Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
11-06-2018

Italia, Marcia Indietro Sulle Misure Economiche

Conferma Di Maio che prima verranno le misure, a questo punto rimane ben poco, a costo zero. Tria ribadisce che il debito deve scendere, mentre si punta a chiedere alla UE un sforamento del deficit di mezzo punto perchè non si inneschi l'aumento dell'Iva http://www.lastampa.it/2018/06/10/economia/lega-pronta-a-sforare-ms-frena-tria-avverte-il-debito-deve-scendere-XHAsF183bOMaIquBlRyGtM/pagina.html.
Il quadro è molto meno rivoluzionario di quanto sia temuto all'estero, anche però purtroppo  sul piano della spesa pubblica.
Il governo italiano sarà sempre più prudente nelle dichiarazioni, sprattutto in questi giorni che precedono la riunione della BCE.
L'arma per tenere a bada l'esecutivo italiano è una chiusura già a settembre del programma di acquisto titoli di stato. E' solo rinnegando tutte, ma proprio tutte le promesse elettorali che otterrà l'assenso della Unione su uno sforamento del deficit più alto del previsto (del vincolo di pareggio previsto in Costituzione non si interessa nessuno) e un possibile allungamento del programma di acquisto sui titoli di stato.
Sino a fine anno non ci aspettiamo dunque ulteriori pesanti cadute sul mercato italiano: ma in questi mesi, se non si vuole che a fine anno i rendimenti sui titoli di stato balzino al cinque per cento, bisognerà che il programma di governo sia ribaltato a trecentosessanta gradi:prima tagli consistenti alla spesa, poi eventualmente misure sulle pensioni e sul reddito di cittadinanza.
Se si vuole rimanere nell'euro, della flat tax non rimarrà nenanche l'ombra. Il piano di armonizzazone fiscale, nei limiti dei rispettivi vincoli di bilancio, tra paesi dell'area euro non consente che l'Italia applichi un regime fiscale che nessun altro aderente applica.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

21-08-2018
Dollaro che si indebolisce sulle lamentele di Trump per l'azione della Fed. Quando l politica cerca di influenzare i mercati fa sempre danni. In Italia, Giorgetti conferma ieri le impressioni espresse in questa sede, non ci sono i termini per una revoca delle concessioni. Probabile balzo, a breve, di Atlantia anche perché spuntano le responsabilità del Commissario
20-08-2018
In previsione della settimana in cui si dovrebbero definire i dazi tra Cina e Stati Uniti
16-08-2018
Su richiesta di alcuni sottoscrittori estendiamo per oggi sedici agosto e domani diciassette agosto la offerta di acquisto di tutti i portafogli a quaranta euro, gli interessati possono scrivere a info@finanze.net; poi da settembre il prezzo dei portafogli sarà elevato a ottanta euro
10-08-2018
Unicredit la banca italiana più esposta. Qualche anno fa la politica europea fece finta di non capire se si fosse trattato o meno di un colpo di stato. Ieri la Bce, tardivamente allarma sulla esposizione delle banche europee alla Turchia. I detentori di obbligazioni in lira turca e sono molti in Italia dovrebbero prudentemente vendere anche con minusvalenze del sessanta per cento, se non in ossesso di titoli Bei o altre sovranazionali.
09-08-2018
Carige sotto l patrimonio di vigilanza, Creval e Sondrio in difficoltà, MPS taciuta, Unicredit e Intesa che fanno i bilanci scaricando i portafogli di sofferenze sul sistema e con commissioni su risparmio gestito e amministrato inaccettabili. E se passa la legge di bilancio come la vogliono i due vice premier può solo peggiorare