Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
19-03-2020

Bce, l'Europa non Esiste Più

Nei giorni scorsi ho provato insieme ad un amico a partecipare a un bando europeo per un sistema per sanificare i locali pubblici che deriva da una applicazione industriale di questo mio amico.

Il bando è stato annunciato il tredici di marzo con scadenza ieri diciotto marzo. Sul sito della comunità non è mai stato pubblicato, dunque abbiamo chiamato a Bruxelles inifinite volte e ci hanno risposto che avrebbero provveduto: nessuna risposta. Il bando metteva in palio centosessantasette milioni per piccole aziende.

Vi sono solo due possibilità: o è stato assegnato ai soliti noti oppure il bando non è mai esitito.

Il decreto lanciato dal governo è una presa in giro: la cassa integrazione ora che viene erogata passano mesi e nel frattempo le aziende falliscono. 

La deroga sui mutui, che è solo per chi ha perso il lavoro espone chi la ottiene a un conto ben più salato quando riprenderà a pagare perché le banche addebiteranno tutti gli interessi pregressi a tassi doppi o tripli di quelli della rata.

Certo non è facile fare qualcosa ma l'unica soluzione come diceva ieri Roubiini è mettere i sodi direttamente nelle tasche di cittadini e imprese. 
Ci sono solo due modi per farlo: o lo stato ha un ampia possibilità di indebitarsi e noi non ce la abbiamo, larga parte delle misure sono solo di facciata, oppure la BCE cambia lo statuto e mette tra gli obiettivi il sostegno alla crescita, andando a prestare senza passare dal sistema bancario: semplicemente famiglie e imprese ricevono a casa un assegno.

L'ipotesi che gira in questi giorni del fondo salvastati ci metterebbe nelle condizioni della Grecia di qualche anno fa, il governo italiano, di qualsiasi colore esso fosse  non deciderebbe più niente.

La scorsa notte la Bce ha varato l'ennesima inutile, enorme, stupida iniezione di liquidità. Questa liquidità, derivante dal riacquisto di titoli dagli operatori rimarrà presso la banca centrale che guadagnerà una montagna di soldi per imprestarla alle banche, che lì la lasciano perché non hanno nessuna intenzione o possibilità di imprestarla a famiglie o aziende; che vedono il loro fatturato crollare del cinquanta per cento o più in alcuni settori. La Bce non può andare a comprare obbligazioni o titoli di stato da chi li emette quindi andrà a comprare quelli già esistenti dagli operatori   finanziari.

L'Italia ha un futuro molto buio se non cambia lo statuto della Bce e perché questo accada bisogna che il virus colpisca in modo altrettanto serio i paesi forti.

L'Europa non esiste e le manifestazioni di supporto della presidentessa della Comissione Europea sono prive di contenuto.
 
 
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

24-04-2020
Come per il Mes o per i prestiti garantiti dallo stato bisogna prima mettere soldi per riceverne indietro in forma di prestito
16-04-2020
Oramai forse inevitabile, ma i voltafaccia di stampa e politica creano ancora più rabbia nei cittadini; di oggi l'ufficializzazione che i prestiti garantiti al 100% copriranno non più del dieci per cento dei richiedenti o degli aventi diritto
15-04-2020
. Certo la decisione di Trump è politicizzata per scagliarsi contro la Cina, ma l'OMS ha comunque un ruolo completamente marginale nella possibile ricerca di un vaccino e di terapie. Dopo tutto questo entusiasmo in borsa tempo di tionare completamente liquidi
20-03-2020
La proposta di mettere a disposizione di tutti gli stati i cinquecento miliardi del fondo è la cosa più sensata detta fin ora ed è una occasione di rilancio vero per l'Europa
17-03-2020
Abbiamo ricevuto, a seguito della newsletter settimanale, circa mille richieste per l'attivazione gratuita di un servizio. La settimana scorsa, chiedendo un supporto per la continuazione di questo sito, hanno risposto in due