Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
20-12-2017

Commissione Vigilanza Banche, un Inutile Teatrino

Non esistono certo le condizoni per azioni di responsabilità nei confronti di alcuno e si getta un sacco di fumo negl occhi di risparmiatori che a questo punto non sanno esattamente con chi prendersela.
Quello che non funziona è il gigantesco conflitto di interessi endemico nel sistema, che non è casuale ma voluto: esponenti del governo che sono anche azionisti di banche sottoposte a provvedimenti, Banca d'Italia che in quanto azionista e diretta emanazione della Bce ma posseduta dalle banche (che dunque indirettamente posseggono la Bce) non può non litigare almeno formalmente con la Consob su un sistema di vigilanza che non è mai preventivo ma semmai sanziona l'accaduto.

Se si volesse davvero mettere chiarezza nella posizione delle banche non si concederebbe ad esempio al Credito Valtellinese di far slttare a febbraio il termine previsto dalla Bce per l'aumento, cosa di cui è evidentemente conscia anche la Consob visto che s tratta di socetà quotata. Non si tollererebbe che Banco- Bpm porti a nuovo il piano sulla dismissione delle sofferenze, ritenuto necessario dalla Bce già la scorsa estate.Non si tacerebbe su ch ha investito nell'inoptato di Carige. Non si lascerebbe che operatori di mercato di cui l'oramai ex presidente di MPS è azionsta esprimano giudizi positivi sul titolo.

Ora dalla commissione banche sono passati tutti: la opposizione (inclusa la stampa di opposizione) ha dato grande rilievo alle parole degl "auditi" sino a ieri considerati parte di un meccanismo malato, perché questo aiuta in campagna politica. Chi si difende lo fa con posizioni sempre variabili ma di fatto mai attaccabili sul piano giuridico. Gli "auditi", da chi aspetta la liquidazione a chi attende un incarico a chi lo ha appena ricevuto parlano di interessamento ma mai di pressioni. Il risparmiatore non ha alcuna protezione dal sistema delle istituzioni: su quello che può succedere in futuro si deve difendere da solo.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

22-10-2018
Terza azienda di rilievo, dopo Guzzini e Versace che se ne va all'estero in poco tempo. In positivo nelle aziende non quotate vi è molto valore in Italia, in negativo lo sviluppo non si fa più in Italia
18-10-2018
Dei giorni scorsi le dichiarazioni dell'amministratore delegato di Psa sul vero livello di inquinamento della auto elettrica; disastroso calo delle vendite in Europa
15-10-2018
Difficile la Prossima Commissione Europea dia supporto ai piani dell'esecutivo italiano
10-10-2018
Proteste per il mantenimento dei livelli occupazionali in una banca tecnicamente fallita e che non ha nessuna possibilità di rilancio con quello che è successo a Genova. Unito agli sgravi a ch investe in Btp e alla rottamazione un segno che nulla è cambiato con questa compagine di governo
01-10-2018
Dl primo ottobre rincari del 7,6% della luce e del 6,1% per la elettricità. Da qui parte delle coperture per la manovra scellerata dell'esecutivo. Che inoltre creano inflazione dunque aumento dei tassi