Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
29-11-2017

Borsa Americana, " Fang" e Simili Mai Così Sotto Pressione

Mentre Apple cita Qualcomm in risposta, per avere apparentemente infranti accordi sulla proprietà intellettuale e Snap separa le attività di social networking da quelle commericiali(una buona cosa che dovrebbero fare tutti i portali) la caduta simultanea di tutti i titoli di moda coincide oggi con il più grande balzo nella storia (in termini assoluti) di Bitcoin: che continua a salire come se fosse un investimento e non una moneta (è come pensare che l'euro si apprezzi del dieci per cento in un giorno). La cosa più logica che ci vene da pensare è che un fondo di quelli di grandi dimensioni gestito in modo quanttativo abbia spostato tanta liquidità  dai Fang a Bitcoin. Sinché non si mette un limite alla liquidità prima o poi arriva un vero disastro.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

18-09-2018
Nessun dazio sui prodotti elettronici, in un gran favore ad Apple, dazi al 10% e non al 25% e porta aperta al presidente cinese per un accordo questo fine settimana al G20
17-09-2018
Anche contro il volere degli azionisti, chi lascia Londra lo fa sotto pressioni dei regolatori. Tentativo di mettere il più possibile in forse la trattativa
06-09-2018
L'ilva non assumerebbe come invece dicono i giornali ma manterrebbe i livelli di occupazione. Scherno sugli obiettivi ambientali, Mittal si impegna non a diminuire ma a non aumentare le emissioni iinquinanti
21-08-2018
Il dibattito tra statalizzazione e "laissez faire" è impossibile in un paese con l centoquaranta per cento (includendo CdP) di rapporto tra stock di debito e Pil. Bisognerebbe caso mai vigilare sul fatto che quando colossi tipo Telecom vengono privatizzati non vi sia un sistema di corruzione che alimenta la politica
15-08-2018
Responsabilità condivisa l’organo amministrativo dovrebbe vigilare sui concessionari sul cui processo di assegnazione vige in Italia la completa oscurità