Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
04-10-2018

Usa, Tassi al 3,2%, Mai Tanta Differenza con la Germania

Ieri dati sull'inidce dei servizi, non è chiaro perché proprio quelli, spingono il decennale americano al 3,2% ma soprattutto innesscano aspettative di un quarto aumento nei tassi quest'anno e di tre ulteriori aumenti l'anno venturo. Il dollaro in serata ha una ulteriore accelerazione che rteniamo del tutto insostenibile.
Oggi vedremo se esce qualche dato sul denominatore dell'equazione deficit/Pl in Italia, sino ad ora il governo ha rifiutato di dare i dati di Pil tendenziale.
Una quadra così non si trova e l'euro rimane sotto pressione sintanto che non si esce con un piano credibile. Ma le aspettative sono troppo ottimistiche negli Stati Uniti e a questo punto troppo pessimistiche sull'esito della soluzione italiana. Nessuno andrà alla rottura anche s viè chi specula su un piano della Lega di far saltare l banco e rcompattare un governo di centrodestra.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

26-06-2019
La Fed riconosce la debolezza dei dati recenti ma sottolinea quanto Giappone ed Europa abbiano agito troppo presto
24-06-2019
La decisione non è corretta sul piano dei conti ma aiuterà la borsa
21-06-2019
Non si possono discutere le stime, che si sono sempre rivelate più positive di quello che poi accade. La borsa italiana rimane molto richiosa, nonostante qualche buon segnale dall'Europa
20-06-2019
Powell ha fatto del suo meglio per non concedere troppo a Trump, ma l'ammissione è chiara. Ora le borse possono fare molto
19-06-2019
Posizione di Draghi quella espressa ieri che può scatenare una guerra acerrima sulle valute