Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
11-06-2018

Italia, Marcia Indietro Sulle Misure Economiche

Conferma Di Maio che prima verranno le misure, a questo punto rimane ben poco, a costo zero. Tria ribadisce che il debito deve scendere, mentre si punta a chiedere alla UE un sforamento del deficit di mezzo punto perchè non si inneschi l'aumento dell'Iva http://www.lastampa.it/2018/06/10/economia/lega-pronta-a-sforare-ms-frena-tria-avverte-il-debito-deve-scendere-XHAsF183bOMaIquBlRyGtM/pagina.html.
Il quadro è molto meno rivoluzionario di quanto sia temuto all'estero, anche però purtroppo  sul piano della spesa pubblica.
Il governo italiano sarà sempre più prudente nelle dichiarazioni, sprattutto in questi giorni che precedono la riunione della BCE.
L'arma per tenere a bada l'esecutivo italiano è una chiusura già a settembre del programma di acquisto titoli di stato. E' solo rinnegando tutte, ma proprio tutte le promesse elettorali che otterrà l'assenso della Unione su uno sforamento del deficit più alto del previsto (del vincolo di pareggio previsto in Costituzione non si interessa nessuno) e un possibile allungamento del programma di acquisto sui titoli di stato.
Sino a fine anno non ci aspettiamo dunque ulteriori pesanti cadute sul mercato italiano: ma in questi mesi, se non si vuole che a fine anno i rendimenti sui titoli di stato balzino al cinque per cento, bisognerà che il programma di governo sia ribaltato a trecentosessanta gradi:prima tagli consistenti alla spesa, poi eventualmente misure sulle pensioni e sul reddito di cittadinanza.
Se si vuole rimanere nell'euro, della flat tax non rimarrà nenanche l'ombra. Il piano di armonizzazone fiscale, nei limiti dei rispettivi vincoli di bilancio, tra paesi dell'area euro non consente che l'Italia applichi un regime fiscale che nessun altro aderente applica.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

12-10-2018
Italia molto vicino al commissariamento: due possibili eventi scatenanti, il probabile fallimento di Carige e la crisi di liquidità delle banche in generale. Occasione di acquisto, ribadiamo, sul mercato americano e sull borse asiatiche, dove val la pena di aumentare progressivamente l'esposizione da qui alle elezioni di metà mandato in America.
11-10-2018
L'impostazione combinata di azioni con buon valore fondamentale e di vendita allo scoperto di titoli sopravvalutati rimane, crediamo la unica strategia possibile
09-10-2018
La caduta in borsa di questi valori comincia a riportare interesse sulle aziende manifatturiere. La prossima bolla è Netflix
08-10-2018
Non vi sono soluzioni a breve, con il def che comunque andrà alle camere da metà di questa settimana. Oltre ad errori marchiani di calcolo, il def non presenta alcuna previsione per il maggior costo del debito dovuto all'aumento dei tassi
05-10-2018
Bilancia commerciale e dati sulla occupazione. Situazione italiana oramai sullo sfondo, interessa poco a investitori stranieri che hanno molto venduto sul mercato azionario e su quello obbligazionario