Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
29-10-2013

Banca d'Italia, Da Dove Verosimilmente i Mezzi Per Ricomprare le Sue Quote dalle Banche

Senza freni l'immaginazione del Tesoro che presumibilmente ha pensato questa operazione con il riacquisto da parte di Banca d'Italia delle quote di partecipazione detenute dalle banche per un importo sembra tra i cinque i sette miliardi, comunque molto meno del patrimonio di Bankit che è di 23 miliardi, una valutazione a capocchia tanto per far quadrare i conti. Le plusvalenze che le banche incassano sono enormi, il capitale - che risale agli anni 30 è di equivalenti 156.000 euro; migliorano così i coefficienti patrimoniali consentendo al Tesoro di recuperare qualche miliardo di tassazione. I mezzi la Banca d'Italia presumiamo li reperisca vendendo oro (già quest'anno le riserve sono scese di circa trenta miliardi e sono comunque circa i due terzi delle riserve totali). Un raffinato modo di giocare con i numeri, siamo davvero al fondo del barile. E' come vendere oro sul mercato e ricapitalizzare le banche, dando un pezzo del ricavato al Tesoro. Le banche centrali non possono per legge rifinanziare il tesoro dei propri stati ma così si trova un trucco contabile per farlo. Chissà se la Ue bloccherà l'operazione, probabilmente no visto che l'Italia è il grande malato d'Europa.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

15-04-2019
Bpm colloca una obbligazione richiamabile ogni cinque anni con cedole semestrali delL'8,75%: le banche le emettono quando non riescono a fare aumenti di capitale
10-04-2019
Quando succede vi saranno meno euro in circolazione
08-04-2019
Qualcosa di profondamente irrazionale sta succedendo sui mercati obbligazionari e vedrà correzioni violente: questa la settimana forse decisiva per le sorti delle valute
04-04-2019
Secondo il Financial Time già forse a partire dalla prossima riunione del dieci, la BCE potrebbe annullare la tassa implicita che le banche pagano sui loro depositi presso l'istituto centrale. Poco meno di duecento miliardi di euro già depositati dal sistema bancario, che potrebbero aumentare con questa idea. La carenza di euro in circolazione aumenterebbe molto e dovrebbe senza indugio spingere l'euro al rialzo e scoraggiare le grandi fusioni bancarie
02-04-2019
Molte polemiche sulle previsioni di crescita diffuse da Oc se e Confindustria, ma sono addizioni e sottrazioni, non elucubrazioni