Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
06-07-2016

Sterlina, Ottimo Valore a Questo Livello

Scende sino a 1,29 contro dollaro la sterlina mentre come al solito l'area euro è quella meno capace di ottenere svalutazione competitiva dalla propria moneta, di cui avrebbe estremamente bisogno. Per la Gran Bretagna non vi è certo un problema di deflussi di capitale, basta guardare la borsa di Londra, la migliore dal voto, si tratta invece della reazione alla dichiarazione della Bank of England. Crediamo che la sterlina potrà facilmente tornare verso il livello do 1,35 nel corso della prossima settimana. Se le borse cadono è più verosimile che lo yen scenda sotto la soglia di 100 contro dollaro. I programmi automatici di trading, una delle rovine della finanza moderna, farebbero partire grandi ordini di vendita e lì davvro non sappiamo cosa potrebbe fare il Giappone. Nel frattempo in ambito UE si dorme come al solito sia sui cambi che sulla questione banche. Ieri si diceva che Consob oggi metterà uno stop alle vendite allo Scoperto di Monte Paschi. Abbiamo più volte spiegato che queste cose non servono a niente perchè gli operatori possono montare queste operazioni estero su estero sui titoli in portafoglio.
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

12-04-2019
La estradizione di Assange aumenterà enormemente la popolarità del presidente, Fed sempre più accomodante e dollaro decisamente giù
11-04-2019
Molto più diplomatiche le dichiarazioni di Powell, e forse è un peccato
22-03-2019
Stupisce sempre la reazione ai dati, stamane l'indebolimento dell'euro a dati che se si ragiona con la propria testa invece che leggere i giornali sono sotto gli occhi di tutti. Ora cambio al ribasso la mattina e al rialzo il pomeriggio
21-03-2019
Tutto ora gioca a favore di una forte rivalutazione dell'euro contro dollaro
20-03-2019
Dati un po' migliori dalla Germania e probabile rallentamento nelle aspettative sugli Stati Uniti