News


05-05-2011
La giornata di borsa e cambi di oggi dovrebbe essere sufficiente a dimostrare che i rischi inflattivi non vengono dalla domanda ma dalla mancanza di coordinamento nelle politiche delle banche centrali
05-05-2011
La valutazioni del trader di materie prime ed i soldi che si mette in tasca il suo amministratore delgato scenderanno nei libri di storia come una delle ultime follie di un sistema destinato all'autodistruzione
05-05-2011
Resterà visibile pubblicamente, senza bisogno di registrazione. Il sito vedrà nei prossimi giorni una serie di evoluzioni sul piano editoriale e dei contenuti
05-05-2011
questa mattina una sorpresa negativa (-15%) dagli utili di Soc Gen in Francia
04-05-2011
Il congresso approverà per forza l'aumento del debito americano, ma dopo alcuni no di facciata. Le finanze pubbliche statunitnesi rimangono in proiezione in migliore condizione di quelle europee
04-05-2011
Le conseguenze deflagranti della irresponsabile politica sui tassi della BCE. L'Europa non è la Germania
04-05-2011
Prezzo 8,46. Ottima la trimestrale ma giustamente prudenti le stime dell'amministratore delegato. Titolo di nuovo interessante. Lunedi' nove maggio la modifica di tutti i nostri portafogli alla sezione "i nostri soldi"
04-05-2011
Oggi alle 14.14 il primo dei tre dati USA sull'occupazione
03-05-2011
Dopo che che con ogni probabilità le banche mitteleuropee hanno scaricato gran parte del debito greco, arriva l'apertura (non ufficiale) al prolungamento delle scadenze
03-05-2011
Giappone chiuso fino a venerdì per festività
03-05-2011
Unica tra le materie prime a non avere un mercato globale, ha visto il suo prezzo continuare a scendere. Alcuni titoli
01-05-2011
Oggi lunedì molte piazze sono chiuse, ed il Giappone lo sarà per gran parte della settimana. Ma ci aspettiamo un ritorno dell'attenzione sulle vicende asiatiche.
28-04-2011
Dopo la chiusura USA, forti ribassi per Microsoft e soprattutto RIM (Blackberry)
28-04-2011
In un mondo globalizzato i due individui più ascoltati in materia economica riescono ad avere posizioni opposte.
27-04-2011
Oggi i dati da Microsoft e Exxon
27-04-2011
Non è del paese o dei risparmiatori che ci si preoccupa, ma dei banchieri e dei politici
26-04-2011
Oggi finalmente parla Bernanke. e potrà dire molto poco, stretto com'è tra un'economia che rallenta ed un deficit publico che esplode, mentre il dollaro adesso preoccupa il Tesoro
26-04-2011
Opa totalitaria da parte di Lactalis, soluzione costosa ma che ridicolizza i tentativi di porre paletti ad una transazione che chiunque avrebbe potuto fare
26-04-2011
Prezzo 15,83. Ieri i risultati. Da molti indicato come un possibile oggetto di acquisizione
24-04-2011
Con la Fed che questa settimana farà intendere con ogni probabilità una politica opposta alla BCE, purtroppo ci troviamo di fronte a possibili soluzioni traumatiche
21-04-2011
Tassi sul biennale al 22% in Grecia e oltre il 10% sul decennale in Irlanda fanno pensare ad una prossima impennata dei rendimenti sui titoli di stato italiani. L'euro a questo livello accellera la gravita' della situazione
21-04-2011
ma non basteranno i dati positivi della tecnologia a riportare l'euforia: pesano sul quadro il petrolio a 112$ e il dollaro che sfugge al controllo
20-04-2011
Prezzo: 34,54. I buoni risultati di Intel e un dollaro ancora debole pongono il settore dei semiconduttori in una situazione di forza rispetto ad altri del comparto tecnologico. Se ci si vuole avventurare sul mercato azionario meglio stare fuori dall'Europa
19-04-2011
I dati di Goldman ieri accolti con scetticismo dal mercato, oggi Apple e GM daranno un tono pressoché definitivo a questa stagione di utili
19-04-2011
La grande massa di liquidità immessa dalle banche centrali alimenta investimenti diretti esteri in Cina, non crescita interna. Follie della Bce permettendo, è possibile un forte rialzo del dollaro
[«] [<] 131 | 132 | 133 | 134 | 135 | 136 | 137 | 138 | 139 | 140 [>] [»]