Cerca:
File Icon Versione per stampa
Segnala un amico




Lavoro nel mondo
Lavoro in Italia
10-10-2017

Ilva, ma Cosa Hanno nella Testa Questi Politici

Torniamo per l'ultima volta su questa pantomima dove o Calenda non ha letto i piani delle due cordate, quello di Tata Steel prevedeva meno licenziamenti complessivi e minore impatto ambientale ma bisognava fare un favore a Banca Intesa, o adesso si sta comportando da ipocrita. In entrambe i casi è un pessimo ministro.

Gli unici soldi sul piatto sino ad ora sono quelli sequestrati ai Riva e chi si ricorda l'acquisizione di Arcelor da parte di Mittal sa che questi ci va giù pesante.

Calenda farebbe meglio a stare zitto, il piano è stato approvato dalla sua compagine governativa e o è così o l'acciaieria chiude (e sarebbe un bene, fare acciaio in Italia non ha molto senso) e con il milardo e mezzo sequestrato ai Riva si fa qualcos'altro.
Ma come con Altalia qui i sindacati hanno ancora modo di ergersi a difensori dei lavoratori. Poi finisce comunque così ma lo  lo stato e le parti sociali avranno fatto la loro bella figura.

Segnala un amico

Your email address *
Inserisci l'indirizzo email a cui vuoi segnalare *
 


Commenta (0 commenti)

Devi effettuare l'accesso per vedere i commenti

Altri articoli da questa sezione

20-10-2017
La prospettiva di un nuovo mandato a Abe ha infiammato la borsa e depresso lo yen. Ora il mercato azionario più rischioso
19-10-2017
Non si può dire che manchi coraggio a Puigdemont, che oggi dichiara la volontà di procedere con la dichiarazione di indipendenza, mentre scade il secondo ultimatum di Madrid. Le conseguenze sull'area euro ora possono essere davvero significative, se la Spagna non stacca un assegno subito alla Catalogna
18-10-2017
Scaricato il fedele Visco per motivi preelettorali, anche il prossimo un mero esecutore. Situazione imbarazzante per l'Italia, il governatore non vuole mollare la sedia e non per questioni di indipendenza
18-10-2017
Secondo il Financial Times il programma verrà esteso con quantità più piccole a tutto il 2018, un modo per tentare di contenere l'apprezzamento dell'euro. Così i tassi bund rimarrebbero bassi ma quelli del BTP salirebbero molto.
02-10-2017
Come per la Brexit, anche quello referendum consultivo, cresce l'insofferenza verso governi centrali sempre meno competenti. ll pessimo discorso di Rajoy rende quasi irreparabile il confronto e getta benzina sul fuoco delle prossime iniziative, a partire dal referendum lombardo del 22 ottobre. Probabile pressione sui titoli di stato, anche se stamane la stampa non parla molto di quanto successo ieri.