tria, sempre più isolato. La "pace fiscale" avrà effetto depressivo sulla crescita del Pil: il fisco quando il Tesoro non sa cosa fare manda cartella un pò a tutti e il cttadino non ha grande possibilità di difendersi.
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

12-04-2019
La estradizione di Assange aumenterà enormemente la popolarità del presidente, Fed sempre più accomodante e dollaro decisamente giù
11-04-2019
Molto più diplomatiche le dichiarazioni di Powell, e forse è un peccato
22-03-2019
Stupisce sempre la reazione ai dati, stamane l'indebolimento dell'euro a dati che se si ragiona con la propria testa invece che leggere i giornali sono sotto gli occhi di tutti. Ora cambio al ribasso la mattina e al rialzo il pomeriggio
21-03-2019
Tutto ora gioca a favore di una forte rivalutazione dell'euro contro dollaro
20-03-2019
Dati un po' migliori dalla Germania e probabile rallentamento nelle aspettative sugli Stati Uniti