Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
23-08-2018

Fed, Timori di Recessione Emergono

Forse per trovare una mediazione con le posizioni urlate di Trump, Powell ieri trasmette un quadro di forza a breve dell'economia ma di possibile inversione del ciclo pù avanti. Negli Stati Uniti larga parte delle recssioni sono state causate da un aumento prmaturo dei tassi (non in Europa, dove politica monetaria e fiscale vanno ognuna per conto proprio).
Da mesi riteniamo che gli effetti delle misure di Trump su dazi e immigrazione siano prociclici nell'immediato ma che portino a termine ad un rallentamento marcato dell'economia, non foss'altro perché, come ricordato nei giorni scorsi da McBride,gli effetti della chiusura delle frontiere sono quelli d accelerare il processo di invecchiamento della popolazione e di diminuire pertanto il tasso di partecipazione al mercato del lavoro.
La reazione immediata del dollaro è opposta a quella razionale, in larga parte per l'influenza di programmi di analisi tcnica sempre più stupidi che ieri dicevano il contrario di quello che dicono oggi.
Ma per quanto sopra pensiamo che il dollaro tornerà verso 1,2 contro euro nel giro d pochi mesi. le difficoltà italiane e la fuga dai titoli di stato degli stranieri giocano evidentemente al contrario, ma il mercato dei cambi è controllato dagli Americani, è bastato che Trump si lamentasse del cambio per indebolire l dollaro del due per cento negli scorsi giorni.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

21-09-2018
Di colpo i cambisti si accorgono che il differenziale di tassi tra tassi Usa e tedeschi è di 2,6 punti percentuale ora tutti scommettono sul suo restringimento. Come sempre la Fed più abile della Bce a indirizzare il cambio
10-09-2018
Barnier avrebbe, secondo ill Financial Times, mandato per chiudere con la UE
29-08-2018
Meno tre per cento in una settimana contro euro, sul nulla di una Brexit che non avverrà mai
31-07-2018
Sicuramente la Banca del Giappone ha fatto il minimo che poteva fare senza perdere la faccia ma vi sono tutte le premesse per un fortissimo indebolimento del dollro, un po' contro tutte le divise
30-07-2018
Stasera la banca del Giappone sotto pressione per rimuovere la politica di sterilizzazione sul decennale. Se così fosse grosse rivalutazioni dello yen e dell'euro su dollaro sarebbero quasi scontate