Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
30-11-2017

Ilva, Gara da Riaprire con Regole Corrette

La cordata di Arcelor aveva Marcegaglia e Intesa come principali sostenitori e non ci vuole un'acquila per capire che il progetto è stato assegnato con criteri politici non economici; ora Calenda che è davvero un pessimo ministro dell'Industria inveisce contro Emiliano ma alla Regione Puglia non era stata data facoltà di voce sui due progetti (l'altro sul piano ambentale, a detta di tutti i tecnici, molto più rispettoso). Se si vuole salvare la Ilva e la salute delle persone insieme bisognerebbe riaprire la gara in base a criteri obiettivi. Oppure si potrebbe utilizzare il miliardo e mezzo sequestrato ai Riva per fare qualcosa di diverso da un' acciaieria di cui è davvero difficile sostenere la necessità. Con un miliardo e mezzo di posti di lavoro se ne creano eccome.
 

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

18-09-2018
Nessun dazio sui prodotti elettronici, in un gran favore ad Apple, dazi al 10% e non al 25% e porta aperta al presidente cinese per un accordo questo fine settimana al G20
17-09-2018
Anche contro il volere degli azionisti, chi lascia Londra lo fa sotto pressioni dei regolatori. Tentativo di mettere il più possibile in forse la trattativa
06-09-2018
L'ilva non assumerebbe come invece dicono i giornali ma manterrebbe i livelli di occupazione. Scherno sugli obiettivi ambientali, Mittal si impegna non a diminuire ma a non aumentare le emissioni iinquinanti
21-08-2018
Il dibattito tra statalizzazione e "laissez faire" è impossibile in un paese con l centoquaranta per cento (includendo CdP) di rapporto tra stock di debito e Pil. Bisognerebbe caso mai vigilare sul fatto che quando colossi tipo Telecom vengono privatizzati non vi sia un sistema di corruzione che alimenta la politica
15-08-2018
Responsabilità condivisa l’organo amministrativo dovrebbe vigilare sui concessionari sul cui processo di assegnazione vige in Italia la completa oscurità