Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
30-05-2017

Caso Fini, le False Credenze sulla Insequestrabiltà delle Polizze

Inseuqestrablità e impignorabilità che evidentemente sono state vendute a Fini dal suo consulente finanziario come un modo stagno per blindare denari che invece vengono ora sequestrati su due polizze da un milione. Sono caratteristiche che non tengono a qualsiasi procedimento giudiziario e pertanto non servono  a nulla.
Sulla parte di tassazione sulle rendite finanziarie gli strumenti sono oramai equiparati a qualsiasi altro strumento finanziario mentre in tema successorio sino a un milione di euro vi è esenzione per gli eredi di legittima. Eventuali vantaggi successori riguardano dunque una parte esigua dei risparmiatori e comunque non consentono di ledere le quote di legittima.
Eppure anche nell'ambito dei pir stanno proliferando polizze che vi investono, in questo caso certamente senza alcun vantaggio per il cliente perchè nei Pir non si può investire più di 150mila euro in cinque anni.
Strumenti che fanno molto bene ai consulenti, perchè i costi sono molto difficili da capire (e lo rimarranno anche con la introduzione di Mifid 2), certo non ai risparmiatori.
 
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

15-06-2017
Dovrebbe Salvare l'Europa Secondo l'Economist , Intanto Blocca le Acquisizioni in Francia
07-06-2017
Marcegaglia annuncia appena aggiudicatasi l'asta che cederà subito la quota ad Intesa, che così spera di fare un colpaccio e rientrare dai crediti con il gruppo. Paese allo sbando
06-06-2017
Mesi fa indicammo come la crescita della produzione industriale dichiarata non era compatibile con i dati di consumi elettrici. Ora la crescita del Pil "migliore delle attese" attribuita a consumi e servizi
06-06-2017
Draghi giovedì rassicurerà sulla estensione delle manovre monetarie e indebolirà con ogni probabilità l'euro, ma l'Italia ora se la deve vedere da sola. Pessima decisione sull'Ilva che getta discredito sulle politiche economiche del paese
01-06-2017
Padoan chiede di ridurre gli aggiustamenti allo 0,3 del Pil, per evitare le clausole di salvaguardia; dieci miliardi in meno di quanto richiesto da Bruxelles. Mentre su MPS l"accordo preliminare" annunciato oggi non prevede ancora il via libera della BCE: sei mesi di "approfondimento" per un comunicato qui allegato degno del marchese del Grillo