Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
20-12-2018

Crollo del Petrolio da Opportunità a Problema Per gli Stati Uniti

https://www.cnbc.com/2018/12/19/the-permian-basin-has-a-new-problem-40-crude-oil-price.html, aprire nuovi pozzi negli Stati Uniti è impossibile, anche utilizzando quell'enomre devastazione del territorio che rapprsenta la frattura da scisto, in barba ai recenti accordi di forma raggiunti per il riscaldamento globale (e per fortuna vietata in larga parte d'Europa) https://edition.cnn.com/videos/tv/2018/12/16/exp-climate-deal-to-aims-to-curb-climate-change.cnn
Ora sono in dfficoltà un po' tutti, compresi i Sauditi che se il dollaro inizia a svalutarsi non hanno più riserve valutaie per stabilizzarlo.
Quando si ascoltano le previsioni delle banche centrali, come ieri sera quelle di Powell ci si domanda ad esempio come sia possibile che il prezzo del greggio sia a questi livelli se le previsioni di crescita sono ancora positive per il 2019.
O il prezzo del petrolio rimbalza oppure le previsioni sono sbagliate, la domanda di greggio è un buon indicatore previsivo perché n assenza sostanziale di tagli alla produzione rappresenta l'incontro della domanda e della offerta.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

20-03-2019
L'attacco alla fusione Deutsche Commerzbank e alla valutazione a mercato dei titoli di stato un modo sicuro per trovare i Tedeschi contrari alle nostre aggregazioni.
11-03-2019
Weber, candidato alla successione di Juncker, dopo la Bundesbank e la presidenza di UBS. Sinché non si impedisce a funzionari pubblici di entrare nelle banche e viceversa con i banchieri, il sistema finanziario non funzionerà mai correttamente
08-03-2019
La decisione della Fed di rilasciare i requisiti patrimoniali delle banche sembra contrastare con il livello di debito di alcuni gruppi industriali, come Inbev: ma sono operazioni del passato, ora le aziende giocano con i prezzi di borsa per finanziarsi
07-03-2019
Alla base la preoccupazione che i Cinesi, sfruttando lo scioglimento dei ghiacci, taglino le vie del commercio più a nord
07-03-2019
Ai massimi storici, in barba ai dazi e a una ripresa delle esportazioni, dalla grande crisi, superiore a quella delle importazioni. Draghi se non vuol far arrabbiare troppo gli Americani già imbufaliti con l'Italia per l'apertura anarchica alla via del commercio cinese, non può mandare grandi segnali di ulteriore espansione nella politica monetaria